Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for maggio 2018

Il Comune di San Lazzaro di Savena (Bologna) nella persona del  Sindaco Isabella Conti e nel Comune confinante di Ozzano il cui Sindaco Luca Lelli hanno inaugurato una statua in omaggio alle vittorie olimpioniche di Alberto Tomba, nell’ambito di una popolosissima cerimonia che ha visto l’Alberto Tomba fan club.

Una intervista a Gennaro Natullo artefice dell’opera .

Read Full Post »

L’appuntamento con i vini della Cantina Le Vie di Romans conclude la serie delle degustazioni gratuite prima dell’estate alla Enoteca La Cantina in Via Murri 105/D.

L’azienda si trova a Mariano del Friuli in provincia di Gorizia e ha da sempre improntato la sua filosofia ad  uno stretto connubio tra l’ambiente, l’uomo e le tecniche di viticoltura.

Iniziamo con Piere Sauvignon Blanc DOC Friuli Isonzo Rive Alte 2015 con 13,5″. Colore giallo dorato delicato, profumo tipico di salvia e di frutta e note di frutta tropicale. Molto intenso e persistente. Al palato risulta assai gradevole.

Segue Dolee Friulano 2015 con 13,50″, il già noto Tocai, sempre DOC Friuli Isonzo. Un bel colore giallo paglierino un po tenue. Note di fiori bianchi e frutta bianca con sfumature aromatiche. In bocca denota una marcata aromaticità e grande persistenza con finale di mandorla amara.

Grande carattere. Dis Cumieris Malvasia Istriana 2015 che porta 13″veramente particolare. Alla vista denota un bel colore giallo oro delicatissimo.

Profumi intensi di frutta bianca. Molto secco, persistente. Lo Chardonnay Vie Di Romans 2016 che dichiara 14,5″ conclude questa gradevolissima ed interessante tornata. Ha un particolare colore giallo oro e sentori di frutta bianca e fiori bianchi. Rivela al palato note di frutta secca.

Come gli altri persistente e di grande carattere. Nicola e il suo staff hanno accolto i fortunati ospiti con la solita cortesia e simpatia  Gli appuntamenti gratuiti di degustazione alla Enoteca La Cantina in Via Murri 105/D riprendono dopo l’Estate.

Umberto Faedi

Nicola Castellucci e il rappresentante della Cantina Le Vie di Romans

 

Read Full Post »

 

Laure Prouvost rappresenterà la Francia alla Biennale di Venezia 2019

Laure Prouvost

Il 18 maggio 2018 il Ministero della Cultura francese ha annunciato che Laure Prouvost rappresenterà la Francia alla 58° Biennale d’Arte di Venezia nel 2019.

L’artista, già vincitrice del Max Mara Art Prize for Women 2011-2013 e del Turner Prize 2013, è stata selezionata per la sua “capacità di cogliere soggetti sia intimi che universali, che rilascia nello spazio utilizzando mezzi estremamente differenti”.
Considerata una delle artiste francesi più inventive della sua generazione, Prouvost “gioca tra finzione e rapporto personale con il linguaggio e la traduzione, per raccontare con ironia e poesia la sua relazione con le cose, i corpi e la vita”.

Laure Prouvost (n. 1978, Lille) lavora tra Londra e Anversa.
Vincitrice della quarta edizione del Max Mara Art Prize for Women, in collaborazione con Whitechapel Gallery, dopo una residenza di 6 mesi in Italia ha presentato il suo progetto Farfromwords: car mirrors eat raspberries when swimming through the sun, to swallow sweet smells prima alla Whitechapel Gallery e poi alla Collezione Maramotti, che ha acquisito il lavoro.

Ufficio stampa
Rhiannon Pickles – Pickles PR
Tel. +31 (0)6158 21202
rhiannon@picklespr.com

Collezione Maramotti
Via Fratelli Cervi 66, Reggio Emilia
Tel. +39 0522 382484
info@collezionemaramotti.org
collezionemaramotti.org

di più

http://www.collezionemaramotti.org/it/dettaglio-mostra/-/laure-prouvost–farfromwords-car-mirrors-eat-raspberries-when-swimming-through-the-sun-to-swallow-sweet-smells/158978

Read Full Post »

Read Full Post »

Dal Vice Presidente di Manager Italia . Mario Mantovani

 

Cari amici e colleghi, trovate allegato l’invito a questo pomeriggio / serata organizzato a Mirandola.

