Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for giugno 2018

La rassegna dei  burattini di Bologna estate  giunge  quest’anno alla  ottava edizione con l’eredità artistica lasciata da Wolfango  di cui si sono scoperti bozzetti e disegni inediti   di burattini poi realizzati artigianalmente  da Riccardo Pazzaglia, che, aiutato da Alighiera Peretti Poggi figlia e curatrice dell’opera di Wolfango, ha realizzato  l’Amleto che verrà presentato al Cortile d’onore di Palazzo D’Accursio, domenica 2 e martedì 4 settembre alle 21 ,  il 30 giugno alle 21 Bologna è invitata alla prima rappresentazione di Bologna Estate dei Burattini con un saluto del cantautore Luca carboni , gli spettacoli dei burattini saranno : “Parata di stelle ” e “Le due Mercedes”  Assieme ad altri eventi  ci sarà  la partecipazione del Gruppo Ocarinistico Budriese il 30 agosto  alle 21  per le celebrazioni dell’anno rossiniano con il “barbiere di Siviglia” a 150 dalla scomparsa del grande Maestro.

Una conferenza stampa molto interessante e ricca di stimoli , che  con all’assessore alla Cultura del Comune di Bologna Matteo Lepore che vede coinvolto   il cantautore Luca Carboni come  padrino ufficiale della manifestazione.

Nella conferenza stampa il direttore artistico Riccardo Pazzaglia  ha spiegato l’articolazione della manifestazione che prevede una rassegna di spettacoli, incontri, performance, conferenze e laboratori per i più piccini, una conferenza sulle burattinaie di Milena Fantuzzi e la possibilità di  seguire gli spettacoli e le iniziative anche in inglese  per gli ospiti e i turisti , traducendo il momento estivo delle vacanze e delle visite in un momento coinvolgente  entusiasmante e formativo  anche per i bimbi ospiti a Bologna con lo spettacolo antico e sempre nuovo dei burattini.

L’attore Vittorio Franceschi, che impersona l’Amleto realizzato in forma burattinesca ha raccontato che si vergognava di dire agli amici, quand’era adolescente, che aveva passato i pomeriggi della domenica a vedere i burattini . uno spettacolo che lo ha profondamente formato fino ad arrivare -oggi-  alla sua professione di attore.

Oltre a Riccardo Pazzaglia ha partecipato alla conferenza stampa l’assessore alla Cultura del Comune di Bologna Matteo Lepore, il prof. Vittorio Franceschi che riesce a fare vibrare in  un burattino i complessi  sentimenti che agitano l’Amleto , c’erano Milena Fantuzzi e Alighiera Peretti Poggi , figlia e curatrice dell’opera di Wolfango.

La conferenza stampa a Palazzo D’Accursio sotto “Il cassetto di Wolfango”

 

 

Read Full Post »

Il contributo di Henri Carter Bresson alla fotografia è di fondamentale importanza, definisce un approccio fotografico nuovo e a tutt’oggi insuperato. Bresson fonda l’Agenzia Magnum con altri colleghi , decidono dove andare e per sè Bresson sceglie l’Asia, gli altri fotografi sono Roger Rodger , Robert Capa, David “Kim ” Seymour, William Vandivert.

 

Read Full Post »

 

Ezra Pound in alto, Henri Matisse

 

Fra le foto di viaggio di Henri Cartier Bresson c’è la seconda foto in alto che si riferisce all’attività di Bresson come partigiano, nella foto una partigiana riconosce una collaborazionista dei nazisti e viene fatto un processo popolare per strada.

Read Full Post »

