Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Casadeipensieri 2017 Festa dell’Unità di Bologna Parco Nord’ Category

#Festunità #Casadeipensieri

In contemporanea al Festival della letteratura di Mantova la Casadeipensieri condivide alcuni ospiti internazionali, è il caso di Tash Aw autore di “Stranieri sul molo” che racconta una storia di emigrazione nel profondo est del mondo, quella della sua famiglia.   Scrivere del proprio volto, scrivere del mondo , incontriamo Tash Aw introduce Magda Indiveri, il già premio Strega giovani “Non dirmi che hai paura ” Giuseppe Catozzella . Sul tema migranti e migrazioni interprete di Tash Aw , Manola Villani, presenta e organizza la rassegna Davide Ferrari direttore artistico #casadeipensieri

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Read Full Post »

Ha avuto luogo, nei giorni scorsi, alla libreria Ubik di Bologna, in Via Irnerio,27  nell’ambito di #Festunità e nell’ambito delle programmazioni di #Casadeipensieri  la presentazione di  un’opera di Don Milani, i giorni le opere. Parallelamente, a Venezia, nello stesso giorno veniva presentato il documentario di Rai scuola su Don Milani, che hanno citato i partecipanti al dibattito.

Ne hanno parlato : Alberto Melloni, Federico Ruozzi,  conduttore  Giorgio Tonelli

 

 

 

 

 

 

 

si ricorda che tutte le manifestazioni di quest’anno della #casadeipensieri #festunità di Bologna sono dedicate alla memoria del prof. Luigi Pedrazzi (le foto sono di Roberta Ricci )

Read Full Post »

#festunità #Casadeipensieri

L’ 1 settembre si conclude  letterariamente parlando “Harry Potter  e i doni della morte” che in questo libro ne descrive epilogo , ne hanno parlato Michele Caputo, Nicoletta Gramantieri, Fabiana Maraffa

 

Read Full Post »

 Alla libreria Ubik, in Via Irnerio, 27, nei giorni scorsi, ha avuto luogo la presentazione del libro di Marcello Fois “Del dirsi addio” ed. Einaudi , in dialogo con Elisabetta Menetti.

La presentazione è stata organizzata da #Casadeipensieri #Festunità 2017 #Romanzo popolare


Read Full Post »

 

Il 5 settembre alle 21 alla  Festunità la Casadeipensieri ha organizzato una serata in onore del 50mo del Sgt Pepper
un album importante nella storia della musica , nel film di Alan Parker Sgt Pepper e Beyond vengono ripercorse le tappe dell’album, i Beatles che vanno in Oriente i loro studi si riflettono nella musica.

Personaggi e oggetti in copertina
Partendo dalla fila più alta, da sinistra, sono presenti: Sri Yukteswar (guru), Aleister Crowley (occultista), Mae West (attrice), Lenny Bruce (comico), Karlheinz Stockhausen (compositore d’avanguardia), W.C. Fields (comico), Carl Gustav Jung (psichiatra), Edgar Allan Poe (scrittore), Fred Astaire (ballerino e attore), Richard Merkin (pittore contemporaneo americano), una “Varga Girl” (illustrazione di Alberto Vargas), Huntz Hall (attore), Simon Rodia (creatore delle Watts Towers) e Bob Dylan (musicista). Lo spazio vuoto fra la “Varga Girl” e Hall era originariamente occupato da Leo Gorcey, successivamente eliminato per aver chiesto un compenso in danaro.

Ricostruzione della copertina al Beatles Museum, Liverpool
In seconda fila troviamo: Aubrey Beardsley (illustratore e dandy del XIX secolo), Sir Robert Peel (politico), Aldous Huxley (scrittore), Dylan Thomas (poeta), Terry Southern (scrittore), Dion DiMucci (cantante), Tony Curtis (attore), Wallace Berman (artista), Tommy Handley (comico), Marilyn Monroe (attrice), William Burroughs (scrittore), Sri Mahavatar Babaji (guru), Stan Laurel (Stanlio) (comico), Richard Lindner (artista), Oliver Hardy (Ollio) (comico), Karl Marx (filosofo politico), Herbert George Wells (scrittore), Sri Paramahansa Yogananda (guru), Sigmund Freud (psicanalista) e il profilo di una persona anonima.

