Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for dicembre 2016

È aperto il bando di concorso del 35° Bellaria Film Festival, storico appuntamento con il cinema documentario promosso dal Comune di Bellaria Igea Marina con il sostegno della Regione Emilia-Romagna e della Provincia di Rimini.

Il regolamento è consultabile sul sito www.bellariafilmfestival.org.
Il termine per le iscrizioni è fissato al 31 marzo 2017.

Nato nel 1983 come Anteprima per il cinema indipendente italiano, negli ultimi anni il Bellaria Film Festival si è sviluppato come osservatorio privilegiato sulla cinematografia documentaria attraverso due concorsi: il concorso Italia Doc aperto a film documentari italiani di qualsiasi durata e formato, inediti o già distribuiti, con in palio un premio di 4000 euro; e il concorso Casa Rossa Art Doc, riservato ai film documentari di qualunque durata e formato dedicati al mondo dell’arte, con un premio di 1000 euro.

Le iscrizioni devono essere effettuate sul sito http://www.italiandoc.it, piattaforma web a cura di Doc/it, Associazione Documentaristi Italiani riconosciuta in Italia e all’estero come ente di rappresentanza ufficiale dei produttori e degli autori del documentario italiano. La partecipazione è gratuita, ma si richiede la registrazione al servizio Digital Library di ITALIANDOC, che prevede il pagamento di una quota di 30 euro a film. Per ulteriori informazioni scrivere a info@italiandoc.it.

L’immagine del 35° Bellaria Film Festival, che si svolgerà a Bellaria Igea Marina dal 25 al 28 maggio 2017, è affidata anche per quest’anno alla giovane fotografa bolognese Valentina D’Accardi, Premio SetUp 2016 come miglior artista under 35. Come per la passata edizione la direzione artistica del festival, organizzato come di consueto da Bellaria Igea Marina Servizi, sarà a cura di Simone Brusi.

http://tinyurl.com/jjqr5dq

Read Full Post »

Deborah Turbeville Lou (6 luglio 1932 [1] – 24 Ottobre 2013) è stata una fotografa di moda americano. Anche se ha iniziato come fashion editor a Harper ‘s Bazaar, è diventata una fotografa negli anni ’70. Ha ampiamente accreditato con l’aggiunta di un elemento più scuro, più cupo alla fotografia di moda, a partire dai primi anni 1970 , ha cambiato le immagini della moda di  Guy Bourdin e Helmut Newton  da tradizionali ben illuminate in qualcosa di molto più “spigoloso”… Tuttavia, a differenza del “mondo sotterraneo erotico urbano” interpretato da suoi contemporanei, l’ estetica di Turbeville tendeva verso il “sognante e misteriosa”, uno sguardo femminile delicato… Tuberville trasforma “fotografia di moda in arte d’avanguardia.”  Le sue fotografie sono apparse in numerose pubblicazioni e pubblicità di moda, tra cui gli annunci di Bloomingdale, Bruno Magli, Nike, Ralph Lauren e Macy.  https://en.wikipedia.org/wiki/Deborah_Turbeville

L’articolo di Cinzia Iacovelli per Vogue  http://www.vogue.it/news/encyclo/fotografia/t/deborah-turbeville

 

deborah_ritratto

 

deborah-tuberville deborah_4 deborah_02 deborah_03 deborah_tuberville deborah_turbeville_bath_house_vogue_1975_3 deborah-1 deborah-turbeville-21 tuberville tuberville_02 turbeville_06

Read Full Post »

thumbnail_lare-pal-diot

Il MUSEO IN FESTA

I Musei Comunali di Rimini partecipano al calendario del Capodanno più lungo del mondo con proposte rivolte ad adulti e ragazzi invitati, con le loro famiglie, a trascorrere i giorni di festa divertendosi e insieme acquisendo sempre maggiore familiarità con il patrimonio archeologico e artistico della Città.  Nel ricordare che il Museo della Città “Luigi Tonini” e la Domus del Chirurgo sono visitabili nei giorni feriali da martedì a sabato dalle 9.30 alle 13 e dalle 16 alle 19, si comunicano gli orari di apertura che, nei giorni delle prossime Festività, ne consentiranno una quanto più ampia fruizione:

