Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for luglio 2017

Nei giorni scorsi, a Rimini , l’Ordine dei commercialisti ha svolto un convegno su Art Bonus , si ringrazia infinitamente la dottoressa Irene Sanesi per le utili precisazioni

ART BONUS Nuove opportunità di defiscalizzazione per le donazioni alla cultura

Il sostegno alla cultura

Il sostegno alla cultura ArtBonus

Decreto Legge 83/2014 Convertito con modificazioni in Legge n. 106 del 29 luglio 2014

Il decreto legge su cultura e turismo prevede una detrazione Irpef/Ires per le erogazioni liberali alla cultura effettuate dal 2014 (e reso permanente con la legge di stabilità 2016 ) pari al 65%. Tale bonus dovrà essere ripartito in 3 quote annuali di pari importo.

4

Il sostegno alla cultura ArtBonus Il comma 1 dell’ art. 1 del decreto legge precisa che, per usufruire del credito di imposta, le erogazioni liberali devono essere effettuate esclusivamente in denaro e perseguire i seguenti scopi:

• interventi di manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici; • sostegno degli istituti e dei luoghi della cultura di appartenenza pubblica (i.e., come espressamente precisato negli atti parlamentari, musei, biblioteche, archivi, aree e parchi archeologici, complessi monumentali, come definiti dall’ articolo 101del Codice dei beni culturali e del paesaggio di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42); • realizzazione di nuove strutture, restauro e potenziamento di quelle esistenti, delle fondazioni lirico-sinfoniche o di enti o istituzioni pubbliche che, senza scopo di lucro, svolgono esclusivamente attività nello spettacolo.

Il sostegno alla cultura ArtBonus Art. 17 del D.L. 17 ottobre 2016, n. 189 “interventi urgenti in favore delle popolazioni colpite dal sisma del 24 agosto 2016 ”

Prevede che l’Art Bonus spetti anche per le erogazioni liberali effettuate, a decorrere dal 19 ottobre 2016, a favore del Ministero dei beni delle attività culturali e del turismo per interventi di manutenzione, protezione e restauro di beni culturali di interesse religioso delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria interessati dagli eventi sismici del 24 agosto 2016 (Comuni elencati all’art. 1 del citato D.L. ), anche appartenenti ad enti ed istituzioni della Chiesa cattolica o di altre confessioni religiose, di cui all’art. 9 del Codice beni culturali e paesaggio.

6

Il sostegno alla cultura

Art. 10 del Codice beni culturali e paesaggio

Beni di proprietà pubblica: a) le cose immobili e mobili appartenenti allo Stato, alle regioni, agli altri enti pubblici territoriali, nonché ad ogni altro ente ed istituto pubblico che presentano interesse artistico, storico, archeologico o etnoantropologico. b) le raccolte di musei, pinacoteche, gallerie e altri luoghi espositivi dello Stato, delle regioni, degli altri enti pubblici territoriali, nonché di ogni altro ente ed istituto pubblico; c) gli archivi e i singoli documenti dello Stato, delle regioni, degli altri enti pubblici territoriali, nonché di ogni altro ente ed istituto pubblico;

7

Il sostegno alla cultura

Art. 10 del Codice beni culturali e paesaggio

d) le raccolte librarie delle biblioteche dello Stato, delle regioni, degli altri enti pubblici territoriali, nonché di ogni altro ente e istituto pubblico, e) le cose immobili e mobili, di proprietà pubblica, che rivestono un interesse, particolarmente importante a causa del loro riferimento con la storia politica, militare, della letteratura, dell’arte, della scienza, della tecnica, dell’industria e della cultura in genere, ovvero quali testimonianze dell’identità e della storia delle istituzioni pubbliche, collettive o religiose a condizione che sia intervenuta la dichiarazione di interesse culturale di cui all’art. 13 del Codice. f) le collezioni o serie di oggetti, di proprietà pubblica, che non siano ricomprese fra quelle indicate sub lett. b), c), d) e che, per tradizione, fama e particolari caratteristiche ambientali, ovvero per rilevanza artistica, storica, archeologica, numismatica o etnoantropologica, rivestano come complesso un eccezionale interesse, a condizione che sia intervenuta la dichiarazione di interesse culturale di cui all’art. 13 del Codice.

