Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Cultura e Culture’ Category

ATTIVARE LA CULTURA. Il senso e il valore
8 e 9 OTTOBRE 2018 dalle ore 9.30· Aula Absidale Santa Lucia · via De’ Chiari 25 · Bologna
Il convegno, con approfondimenti tematici rivolti a cittadini, operatori della cultura, amministratori,
studenti, imprenditori, professionisti dell’informazione, è uno degli appuntamenti più rilevanti della
settimana “enERgie diffuse. Emilia-Romagna un patrimonio di culture e umanità”, con cui la Regione
partecipa all’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018.

Accendere la cultura spegne le paure
• ore 9.30 · Apertura dei lavori
Stefano Bonaccini · Presidente Regione Emilia-Romagna
Francesco Ubertini · Magnifico Rettore Alma Mater Studiorum, Università di Bologna

• ore 10.00 · Introduzione · Far operare le opere

Paolo Fabbri · Direttore Centro Internazionale di Scienze Semiotiche, Umberto Eco, Università di Urbino
• ore 10.30 · Cultura grande mediatrice. Ri-Conoscere le diversità

Marino Sinibaldi · Giornalista e critico letterario, Direttore Radio 3 dialoga con Massimo Mezzetti · Assessore alla Cultura, politiche giovanili e politiche per la legalità, Regione Emilia-Romagna, Roberto Vellano · Vice Direttore Generale per la Promozione del Sistema Paese, Direttore centrale per la Promozione della Cultura e della Lingua italiane, Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

Paolo Grossi · Consigliere culturale Ambasciata d’Italia, Coordinatore d’area, Direttore Istituto Italiano di cultura di Bruxelles
Giorgio Ficcarelli · Capo Dipartimento Cultura e Dialogo Interculturale, Direzione Generale Cooperazione Culturale e
Sviluppo, Commissione Europea
• ore 11.30 · Processi di attivazione per una cultura più vicina, più partecipata, più forte

Marino Sinibaldi dialoga con
Dominique Hervieu · Direttrice Biennale Danza e Maison de la Danse di Lione Polo Europeo di Produzione
Michelina Borsari · Comitato scientifico Festival della Filosofia di Modena e membro Consiglio direttivo dell’Istituto Beni Culturali
Mauro Felicori · Direttore Reggia di Caserta, già coordinatore del progetto Bologna 2000 Città europea della Cultura
Paolo Fabbri
L’Europa muove la musica
• ore 15.00 · Introduzione
Michel Magnier · Direttore Cultura e Creatività della Commissione Europea, coordinatore dell’azione Music Moves Europe
• ore 15.30 · Pierfrancesco Pacoda · Saggista e critico musicale de “Il Resto del Carlino” dialoga con
Massimo Mezzetti · Assessore alla Cultura, politiche giovanili e politiche per la legalità, Regione Emilia-Romagna
Matteo Lepore · Assessore alla cultura del Comune di Bologna – Città Unesco della Musica
Ernesto Assante · Giornalista e critico musicale de La Repubblica
Paolo Prato · Professore Associato di Popular Music, Cabot University
Nur Al Habash · Responsabile di Italia Music Export, SIAE
Andrea Appino · Cantautore e produttore discografico, frontman del gruppo Zen Circus
Lunedì 8 ottobre
EnERgie Diffuse. Emilia-Romagna un patrimonio di culture e umanità è un’iniziativa della Regione Emilia-Romagna che
celebra l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018. Sono più di 300 gli eventi programmati in tutta la regione:
spettacoli, incontri, open day di musei, teatri e archivi, per animare la vasta campagna di sensibilizzazione che, da Rimini a
Piacenza, culmina nella Settimana di promozione della cultura dal 07 al 14 ottobre.
EnERgie Diffuse è una grande sinergia tra Enti locali, Istituzioni culturali e operatori che hanno manifestato la volontà di
partecipare, per presentare e valorizzare l’immenso sistema culturale policentrico, diffuso e creativo dell’Emilia-Romagna e i
più recenti interventi legislativi regionali nel settore del Cinema, della Memoria e della Musica.
Un universo di persone, beni materiali e immateriali, culture e conoscenze. Uno strumento di coesione sociale, integrazione,
sviluppo economico e rigenerazione urbana che esprime al meglio il nostro senso di comunità.
Massimo Mezzetti · Assessore alla cultura, politiche giovanili e politiche per la legalità
Patrimonio culturale: percorsi per attivare un bene comune
• ore 9.30 · Il senso e il valore del patrimonio culturale regionale a cura di Ibacn
Luca De Biase · Giornalista de “Il Sole 24 Ore” e fondatore di “Nova24” dialoga con
Roberto Balzani · Presidente Ibacn
Claudio Leombroni · Responsabile Servizio Musei, Biblioteche, Archivi, Ibacn
• ore 10.30 • Progetti di attivazione tra pubblico e privato
Emilia-Romagna e fondi europei: nuovi percorsi per lo sviluppo dei beni culturali, delle città e dei territori
Morena Diazzi · Direttore Generale Economia della Conoscenza, del lavoro e dell’impresa, Regione Emilia-Romagna
Attivare il Pubblico. Una rete di collaborazioni per Tourer.it
Sabina Magrini · Direttore Segretariato regionale del Ministero per i beni e le attività culturali per l’Emilia-Romagna
Attivare i cittadini. La partecipazione al centro di Tourer.it
Ilaria di Cocco · Responsabile progetto Tourer, Segretariato regionale del Ministero per i beni e le attività culturali per l’Emilia-Romagna
Gli archivi della moda. Patrimonio attivo di creatività e saper fare
Barbara Busi · Manager dell’Unità Tecnopoli e Territorio di ASTER S. Cons. p.a.
• ore 12.00 · Il futuro: tra intelligenza artificiale e patrimonio 4.0
Luca De Biase dialoga con
Rita Cucchiara · Professore di sistemi di elaborazione delle informazioni, Direttore del Dipartimento di ingegneria Enzo
Ferrari, Università degli Studi di Modena – Reggio Emilia
Francesco Gabellone · Ricercatore, architetto Consiglio Nazionale delle Ricerche, Istituto per i Beni Archeologici e Monumentali di Lecce
Stefano Spaggiari · Amministratore Delegato di Expert System