 

      Domenica, Santo Stefano, Epifania 10-19

    Natale e Capodanno 15-19

        San Silvestro 9.30-13/16-19 e apertura straordinaria per salutare il nuovo anno dalle ore 21,00 a notte fonda

         Lunedì 2 gennaio apertura straordinaria 10-19

Il museo aspettando il 2017 è l’invito rivolto a piccoli e grandi per salutare in festa, il passaggio dal vecchio al nuovo anno.

Sabato 31 dicembre 2016 ore 21,30

IL GRAN BALLO DEI DIPINTI

Quasi ci siamo. Fervono i preparativi, s’incipriano le parrucche e si stringono corpetti, l’emozione pizzica il naso come le bollicine dello spumante e le tele fremono nelle loro cornici: è Capodanno anche per le opere della Quadreria!

Avete l’invito? Allora salite lo scalone su, su fino all’ultimo piano e venite a danzare con medici, cardinali, gran dame e giovani donzelle! Siete ospiti della Contessa D’Inverno!

a cura di Manuela Veronesi

Durata 1 h

Per bambini 4 a 7 anni

 

Sabato 31 dicembre 2016 ore 22.00

UN MONDO FANTASTICO, UN MONDO REALE. DALL’ARCA DI NOÈ ALLA “ISOLA CHE NON C’È”

L’ultima nave sta per salpare dall’ “Isola che non c’è”, per raggiungere un posto migliore.

Tutti i bambini devono imbarcarsi così come gli animali che popolano l’isola.

Però uno manca all’appello e tutti si devono dar da fare, attraverso gli indizi, in una sorta di caccia al tesoro, per scoprire di quale animale si tratta e poi portarlo in salvo prima che il tempo scada.

Ma non è finita! Dopo aver risolto gli indovinelli occorre superare una piccola prova prima di imbarcarsi, mentre la grande sveglia di Peter Pan scandisce il tempo e ricorda l’avvicinarsi della mezzanotte.

A cura di Romina Pozzi e Francesca Tentoni

Durata 1,5 ora

Per ragazzi da 6 a 9 anni

 

L’ANNO CHE VERRA’…PER I ROMANI

Anche i Romani erano curiosi di conoscere il futuro e perciò, con l’avvicinarsi dell’anno nuovo, interrogavano gli dei. Con il tiro delle sortes della dea Fortuna, la grande tombola inventata dai Romani, ognuno potrà ricevere le proprie profezie per il 2017: a ogni numero estratto verrà infatti associato un ” vaticinio”. Chi, baciato dalla Fortuna, farà terni, cinquine e tombole, riceverà doni “romani”  E a seguire… giochi, giochi, giochi.

A cura di Rita Bambini e Angela Marcatelli

Durata 1,5 h

Per ragazzi da 8 a 11 anni

Alle ore 22.00 la Sala del Giudizio si anima con la musica dell’Art Trio, un gruppo d’archi di recente formazione, composto da musicisti che nella loro carriera si sono esibiti in importanti teatri e festival nazionali ed internazionali. L’ensemble composto da Aldo Capicchioni (violino), Michela Zanotti (viola) e Anselmo Pelliccioni (violoncello)  propone creazioni e adattamenti musicali originali, avvalendosi della collaborazione di compositori e arrangiatori professionisti. In programma brani di stili musicali diversi, da BACH al ROCH, adatti a  coinvolgere piacevolmente il più ampio pubblico.

A conclusione un brindisi al Nuovo Anno.

 

Anche il sito della Domus del Chirurgo, in piazza Ferrari, partecipa alla festa ospitando, dalle ore 23.00 “Like a rolling stone: Bob Dylan and more”.