8

Il sostegno alla cultura ArtBonus

L’Agenzia delle Entrate (Risoluzione del 15 ottobre 2015, n. 87/E) ha precisato che possono rientrare nel novero dei soggetti beneficiari anche le fondazioni bancarie aventi come scopo statutario l’intervento nel territorio di riferimento, attraverso l’erogazione di contributi e la promozione di iniziative, e che hanno prescelto, nel c.d. ordinamento di settore quello dell’“arte, attività e beni culturali”, relativamente alle somme spese per la progettazione e l’esecuzione delle opere di restauro e valorizzazione dei beni culturali, secondo quanto stabilito dai protocolli d’intesa stipulati con gli enti pubblici territoriali nei quali sono previamente identificati l’importo e la destinazione della donazione.

SOGGETTI BENEFICIARI

9

Il sostegno alla cultura ArtBonus

SOGGETTI BENEFICIARI

La natura dell’azione delle fondazioni bancarie de quibus è quella di mecenatismo in quanto intervenendo nei termini suddetti, non agiscono con alcun scopo di lucro e “il fatto che le medesime non trasferiscano somme di denaro all’ente pubblico territoriale ma provvedano direttamente, al pagamento delle fatture per la progettazione e l’esecuzione dei lavori di restauro del bene pubblico, appare elemento che non influisce sul meccanismo di liberalità”.

10

Il sostegno alla cultura ArtBonus

SOGGETTI BENEFICIARI

Questo costituisce un caso di diretta applicazione dell’art. 121 del D.Lgs. del 22 gennaio 2004 n. 42 (c.d. Codice beni culturali e paesaggio) il quale prevede espressamente che gli enti pubblici territoriali possano stipulare protocolli d’intesa con le fondazioni bancarie che statutariamente perseguono scopi di utilità sociale nel settore dell’arte, attività e beni culturali.

Come effettuare le liberalità

La Circolare dell’ Agenzia delle Entrate richiama le indicazioni fornite dalla risoluzione n. 133/E del 2007, la quale riporta che le erogazioni liberali devono essere effettuate avvalendosi esclusivamente di uno dei seguenti sistemi di pagamento: • banca • ufficio postale • carte di debito, di credito e prepagate, assegni bancari e circolari

11

Il sostegno alla cultura ArtBonus

12

Il sostegno alla cultura ArtBonus La Risoluzione dell’Agenzia delle Entrate istituisce il codice tributo “6842” per consentire l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del credito di imposta per favorire le erogazioni liberali a sostegno della cultura, ai sensi dell’art. 1 del decreto legge 31 Maggio 2014, n. 83.

NOTE In sede di compilazione del modello F24, il codice tributo “6842” è esposto nella sezione “Erario” (nella colonna “importi a credito compensati”) con l’indicazione dell’anno d’imposta nel quale sono state effettuate le erogazioni liberali).

13

Il sostegno alla cultura ArtBonus

Nel periodo di applicazione del regime agevolativo in esame per le erogazioni liberali di cui al comma 1, è temporaneamente disapplicato quanto previsto, a fini IRPEF, dall’articolo 15, comma 1, lettere h) e i), e, a fini IRES, dall’articolo 100, comma 2, lettere f) e g), del TUIR. La disciplina del TUIR resta, comunque, in vigore per le fattispecie non contemplate dall’articolo 1 del decreto-legge n. 83 del 2014, come ad esempio l’erogazione per l’acquisto di beni culturali.

Art. 15 co. 1 lett. h)

Erogazioni liberali in denaro a favore dello Stato, enti o pubbliche istituzioni, fondazioni, associazioni riconosciute che svolgono attività di studio, ricerca e docum. di valore artistico o culturale effettuate per l’acquisto, la manutenzione, la protezione o il restauro di cose di interesse artisticoculturale.

