Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Casadeipensieri 2019’ Category

Casadeipensieri 2019 ha proposto, come conclusione alle manifestazioni, alla festa dell’Unità dei giorni scorsi , una serata su Alda Merini.
La musicologa, Giuseppina La Face ha parlato della poesia di Alda Merini nella raccolta “tu sei Pietro” (1962) “Vorrei un figlio da te” eseguita dal soprano Monica Delli Carri (al minuto 58,26).
Erano presenti i relatori Giacomo Manzoli, e Davide Ferrari la scrittrice e poeta Serenella Gatti Linares, la musicologa Giuseppina La Face, il soprano Monica Delli Carri , al piano Fabio Luppi.

 

Read Full Post »

 

Ha avuto luogo, nei giorni scorsi, alla Casadeipensieri Festa dell’Unità di Bologna, un ricordo a Fabrizio De Andrè a vent’anni dalla sua scomparsa il tema : “De Andrè-Pivano : trionfa sulla vita chi è capace di amore ” con Daniela Bonanni di Pavia, che assieme all’Associazione culturale “Leggere Pavia ” ha organizzato eventi musicali su Faber a Pavia, per Lanciano ha partecipato Teresa Caporale, che ha suonato brani di De Andrè citati dall’album “Non al denaro non all’amore nè al cielo” , Stefano Jacoviello ha parlato di un saggio su Fabrizio De Andrè e la esperienza archivistica  di Siena in cui ci sono  le carte di De Andrè , per Bologna Marco Trotta ha rivelato alcuni stimolanti aspetti di De Andrè.

Daniela Bonanni ha scritto la sua esperienza  relativa a PAVIA – settembre 2015 – aprile 2016.

“ … e con la vita avrebbe ancora giocato”

viaggio nell’universo poetico di Fabrizio De Andrè (Non al denaro non all’amore nè al cielo ) ed Edgar Lee Masters ( Antologia di Spoon River )

Introduzione

A 100 anni esatti (era il 1915) dall’uscita dell’Antologia di Spoon River – il libro di poesia più venduto del ‘900 – Pavia ripropone il progetto che 15 anni fa aveva coinvolto ed appassionato studenti (più di 700) ed insegnanti degli Istituti Superiori e 300 bambini delle elementari, catturati dalla visionarietà dell’Ottico “ mercante di luce”.

Indimenticabile il concerto finale al teatro Fraschini – Dori Ghezzi e Fernanda Pivano in prima fila – con i compagni di viaggio di Fabrizio de Andrè: Mauro Pagani, Ellade Bandini, Vittorio de Scalzi, Giorgio Cordini …

Quindici anni dopo il viaggio riparte, a grande richiesta di chi allora c’era e di chi non c’era ma ne ha sentito parlare a lungo e con parole piene di passione.

IL PROGETTO

Il Progetto rappresenta il filone identificativo di Pavia in poesia 2016, manifestazione giunta alla sua 4^ edizione, ideata da Leggere.Pavia per favorire l’incontro tra la città e la poesia.

Vedrà coinvolti, a partire dalle scuole e dall’Università – con tempi e modalità in via di definizione – l’intera città: librerie, biblioteche, teatri ma anche uffici, negozi, bar … strade e piazze …

L’obbiettivo è far conoscere ed amare Fabrizio De Andrè ed Edgar Lee Masters, due autori patrimonio dell’umanità, che hanno segnato la vita e la storia di intere generazioni.

Il “piccolo mondo” di Spoon River e le vite anomale degli “sconfitti” di De Andrè, le canzoni e la poesia, il villaggio e la frontiera, la rassegnazione e l’utopia …

Licei, Istituti tecnici, Istituti professionali: ogni scuola studierà un itinerario specifico, con la massima libertà ideativa. Percorsi letterari, storici, musicali, artistici. In italiano e in inglese e anche in latino e in greco antico…

Le scuole materne ed elementari, a partire dall’Ottico, costruiranno lenti speciali, scriveranno filastrocche, disegneranno mondi … a scuola e anche a casa, con i genitori.

Sono previste, all’interno delle scuole e in altri spazi cittadini: lezioni-concerto, piccoli concerti, reading, performances teatrali, laboratori di musica e di poesia…

Nelle suggestive piazze di Pavia una giornata / serata speciale: “Si canta De Andrè” , come si faceva una volta, armati di chitarra, in spiaggia e nelle osterie ….

Dori Ghezzi e la Fondazione De Andrè, come 15 anni fa, hanno confermato appoggio e piena collaborazione.

Daniela Bonanni, presidente dell’Associazione Leggere.Pavia

alcuni filmati raccolti

http://www.youtube.com/watch?v=3XNqfyDPbc8

 

Read Full Post »

Appuntamento internazionale , organizzato dalla Casadeipensieri , alla Confraternita dell’uva, che oltre ad uno spazio caffè e wine bar organizza delle presentazioni di libri .L’invitato è stato il Cameroun nella persona del docente alla Stony Brook University (N.Y) Patrice Nganang, classe anni ’70, 4 lingue parlate fluentemente, con il suo libro , ha tenuto a precisare che non è un romanzo storico, “La stagione delle prugne”. Nonostante la pioggia flagellante la presentazione è stata molto seguita e le persone erano ad ascoltarlo fin sotto i portici . L’introduzione del letterato, grand prix Yourcenar è stata con una poesia parlata nella sua lingua madre .
Un libro da non perdere per viaggiare senza bagagli e capire la storia “la stagione delle prugne”. Lo ha presentato Alessandro Mari.

Nella foto Patrice Ngang con Lilia Papperini della Casadeipensieri .

Read Full Post »

Casadeipensieri 2019
La targa Paolo Volponi a Mirta Carroli
Il “Tesoro di giganti ”
Interventi di Jadranka Benrini, Sandro Malossini, Maria Luisa Vezzali.
Consegna la targa la vicesindaco Marilena Pillati
Conduce Bruno Stefani
Presenta Davide Ferrari

dall’alto : Sandro Malossini, Mirta Carroli, Bruno Stefani,

Maria Luisa Vezzali

Jadranka Bentini

La vicesindaco Marilena Pillati alla consegna della Targa Paolo Volponi

 

 

Read Full Post »

Ha avuto luogo, nei giorni scorsi , la consegna della Targa Paolo Volponi a Eva Marisaldi per Casadeipensieri 2019 alla Festa dell’Unità di Bologna.
Hanno partecipato : Guido Molinari, Francesco Ribuffo, Uliana Zanetti.
Ha consegnato la Targa Volponi Mauro Felicori, ha condotto Bruno Stefani. Con Davide Ferrari.

L’attività di Eva Marisaldi, che recentemente ha partecipato al PAC, una mostra promossa da Comune di Milano – Cultura e prodotta dal PAC con Silvana Editoriale, la mostra  curata da Diego Sileo e aggiunge un’ulteriore tappa alla ricerca dell’artista con una nuova riflessione che parte dai suoi primi anni di produzione e arriva fino ai giorni nostri, attraverso un’ampia selezione di lavori passati e la creazione di nuove opere pensate appositamente per gli spazi del PAC.

Caratterizzate da una lirica vena narrativa, le opere di Marisaldi prendono spunto dalla realtà per concentrarsi sugli aspetti nascosti della nostra quotidianità. Fotografie, azioni, performance, video, animazioni, installazioni alternate a tecniche più tradizionali e artigianali come il disegno e il ricamo, ci trasportano in dimensioni altre, dove tutto può succedere e dove tutto rimane sospeso.

Un’opera di Eva Marisaldi. Lancio di coriandoli nello spazio.

 

 

 

Read Full Post »

Older Posts »