Bob Dylan è il nuovo premio Nobel per la letteratura. Le sue canzoni hanno cambiato una generazione ed influenzato centinaia di cantautori.

Americana tales è una rilettura di canzoni che esplorano la tematica del sogno e realizzate in maniera spoglia ed acustica.

Partendo dalle ballate di Bob Dylan a quelle di Bruce Springsteen, passando per Lou Reed, Coldplay, Van Morrison, Johnny Cash, U2. Oltre a canzoni inedite scritte dagli artisti che compongono il trio.

Un viaggio che incrocia le parole di Jack Kerouac, John Fante, i film di Stanley Kubrick, Sergio Leone, Clint Eastwood, David Lynch, Robert Zemeckis…

Si esibiscono Lorenzo Semprini (chitarra acustica, armonica, voce), Daniele Rizzetto (chitarra acustica, voce), Alessio Raffaelli (piano, fisarmonica, voce).

 

 

Museo della Città “Luigi Tonini”

Domenica 1° gennaio 2017, ore 16

“LUCE E OMBRA. VIAGGIO NEL FANTASIOSO e BIZZARRO MONDO DEL BESTIARIO”

Ispirato al Libro di Borges sugli esseri immaginari.

“Ignoriamo il senso del drago, come ignoriamo il senso dell’universo; ma c’è qualcosa, nella sua immagine, che si accorda con l’immaginazione degli uomini, e così il drago compare in epoche e latitudini diverse. E’, per così dire, un mostro necessario.” Jorge Luis Borges

I bambini, coinvolti a giocare con immagini tratte dalle opere del Museo, attraverso la tecnica del collage surrealista creano fantasiose creature zoomorfe e fitomorfe. Figure simili a quelle che hanno ispirato i grandi visionari del passato e popolato la mitologia: draghi, minotauri, chimere,centauri, liocorni ecc..

Ognuno poi entra nei panni dei personaggi dando vita a drammatizzazioni. Il mistero del buio e della luce lascia spazio all’interiorità, all’immaginazione, all’incanto di animare la fantasiosa, ironica e magnifica creatura che noi siamo.

A cura di Sonia Fabbrocino

Durata 2 ore

Per ragazzi da 7 a 11 anni

 

Per le attività rivolte a bambini e ragazzi è richiesta la prenotazione fino a un massimo di 20 partecipanti (tel. 0541.704415; 0541.793851)

 

 

La partecipazione a tutte le iniziative in programma nella serata del 31 dicembre è libera e gratuita, fino a esaurimento posti. Inoltre dalle ore 21,00 del 31 gennaio alla chiusura il Museo della Città e la Domus del Chirurgo sono aperti con ingresso libero.

Ingresso gratuito al Museo della Città e alla Domus del Chirurgo anche il 1° gennaio (prima domenica del mese) e, come tradizione, il 6 gennaio.

 

Info e aggiornamenti: www.museicomunalirimini.it

 

L’Ufficio Stampa

Read Full Post »

Rossétti, Dante Gabriele (propr. Gabriel Charles Dante). – Poeta e pittore (Londra 1828 – Birchington, Kent, 1882), figlio di Gabriele. Tra i fondatori del movimento dei preraffaelliti, propose l’ideale di un’arte in grado di recuperare l’autenticità e la spiritualità del passato. Artista complesso e poliedrico, incarnò con la sua stessa vita molti aspetti del romanticismo; la sua pittura fu estetizzante e sensuale, spec. nelle figure femminili (Beata Beatrix, 1864-70), e notevole fu pure il suo contributo poetico: The house of life/”life (1881).  Enciclopedia Treccani online.

https://it.wikipedia.org/wiki/Dante_Gabriel_Rossetti

Il preraffaellismo era un movimento che rifiutava le tradizioni che supponeva posteriori alla pittura di Raffaello Sanzio, rivalutando l’arte dei «primitivi» e dei quattrocentisti: sul piano ideologico, invece, si auspicava un ritorno «all’araldico mondo della cristianità medievale» e ad un’arte genuina, semplificata, attingendo particolare vigore dai Nazareni, dal gruppo dei puristi italiani e dai primitifs francesi.