PERSONE FISICHE

Detrazione del 19% dell’imposta Irpef

Erogazioni liberali in denaro per interventi di manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici, per il sostegno degli istituti e dei luoghi della cultura di appartenenza pubblica e/o vigilati dal Ministero, fondazioni lirico/sinfoniche, enti o ist. pubbliche che svolgono esclusivamente attività nello spettacolo per la realizzazione di nuove strutture, il restauro e il potenziamento di quelle esistenti.

Il sostegno alla cultura Private fundraising

Art. 15 co. 1 lett. h)

Erogazioni liberali in denaro a favore dello Stato, enti o pubbliche istituzioni, fondazioni, associazioni riconosciute che svolgono attività di studio, ricerca e docum. di valore artistico o culturale effettuate per l’acquisto, la manutenzione, la protezione o il restauro di cose di interesse artisticoculturale.

PERSONE FISICHE

Detrazione del 19% dell’imposta Irpef

Erogazioni liberali in denaro per interventi di manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici, per il sostegno degli istituti e dei luoghi della cultura di appartenenza pubblica e/o vigilati dal Ministero, fondazioni lirico/sinfoniche, enti o ist. pubbliche che svolgono esclusivamente attività nello spettacolo per la realizzazione di nuove strutture, il restauro e il potenziamento di quelle esistenti.

PERSONE FISICHE

Detrazione del 65% dall’ imposta IRPEF

Bonus max pari al 15% del reddito imponibile.

Detrazione ripartita in 3 quote annuali.

Modello F24 Codice tributo 6842

Erogazioni liberali in denaro per un importo non superiore al 2% del reddito a favore di enti o pubbliche istituzioni, fondazioni, associazioni riconosciute che svolgono attività nello spettacolo, effettuate per la realizzazione di nuove strutture, la manutenzione delle esistenti e per la produzione di spettacoli.

PERSONE FISICHE

Detrazione del 19% dell’imposta Irpef

Erogazioni liberali in denaro per interventi di manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici, per il sostegno degli istituti e dei luoghi della cultura di appartenenza pubblica e/o vigilati dal Ministero, fondazioni lirico/sinfoniche, enti o ist. pubbliche che svolgono esclusivamente attività nello spettacolo per la realizzazione di nuove strutture, il restauro e il potenziamento di quelle esistenti.

PERSONE FISICHE

Detrazione del 65% dall’ imposta IRPEF

Bonus max pari al 15% del reddito imponibile.

Detrazione ripartita in 3 quote annuali.

Modello F24 Codice tributo 6842

Tuir Post decreto legge

15

• IL CRITERIO DI CASSA (fino ad ora la detrazione/deduzione avveniva tutta nell’anno di erogazione) viene sostituito dalla ripartizione in 3 annualità.

• Le nuove disposizioni NON si applicano alle erogazioni liberali in NATURA.

• Le nuove disposizioni NON si applicano all’ACQUISTO di beni di interesse culturale.

• Le nuove disposizioni prevedono il PUBBLICO RINGRAZIAMENTO sui siti web della liberalità ricevuta e della loro destinazione.

16

Il sostegno alla cultura ArtBonus

Trattasi di oneri ad utilità sociale corrisposti ai sensi Art.100 co.2 TUIR, ovvero quando la dazione di somme in denaro o valori in natura affluenti ad una entità no profit a carattere culturale non avvenga in dipendenza di un rapporto sinallagmatico di tipo corrispettivo – vale a dire a fronte di cessione di beni e/o prestazione di servizi – quanto piuttosto a titolo di sostenimento di un’attività di interesse collettivo e in difetto del requisito dell’inerenza per l’impresa erogatrice.