In terza fila: l’ex-Beatle Stuart Sutcliffe, un’altra persona anonima, Max Miller (comico), la Petty Girl (dell’artista George Petty), Marlon Brando (attore), Tom Mix (attore), Oscar Wilde (scrittore), Tyrone Power (attore), Larry Bell (artista), David Livingstone (esploratore), Johnny Weissmuller (attore), Stephen Crane (scrittore), James Dean (attore), Issy Bonn (comico), George Bernard Shaw (scrittore), Horace Clifford Westermann (scultore), Albert Stubbins (calciatore del Liverpool), Sri Lahiri Mahasaya (guru), Lewis Carroll (scrittore), Lawrence d’Arabia.

Infine, in prima fila: la statua di cera di Sonny Liston (pugile), un’altra Petty Girl, le statue di cera di George Harrison e John Lennon, Shirley Temple (attrice), le statue di cera di Ringo Starr e Paul McCartney, Albert Einstein (scienziato), i quattro Beatles, Bobby Breen (cantante), Marlene Dietrich (attrice), un soldato americano, Diana Dors (attrice), Shirley Temple (per la seconda volta). Sopra la testa della Dors in origine si trovava il viso di Gandhi, escluso per volere di Sir Joseph Lockwood, dirigente EMI, preoccupato delle possibili ripercussioni negative sul mercato indiano.

Diversi personaggi che erano stati scelti all’inizio non apparvero nel collage finale. Fra essi, Brigitte Bardot, René Magritte, Alfred Jarry, Friedrich Nietzsche, Gesù Cristo e Adolf Hitler, gli ultimi due depennati per paura di provocare controversie.

Altri oggetti rappresentati sono poi: una bambola di pezza (opera di Jann Haworth), un’altra bambola di pezza (appartenente ad Adam Cooper, figlio del fotografo Michael Cooper raffigurante Shirley Temple che indossa una maglietta con la scritta “Welcome The Rolling Stones” e un’automobilina bianca sul grembo, un candeliere messicano di ceramica noto come Albero della Vita di Metepec, un televisore, due figure in pietra, una statua proveniente dalla casa di John Lennon, un trofeo, una bambola indiana raffigurante la divinità Lakshmi, la pelle di tamburo disegnata da Joe Ephgrave, una hooka (pipa ad acqua), un serpente di velluto, una figura in pietra giapponese, una statuetta di Biancaneve, un apparecchio televisivo portatile, un nano da giardino, un flicorno. Sfuggite al controllo dei dirigenti della EMI, nel clima culturale dell’epoca le frasche alla base del tamburo furono identificate dai fan come piantine di marijuana. Si trattava invece di piante di peperoncino.

Anche Frank Zappa si ispirerà con il suo album al SGT Pepper (We’re Only in It for the Money) Sgt Pepper and Beyond è un film di Alan Parker presentato al Biografilmfestival

 

La risposta di Frank Zappa al Sgt Pepper

 

Read Full Post »

 Il premio Paolo Volponi per l’impegno civico, quest’anno, è andato  a Mauro Felicori, in precedenza dirigente del Comune di Bologna ora direttore della Reggia di Caserta, a conferirgli il premio Davide Ferrari, direttore artistico della Casadeipensieri nell’ambito della Fest’Unità di Bologna Parco Nord /Romanzo Popolare. Hanno presenziato il giornalista Mauro Alberto Mori, Marco Marozzi, Paola Bergonzoni, ha parlato delle sue precedenti collaborazioni  con Mauro Felicori, Mons. Ernesto Vecchi, Walter Vitali già Sindaco di Bologna e la direttrice dell’Accademia delle Belle Arti (di cui Mauro Felicori è stato docente)  Eleonora Frattarolo.

 

 

Read Full Post »

Read Full Post »

Older Posts »