La Repubblica di Georgia ha presentato a Bologna il nuovo volo della Georgian Airways che collega due volte alla settimana l’Aeroporto Guglielmo Marconi alla capitale georgiana Tblisi. La Georgia fa parte della CSI Confederazione degli Stati Indipendenti sorta dopo il dissolvimento dell’URSS. E’ situata a cavallo tra l’Europa e l’Asia nella zona caucasica e si affaccia sul Mar Nero confinando con Russia, Turchia, Ossezia, Abkhazia, Armenia e Azerbaijan. Sembra che il primo europeo sia l’Homo Georgicus e la Georgia intreccia la sua storia con Giasone sposo della maga Medea e gli Argonauti che andarono alla ricerca del Vello d’Oro. Negli ultimi cinque anni sono raddoppiati i turisti italiani che si recano in Georgia e cio’ ha indotto ad intensificare i collegamenti aerei. Altri voli per la Georgia partono da Milano Malpensa e da Roma Fiumicino per Kutaisi. Tanti sono i motivi per visitare la repubblica caucasica a partire dalla sua storia, i monumenti quali le torri medievali patrimonio dell’Unesco, le Grotte di Prometeo che sono fra le piu’ grandi del mondo, i piatti della cucina elogiati dal grande scrittore Aleksandr Pushkin e i vini fatti macerare in anfore dette qvevri usate soprattutto per le tipologie di vini bianchi che nelle anfore interrate fermentano assieme vinacce e mosto. Si possono visitare i resti della prima cantina che si dice risale a 4000 anni a.c. e fare interessanti tour enogastronomici.

Tanti i buoni motivi per fare una vacanza in Georgia.

Umberto Faedi

foto di Umberto Faedi

dall’alto:

Le Torri medioevali di Tblisi

Panorama di Tblisi

Vino rosso Georgiano

Vino Bianco Georgiano

Read Full Post »

A Bologna il “Cinema ritrovato” ha avuto come ospite d’onore il regista Martin Scorsese che ha presentato un film del 1948 di Emilio Fernandez : “Enamorada”. Fernandez che aveva avuto una vita tormentata, improvvisamente, in fuga a Los Angeles, scoprì il cinema. Il successo delle collaborazioni , negli anni Quaranta, fra Emilio Fernandez e Gabriel Figueroa mise in risalto il cinema messicano descrivendone l’identità post rivoluzionaria. Fra le persone  che hanno collaborato a fare restaurare il film anche Olivia Harrison, la moglie di George.

Il Direttore della Cineteca di Bologna, Gianluca Farinelli che nei tre giorni di presenza di Scorsese ha organizzato eventi con migliaia di persone , al teatro Comunale i biglietti erano finiti dopo un’ora, in Piazza Maggiore la gente straripava, ha fatto gli onori di casa l’assessore alla Cultura del Comune di  Bologna Matteo Lepore, il Sindaco di Bologna Virginio Merola ha presenziato l’inaugurazione del cinema Modernissimo, ancora in fase di restauro che, per tanti anni era stato considerato uno dei maggiori cinema di Bologna e che cadde in disuso mentre oggi rivive col progetto della Cineteca restituendo un gioiello alla città.

Le foto sono di Gianni Schicchi


 

Read Full Post »

Si è svolto il 19 giugno un convegno in Cineteca sulla “Nuova legge Cinema : il rilancio del Cinema italiano , nuove opportunità per le industrie culturali e creative ” a cura della commissione Studi dell’ODEC di Bologna : “Economia della Cultura.”

La riforma attesa da quarant’anni è ora fortemente caratterizzata da un approccio con una visione industriale , come strumento per la gestione di un comparto estremamente articolato, diversificato e complesso.

I saluti e l’avvio dei lavori con  Massimo Mezzetti, Alessandro Bonazzi, presidente dell’ODCEC di Bologna, Dante Loris Romeo, Presidente Fondazione DCEC di Bologna, Stefano Della verità, Fondatore dell’Ordine Forense di Bologna. 

Ha coordinato gli interventi il giornalista di Rai 3 Nelson Bova. 

Nel programma dei lavori , dopo i saluti istituzionali è intervenuto l’Assessore regionale alla Cultura Emilia Romagna Massimo Mezzetti  offrendo un panorama della situazione incoraggiante :

“…Nel 2017 il settore contava 22 mila unità locali e oltre 80 mila occupati, il 4,9del totale dell’Emilia-Romagna, con competenze e scolarizzazione superiori alla media regionale, producendo il 5,4% del valore aggiunto (Pil economico) per un totale di 7 miliardi e 134 milioni di euro, con una previsione entro il 2020 di oltre 7,5 miliardi. Un quadro che si colloca a pieno titolo nell’ambito di una crescita complessiva dell’economia della Regione Emilia-Romagna.