Il sostegno alla cultura Corporate fundraising

17

Art. 100 co. 2 lett. f

Erogazioni liberali in denaro a favore dello Stato, enti o pubbliche istituzioni, fondazioni, associazioni riconosciute che svolgono attività di studio, ricerca e docum. di valore artistico o culturale effettuate per l’acquisto, la manutenzione, la protezione o il restauro di cose di interesse artistico-culturale …sono comprese le erogazioni per l’organizzazione di mostre o esposizioni e per studi e ricerche a tal fine necessari, previa autorizzazione del Mn. Beni e Attività Culturali.

IMPRESE

Deducibilità Ires senza limiti.

Erogazioni liberali in denaro per interventi di manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici, per il sostegno degli istituti e dei luoghi della cultura di appartenenza pubblica e/o vigilati dal Ministero, fondazioni lirico/sinfoniche, enti o ist.pubbliche che svolgono esclusivamente attività nello spettacolo per la realizzazione di nuove strutture, il restauro e il potenziamento di quelle esistenti.

IMPRESE

Bonus max pari al 5 per mille dei ricavi annui.

Il credito d’imposta pari al 65% è ripartito in tre quote annuali di pari importo.

Tuir Post decreto legge

Il sostegno alla cultura Corporate fundraising

18

Art. 100 co. 2 lett. g

Erogazioni liberali in denaro per importo non superiore al 2% del reddito d’impresa dichiarato a favore di enti o pubbliche istituzioni, fondazioni, associazioni riconosciute che svolgono attività nello spettacolo effettuate per la realizzazione di nuove strutture e manutenzione delle esistenti e la produzione di spettacoli.

IMPRESE

Deducibilità Ires senza limiti.

Erogazioni liberali in denaro per interventi di manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici, per il sostegno degli istituti e dei luoghi della cultura di appartenenza pubblica e/o vigilati dal Ministero, fondazioni lirico/sinfoniche, enti o ist.pubbliche che svolgono esclusivamente attività nello spettacolo per la realizzazione di nuove strutture, il restauro e il potenziamento di quelle esistenti.

IMPRESE

Bonus max pari al 5 per mille dei ricavi annui.

Il credito d’imposta pari al 65% è ripartito in tre quote annuali di pari importo.

Art. 100 co. 2 lett. g

Erogazioni liberali in denaro per importo non superiore al 2% del reddito d’impresa dichiarato a favore di enti o pubbliche istituzioni, fondazioni, associazioni riconosciute che svolgono attività nello spettacolo effettuate per la realizzazione di nuove strutture e manutenzione delle esistenti e la produzione di spettacoli.

IMPRESE

Deducibilità Ires senza limiti.

Erogazioni liberali in denaro per interventi di manutenzione, protezione e restauro di beni culturali pubblici, per il sostegno degli istituti e dei luoghi della cultura di appartenenza pubblica e/o vigilati dal Ministero, fondazioni lirico/sinfoniche, enti o ist.pubbliche che svolgono esclusivamente attività nello spettacolo per la realizzazione di nuove strutture, il restauro e il potenziamento di quelle esistenti.

IMPRESE

Bonus max pari al 5 per mille dei ricavi annui.

Il credito d’imposta pari al 65% è ripartito in tre quote annuali di pari importo.

 

http://artbonus.gov.it/

Read Full Post »

30News estate 2017
La Collezione Maramotti chiuderà per la pausa estiva dall’1 al 25 agosto.

In preparazione per l’autunno:

Emma Hart | Mamma Mia!
Max Mara Art Prize for Women, in collaborazione con Whitechapel Gallery
15 ottobre 2017 – 18 febbraio 2018
La nuova grande installazione di Emma Hart, vincitrice del Max Mara Art Prize for Women, è il risultato di una residenza di sei mesi in Italia che si è svolta nel 2016 tra Milano, Todi e Faenza. Hart presenta una famiglia di grandi teste di ceramica – prodotte dall’artista a Faenza – che sembrano dialogare tra loro.