dante-gabriel-rossetti-bocca-baciata

Dante Gabriele Rossetti Bocca baciata

ghirlandaia

Dante Gabriele Rossetti La ghirlandaia

monnavanna

Dante Gabriele Rossetti Monna Vanna

proserpina

Dante Gabriele Rossetti Proserpina

dante_gabriel_rossetti1

 

Read Full Post »

Ricordando le Dame, dalle osterie un’altra cultura il titolo della serata

L’incontro nelle osterie davanti ad un bicchiere a parlare come in un bistrot ha radicato le sue origini a Bologna grazie ad un frate, domenicano  P. Michele Casali OP, che ha aperto una Osteria , l’Osteria delle Dame e ha chiesto a Francesco Guccini di fare il direttore artistico per promuovere gli incontri e l’ascolto  per animare le serate. Questa è stata la partenza a cui ha fatto seguito l’apertura di tante realtà corrispondenti, la Bologna delle Osterie.

Mistic media ha proseguito in questa strada, sia pure molti anni dopo, cercando di fare una mistura, mistic appunto, di contributi, pittori, fotografi, performer, con la presentazione di libri e di dibattiti .

Francesco Guccini e Michele Casali hanno ricordato le osterie, in una serata a loro dedicata, mostrando, nel contempo le opere  di Paolo Bulgarelli “Buli”

L’intervento :  http://www.misticmedia.it/

 

Read Full Post »

Il Natale non sara’ occasione di serenita’ per alcune persone legate alla Enoteca Regionale di Dozza. 600 mila euro sarebbe la cifra contestata ad alcuni fornitori della storica istituzione che dal 1970 ha sede nella rocca della cittadina nota in tutto il mondo per i muri dipinti. Caterina Sforza era la signora del castello che passo’ nei secoli alla nobile Famiglia Malvezzi Campeggi che la dono’ verso la fine degli anni sessanta al comune che, con grande impegno finanziario e, superando scogli burocratici e giusti vincoli architettonici, ne fece la sede prestigiosa e la vetrina dei grandi vini dell’Emilia Romagna. Pierluigi Sciolette attuale presidente dell’Enoteca, Ambrogio Manzi Direttore di Enoteca Servizi e Gian Alfonso Roda ex presidente della Enoteca Regionale di Dozza che ha preceduto Sciolette nel’incarico sono sotto indagine della Guardia di Finanza e del PM di turno che vogliono capire come alcune, sei, imprese di allestimento fieristiche abbiano fatto ad ottenere alcuni finanziamenti per eventi, note Fiere enogastronomiche in Germania in particolare, e che ruolo possa aver avuto l’Enoteca a fronte di fatture presumibilmente gonfiate volte ad ottenere finanziamenti europei. Purtroppo ad andarci di mezzo sara’ il buon nome della Enoteca Regionale, indirettamente la giusta fama conquistata a fatica negli anni dai vini dell’Emilia Romagna e i vignaioli che hanno contribuito con i loro sacrifici umani e finanziari in questi decenni a portare i loro e i vini della regione in alto nel mondo e a far conoscere a tante persone vitigni autoctoni unici. Quando verra’ Natale tutto il mondo cambiera’ cantava Antonello Venditti in una delle sue piu’ belle canzoni. In vino veritas?
Umberto Faedi

 enoteca

Read Full Post »

Ci ha lasciato, nei giorni scorsi, il prof. Gianni Scalia , che ha avuto un ruolo attivo nella rassegna mistic media che propone  arte ed eventi espositivi, anche  nelle osterie di Bologna .

P. Giovanni Bertuzzi O.P. preside dello Studio filosofico domenicano e il prof. Gianni Scalia parlano di Martin Heidegger .

l’intervento : http://www.misticmedia.it/

Read Full Post »

Older Posts »