E’ un’anteprima del Memoria Festival, che si svolge nei giorni successivi nella città di Pico della Mirandola, pensato per non dimenticare la storia di un luogo duramente colpito dal terremoto del 2012.
Spero di vedervi !

Read Full Post »

Casa Museo Pietro Ghizzardi e Villa Falugi
Visita guidata tra storia e leggenda

sabato 2 giugno 2018

Turno 1: 10:30 – 13:00
Turno 2: 15:30 – 18:00
Un’occasione unica per scoprire il mondo di Pietro Ghizzardi attraverso un doppio viaggio artistico in due luoghi-simbolo ghizzardiani, entrambi a Boretto: la Casa Museo “Pietro Ghizzardi”, l’abitazione in cui l’artista visse gli ultimi anni della sua vita e che oggi ospita la maggiore collezione delle sue opere e l’archivio storico, e  Villa Falugi, il casino di caccia napoleonico che l’artista affrescò nel 1969 e che Zavattini definì la “Cappella Sistina della Bassa” e che a distanza di 50 anni dall’impresa artistica di Ghizzardi continua a mantenere intatto il suo fascino senza tempo.

Sarà possibile visitare entrambi i luoghi con la guida del personale della Casa Museo “Pietro Ghizzardi” sabato 2 giugno: le visite saranno distribuite in due turni, uno al mattino alle 10:00 e uno al pomeriggio alle 15:30, per permettere agli intervenuti una migliore fruizione degli spazi.

La prenotazione non è obbligatoria, ma aiuta il personale a garantire una migliore gestione dei visitatori.

Il punto di ritrovo, in cui presentarsi agli orari indicati in testa, è:
Casa Museo “Pietro Ghizzardi”
via De Rossi, 27/B
Boretto 

Dopo la visita alla Casa Museo “Pietro Ghizzardi” ci si sposterà a Villa Falugi, a circa 1 km di distanza.

 

Read Full Post »

Il Ristorante del Borgo delle Vigne sulle colline di Zola Predosa si trova in mezzo alle piante di Pignoletto e delle altre varietà coltivate nei terreni della Cantina Gaggioli.
Piero Valdiserra era molto legato a questo luogo e appena poteva era solito andarci per trascorrere gradevoli momenti in compagnia di familiari ed amici e di Letizia e Carlo Gaggioli. E qualche sera fa la compagna Simonetta assieme a suo figlio Riccardo e gli Amici coi quali Piero condivideva lavoro e svago si sono ritrovati per parlare di Lui e stare insieme. Senza tristezza e molto semplicemente siamo stati a tavola e abbiamo goduto degli ottimi piatti della cucina del Ristorante del Borgo delle Vigne abbinati con gli eccellenti vini della Cantina.
Appena seduti abbiamo brindato a Piero con l’ottimo Spumante Il Francia Brut che ha accompagnato una deliziosa Crema di Asparagi e Burratina guarnite da crostini di pane.
Squisite Caramelle ripiene molto delicate sono state ben abbinate al Sauvignon e hanno preceduto un’ottima Tagliata guarnita con squisite patate al forno in mariage con un eccezionale Rosso Bologna Riserva.
Fragole e Panna cotta al basilico con salsa di limone e zenzero abbinate all’Ambrosia Passito hanno chiuso la cena alla quale hanno partecipato Simonetta e Riccardo, Donatella Luccarini editrice di Charme Magazine, Maria Grazia Palmieri che ha istituito lo Spaghetto D’Oro intitolato a Piero, Alessio Orsi fotografo ed editore di Smap, Giulio Biasion editore del libro di Piero dedicato agli Spaghetti alla Bolognese, Roberta Ricci fotografa e blogger, Letizia e Carlo Gaggioli e il sottoscritto.

Aneddoti e ricordi di momenti, viaggi e giornate trascorse insieme si sono sovrapposti durante la serata con molta serenità. Non è stata e non voleva essere una serata triste o nostalgica, bensì molto tranquilla e piena di affetto ed amicizia come piaceva a Piero.

Umberto Faedi

Read Full Post »

Older Posts »