Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for luglio 2018

Alla Biennale del disegno di Rimini ha partecipato con il suo video Diego Zuelli con un lavoro dedicato a Federico Fellini (con un’opera precedentemente presentata nel 2013 nel Foyer del teatro Galli di Rimini )  e plasmato, come dice il curatore Leone Gualtieri “nella più alta  disciplina tecnologica e interamente dedicato alla suprema finzione che Federico Fellini mise in scena nel proprio cinema…Le parti non vere (che dà il titolo al video) sembrano sei giochi d’arte illusoria  che esordiscono con la sparizione del prestigiatore.”

Read Full Post »

Jiri Kolar nasce nel 1914 a Protivin in Boemia e si trasferisce a Praga a 8 anni a sedici anni scopre Filippo Tommaso marinetti  che lo conduce nel mondo della poesia moderna e lo fa aderire al Surrealismo con la sua tecnica del collage. Nel 1937 espone i suoi lavori a Praga  e nel 1941 la sua  prima raccolta di poesie, nel 1942 fonda il “Gruppo ’42” assieme ad altri artisti, con il suo “Fegato di Prometeo” denuncia nel 1952 la drammatica situazione cecoslovacca dopo l’avvento del regime comunista, dove viene carcerato per 9 mesi e gli è vietata qualsiasi pubblicazione fino al 1962.

Tutto ciò non gli impedisce di diventare un artista internazionale e le sue opere sono in tutti i maggiori musei del mondo .

Alla Biennale del disegno di Rimini che si è conclusa nei giorni scorsi si sono potuti ammirare i suoi collages e la ricchezza del suo approccio alle immagini.

Read Full Post »

Alla Biennale del Disegno di Rimini alcune opere di Davide Arcangeli  un designer automobilistico  che ha realizzato delle sculture a quattro ruote. Nei pochi anni che la vita gli ha concesso , dice il curatore della sua mostra, ha tracciato tendenze estetiche in anticipo sui tempi  che hanno influenzato il settore in modo irreversibile, scrive  Oreste Ruggeri.

Presa la sua valigia con i disegni Davide Arcangeli incontra l’interesse della Pininfarina che gli offre uno stage in azienda per sei mesi.

Nel 1994 è sempre il curatore Oreste Ruggeri che racconta, disegnòla Honda “Argento vivo” ed ebbe successo al salone di Tokio, tanto che il Sultano del Brunei commissiona a Pininfarina cinque esclusivi esemplari per la sua famiglia.

Purtroppo nel pieno della sua carriera il giovane Davide si ammala chiudendo la sua vita nel 2000 con una leucemia , lasciando dietro sè la scia di collaborazioni e interventi prestigiosi del suo fugace passaggio .

Read Full Post »

Nello spiazzo antistantante al Memoriale della Shoah , raggiungibilissimo per chiunque lo voglia ammirare (accanto all’uscita di Via Carracci) magari aspettando una coincidenza ,  ha avuto luogo, nei giorni scorsi  la proiezione del film di Francesco Conversano e Nene Grignaffini “La linea gialla” , che è quel limite di transito disegnato sulla banchina ferroviaria e che parla della Strage del 2 agosto e di come sia sempre viva nella memoria della città il ricordo.
Ha introdotto Daniele De Paz ,  Presidente alla Comunità ebraica di Bologna che ha spiegato che il Memoriale della Shoah è stato il frutto di un concorso di oltre 280 progetti presentati grazie alla fattiva collaborazione della Regione Emilia Romagna.
Ha aggiunto il Presidente  De Paz che il Memoriale va aggiornato e vissuto permanentemente con iniziative per renderlo vivo e fruibile e con questo film si persegue questo obbiettivo.

Il film è stato preceduto da un intervento dell’on. Paolo Bolognesi grazie alla cui tenacia si continua a lottare chiedendo giustizia e verità per la strage del 2 agosto 1980.

L’on. Paolo Bolognesi ha invitato tutti alla manifestazione del 2 agosto alla Stazione di Bologna.