Luisa Rabbia | Love
15 ottobre 2017 – 18 febbraio 2018
La mostra di Luisa Rabbia accoglie un corpo di dieci opere realizzate dal 2009 al 2017, tutti lavori acquisiti dalla Collezione Maramotti che da molti anni segue la sua ricerca. La mostra include interventi su carta e su tela, un libro d’artista e un’importante opera site-specific, realizzata direttamente sulla parete dello spazio espositivo.

Progetto Saburo Teshigawara
in collaborazione con I Teatri di Reggio Emilia – Festival Aperto
31 ottobre: Tristan and Isolde, prima europea, Teatro Ariosto
1–5 novembre: Pointed Peak, performance site specific, Collezione Maramotti
5 novembre: incontro con il coreografo, Collezione Maramotti

Sarà inoltre possibile visitare la mostra in corso It starts with the firing di Elisabetta Benassi fino al 17 settembre.

Buona estate a tutti voi!

Ufficio stampa
Rhiannon Pickles – Pickles PR
rhiannon@picklespr.com

Collezione Maramotti
Via Fratelli Cervi 66, Reggio Emilia
Tel. +39 0522 382484
info@collezionemaramotti.org
www.collezionemaramotti.org

Emma Hart la vincitrice del Max Mara Art Prize for Women, in collaborazione con Whitechapel Gallery

 


It starts with the firing di Elisabetta Benassi

 

 

Luisa Rabbia Love

 

di più

http://www.collezionemaramotti.org/it

 

Read Full Post »

16° PREMIO MARCO PESARESI

Il Premio Marco Pesaresi, giunto alla 16^ edizione, è aperto a tutti i fotografi di ogni nazionalità nati dopo il 1 gennaio 1977 compreso. (sabato 12 agosto 2017).

Il valore del Premio è di 5.000,00 euro (cinquemila//00 euro).

Il progetto fotografico, realizzato grazie al contributo del Premio, sarà esposto in mostra alla prossima edizione del SIFEST 2018.
Per maggiori informazioni qui il bando

PREMIO MARCO PESARESI 2017

http://www.sifest.it/si-fest-off/bando-2017-off/

Le foto sono di Martin Errichello e Filippo Menichetti (vincitori del premio Pesaresi 2016)

Martin Errichiello (Napoli, 1987) e Filippo Menichetti(Firenze, 1986) vincono il Premio Pesaresi 2016. I due giovani autori che formano un sodalizio artistico,  sono giunti ieri sera a Savignano sul Rubicone direttamente dalla Campania dove attualmente vivono, per ritirare personalmente il riconoscimento. Il progetto, dal titolo In Quarta Persona sceglie la Calabria – frammento ed icona di tanti Sud – come territorio di ricerca, costituendo una sorta di mappatura dinamica della geografia di quella terra  in un intreccio di immagini, linguaggi e tematiche che hanno interessato gli ultimi 50 anni di storia dell’intero paese.

Read Full Post »

 

Domenica  30 luglio 2017 ore 21.15 – Castel Sismondo – Rimini Centro Storico

E’ finalmente arrivato il concerto clou della rassegna “Concerti d’estate a Castel Sismondo”. Domenica  30 luglio 2017 ore 21.15 , nella suggestiva cornice del castello malatestiano nel Centro Storico di Rimini la Banda città di Rimini diretta dal m° Jader Abbondanza si esibirà in un concerto davvero speciale interamente dedicato a Federico Fellini sulle musiche di Nino Rota appositamente scritte per i film diretti dal grande maestro riminese. Il concerto sarà aperto dal tema di Amarcord cui farà seguito una selezione dei brani più significativi, arrangiati per banda, tratti dalle colonne sonore di Casanova, Giulietta degli spiriti, i clown, il bidone, la dolce vita, la strada, otto e mezzo, prova d’orchestra e Roma.

Con questo concerto che è destinato a diventare il biglietto da visita della formazione bandistica riminese, la Banda intende dare il proprio contributo, di  ricerca, di studio e di buona musica agli eventi che segneranno la nuova e più importante  fase della strategia dell’attenzione della città nei confronti del Maestro, a partire dal museo Fellini a Castel Sismondo e dal cinema Fulgor, finalmente restituito alla comunità riminese,  fino ai percorsi urbani felliniani.