Sono i principali dati della ricerca “Economia arancione, un’analisi sull’impatto dell’industria creativa in Emilia-Romagna”, realizzata da Ervet e presentata alla stampa questa mattina dall’assessore regionale alla Cultura Massimo Mezzetti. Il settore dell’Economia arancione, che rappresenta in modo ormai riconosciuto il colore della creatività e le industrie legate alla cultura, non è solo “ampio” ma, secondo l’indagine, uno di quelli che è cresciuto di più anche nel periodo di crisi, e le previsioniper il 2018-2020, indicano un’ulteriore crescita del valore aggiunto con una media del +1,7% l’anno…”

Ha parlato della necessità di costituire un fondo pubblico e privato  dividendo le due strade con un’unica cabina di regia.

Il giornalista Claudio Santini ha parlato della figura del giornalista nel cinema, il giornalista dagli abiti stazzonati con il cappello e il pass sulla tesa, caro al cinema americano, ha ricordato l’Italia fascista e la nascita dell’istituto Luce  (acronimo di Unione Cinematografica Educativa )  la prima legge Alfieri sul cinema  dà maggiore censura e oscuramento della produzione americana, ha ricordato Osvaldo Valenti e Luisa Ferida , giustiziati perchè rappresentavano il fascismo,  “- è la stampa, bellezza “.

Ha citato, in particolare, 4 potere di Orson Welles, Asso nella manica, la Vita difficile , Sbatti il mostro in prima pagina, Muro di gomma …

Stefano Della Verità ha esortato alla collaborazione tra i vari ordini, la cultura e la giustizia , il cinema specchio della realtà , multiforme e multicolore.

Dante Loris Romeo , presidente dell’ordine dei Commercialisti ha ricordato il concorso letterario in corso e della volontà di mettersi in gioco come Ordine alle nuove espressioni.

Silvano Thomas e Stefania Grazia  hanno analizzato con competenza il sistema produttivo audiovisivo , la produzione culturale ha un effetto moltiplicatore a cui occorre soggiacere con il rispetto delle norme tax credit , Stefania Grazia cita “The Accountant”  con Ben  Affleck.

Massimo Fantini ha parlato di start up creative e culturali , l’Impresa creativa e culturale è la prima inserita con la legge 205 del 27 dicembre 2017, le caratteristiche vengono descritte dall’art. 1 comma 53 , il concetto creativo e culturale e una dichiarazione di conservazione e la valorizzazione di un prodotto culturale . L’impresa e l’imprenditorialità   deve puntare alla creazione e alla valorizzazione di un prodotto culturale che deve generare un significativo impatto per la valorizzazione del patrimonio ideativo e culturale  e valorizzare il concetto espresso dalla legge, ma è un primo passo. Mancano di decreti attuativi .

Ha chiuso la prima parte dei lavori Davide Pierantoni  Vice direttore  Fondazione Cineteca di Bologna che ha mostrato delle slide per raccontare la storia della Cineteca di Bologna, che ha vinto una difficile scommessa, riuscire a portare centomila persone in piazza a vedere film cult , da  storia del cinema, riuscendo a proporsi al  pubblico attuale che segue serie televisive in streaming. Ha mostrato, al termine del suo intervento, una foto dell’Arena del Sole, una immagine di fine ‘800 dove i presenti, appartenenti  a tutti i ceti sociali seguono la centesima rappresentazione della “Figlia di Jorio” .

Nel pomeriggio  si sono susseguiti gli interventi di  Alberto Musso (Professore ordinario Diritto Commerciale Università diBologna)sulle Opere cinematografiche e audiovisive  nella disciplina del diritto d’autore  dopo la legge 277/2016

Filippo Mazzucato ( Presidente di Biografilm)  Classificazioni, regole  e responsabilizzazione degli operatori sui contenuti distribuiti

Fabio Abagnato responsabile Film Commission ha parlato del Fondo audiovisivo regionale e obbiettivi dell’Emilia Romagna film commission.

Sono intervenuti, Laura Traversi (Presidente Associazione Amici di Giana) , Andrea Romeo (Wonder Pictures) e Simone Catania, produttore cinematografico Happy Winter.

 

 

Read Full Post »

Dall’alto :

Massimo Mezzetti, Alessandro Bonazzi Dante Loris Romeo, Stefano Della Verità

Nelson Bova e Claudio Santini

Silvano Thomas e Stefania Grazia

Massimo Fantini

Davide Pierantoni

Read Full Post »

Older Posts »