Davide Conte , assessore al Bilancio ha dimostrato la vicinanza dell’amministrazione comunale , Emilio Marrese che ha scritto il soggetto e la sceneggiatura del film ha condotto la presentazione .
Il film contiene anche dei filmini anni ’80 e associa il passato e il presente all’epoca della strage che ha causato la morte di 85 persone tramite una ballerina che accompagna la narrazione.
Chissà se la piccola Angela Fresu di 3 anni di cui non è mai stato trovato il corpicino avrebbe voluto essere una ballerina ?
(Come molte bimbe vorrebbero essere?) ed è in questa ipotesi che si intreccia la tra ma del film.
L’on. Paolo Bolognesi si è dichiarato soddisfatto per l’azione congiunta della nuova collaborazione fra Corte d’Assise di Bologna e diplomati e studenti del master in analisi chimiche e tossicologiche dell’Università di Bologna auspicando di ottenere nuovi risultati con i moderni strumenti di diagnostica .

Permane l’invito il 2 agosto dobbiamo esserci alle 10,25 alla Stazione di Bologna.

Read Full Post »

Alla Biennale del disegno di Rimini che si è  appena conclusa uno spazio  dedicato a Vanessa Beecroft  in un percorso futuro che vede il Comune di Rimini e la Fondazione San Patrignano al lavoro per un progetto comune che coinvolge l’intera città per la creazione di uno spazio artistico dedicato all’arte contemporanea . Il progetto vede coinvolta Vanessa Beecroft che lavorerà assieme alla Fondazione San Patrignano con la cofondatrice Letizia Moratti.
Il supporto materiale anche con le Ceramiche Gatti.
Alla Biennale Beecroft ha esposto le sue opere citando la breve poesia con cui si congeda l’imperatore Adriano “Anima Vagula Blandula” .

“Prosegue il percorso che vede il Comune di Rimini e la Fondazione San Patrignano al lavoro insieme per un progetto internazionale che unisca la valorizzazione dell’identità storica, culturale e architettonica della città allo sguardo per il contemporaneo, per il futuro e per l’innovazione. Un progetto, che grazie alla raccolta artistica donata a San Patrignano in occasione del 40° anno dalla nascita, prevede la creazione di uno spazio espositivo dedicato all’arte contemporanea nel cuore del centro storico riminese. Spazio che ieri pomeriggio è stato illustrato a una tra le più apprezzate artiste del panorama internazionale contemporaneo, Vanessa Beecroft, accompagnata ieri a Rimini dalla cofondatrice della Fondazione San Patrignano, Letizia Moratti. Proprio Vanessa Beecroft lavorerà a uno speciale progetto espositivo artistico, un’enorme opera inedita site specific creata coinvolgendo i ragazzi della comunità di San Patrignano e realizzata grazie al supporto materiale di Ceramiche Gatti, che sarà collocata negli spazi del nuovo museo d’arte contemporanea, nei Palazzi del Podestà e dell’Arengo.”

da https://www.altarimini.it/News105584-la-celebre-artista-vanessa-beecroft-ha-scelto-il-centro-storico-di-rimini-per-una-nuova-esposizione.php

Read Full Post »

 

L’installazione di Silvia Zagni con grandi vasi frantumati e dilaniati da caos , crateri composti da ruggini e trasmutate in lamelle oscure che assorbono l’essenza del ferro e lo riducono in polvere (scrive la curatrice Eleonora Frattarolo) attorno, a ridosso delle pareti le cartografie di Federico Murgia , disegni di innumerevoli punti che nel posarsi e accumularsi evocano una sorta di rumori di fondo (Frattarolo pag.225 del Catalogo : Visibile e Invisibile, Lazagne Art Magazine, ed. Maggioli , 2018)

 

Read Full Post »

 

Nelle cinque sale antiche della Biblioteca Gambalunga in occasione della Biennale del disegno di Rimini sono state esposte alcune Opere di Giorgio Morandi . La curatrice della sezione è Eleonora Frattarolo.


Read Full Post »

Older Posts »