Ingresso libero

Media partner:  Corriere Romagna; LINK, Rimini da vivere

Un grazie particolare a Romagna Acque, società delle fonti che sarà presente con un proprio punto informative.

Per info:

Banda Città di Rimini

www.bandacittadirimini.it

 

Di più (una foto comune di Nino Rota e Federico Fellini)

https://it.wikipedia.org/wiki/Nino_Rota

 

Read Full Post »

 Dal 18 luglio al 17 settembre la Sala delle Volte dell’EXMA di Cagliari ospita Sale Sudore Sangue, progetto originale di Francesco Zizola per Consorzio Camù e 10b Photography, curato da Deanna Richardson. In mostra le fotografie, scattate negli ultimi cinque anni da Zizola tra Portoscuso e Porto Paglia, che raccontano l’antico metodo di pesca del tonno rosso sviluppato nelle tonnare e la cui origine risale alle incursioni arabe.

Le immagini di Francesco Zizola sono state pubblicate in tutto il mondo dalle più importanti testate italiane e internazionali. Per il suo lavoro ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui dieci World Press Photo e sei Picture of the Year International.

https://tinyurl.com/ybrg86rw

Read Full Post »

Prosegue al Museo della Città “Luigi Tonini” di Rimini
FRONTESPIZIO piccola rassegna di libri nuovi

Stefano Simoncelli
Prove del diluvio
edizioni Italic Pequod
 presentazione del libro
giovedì  27 luglio 2017 ore 17.30

Museo della Città “Luigi Tonini” Via L. Tonini,1  Rimini

Qualcuno ha telefonato in piena notte,
mi cercava, ma non ho fatto in tempo
e nella cornetta, tra un tu tu e l’altro,
mi è sembrato ci fosse un fruscio
o un volteggiare frenetico
come ali di insetti contro un vetro.
Subito ho pensato alla casa sul porto,
allo sciame di api che assediano il terrazzo
e a te che non chiami da troppo tempo.
Allora ho ripreso in mano il telefono
per domandarti se poco fa,
mentre dormivo…
In tutti questi anni, che potrei riassumere
in decine di sogni con noi due abbracciati
e squassanti risvegli solitari, ti ho sentita
così vicina e viva in ogni momento
che molte volte lo dimentico:
non sei più raggiungibile
e non puoi telefonare da nessuna cabina,
o almeno è quello che molti credono.

 

Read Full Post »

Incontro con Roberto Pazzi per la presentazione del suo ultimo libro Lazzaro(Bompiani). Interviene con l’autore RenatoBarilli.L’evento fa parte di Best. La cultura si fa spazio. Il cartellone delle attività estive promosso e coordinato dal Comune di Bologna.  In caso di pioggia l’evento si trasferisce nella sala dello Stabat Mater del Palazzo dell’Archiginnasio.
Il 26 Luglio 2017 ore 21 Cortile dell’Archiginnasio
Informazioni : Biblioteca dell’Archiginnasio  Tel. 051 276811

27 Luglio 2017
ore 21 Cortile dell’Archiginnasio Letture di Mauro Covacich, musiche degli Zois, in occasione della pubblicazione del libro di Mauro Covacich : La città interiore (La Nave di Teseo).

 

31 luglio ore 17 (ingresso gratuito) 

Visita guidata alla mostra Ai tempi della Balla GrossaLe imprese criminali di un’associazione di malfattori nella Bologna postunitaria condotta dal curatore Marcello Fini.

 

31 luglio alle 21

Incontro con Maurizio Torrealta per la presentazione del suo libro Il filo dei giorni (Imprimatur). Dialogano con l’autore Paolo Bolognesi e Leonardo Grassi.
Evento in collaborazione con l’Associazione tra i familiari delle vittime della strage alla stazione di Bologna del 2 agosto 1980.

Read Full Post »

Older Posts »