EnERgie Diffuse. Emilia-Romagna un patrimonio di culture e umanità è un’iniziativa della Regione Emilia-Romagna che
celebra l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale 2018. Sono più di 300 gli eventi programmati in tutta la regione:
spettacoli, incontri, open day di musei, teatri e archivi, per animare la vasta campagna di sensibilizzazione che, da Rimini a
Piacenza, culmina nella Settimana di promozione della cultura dal 07 al 14 ottobre.
EnERgie Diffuse è una grande sinergia tra Enti locali, Istituzioni culturali e operatori che hanno manifestato la volontà di
partecipare, per presentare e valorizzare l’immenso sistema culturale policentrico, diffuso e creativo dell’Emilia-Romagna e i
più recenti interventi legislativi regionali nel settore del Cinema, della Memoria e della Musica.
Un universo di persone, beni materiali e immateriali, culture e conoscenze. Uno strumento di coesione sociale, integrazione,
sviluppo economico e rigenerazione urbana che esprime al meglio il nostro senso di comunità.

Iscrizioni on line :

https://applicazioni.regione.emilia-romagna.it/IscrizioneConvegni/Iscrizione.aspx?6z%2BN8MruZcSQoF4834/zfQ%3D%3D&Lang=IT

 

Read Full Post »

Read Full Post »

Il Comune di San Lazzaro di Savena (Bologna) nella persona del  Sindaco Isabella Conti e nel Comune confinante di Ozzano il cui Sindaco Luca Lelli hanno inaugurato una statua in omaggio alle vittorie olimpioniche di Alberto Tomba, nell’ambito di una popolosissima cerimonia che ha visto l’Alberto Tomba fan club.

Una intervista a Gennaro Natullo artefice dell’opera .

Read Full Post »

Alle Cucine Popolari di Roberto Morgantini a Bologna  Francesco Piantoni  ha presentato  il suo libro: “Per un’etica dell’ospitalità”  (ed. Qiqajon) hanno dialogato  con l’autore: don Giovanni Nicolini , prof. Ivano Dionigi ,moderatrice: Caterina Giusberti, ha presentato Sandra Soster, già assessore alla cultura del Comune di Bologna .

Il prof. Ivano Dionigi : Ospes era lo straniero e l’ospitante , l’occidente è il luogo destinato a tramontare la nostra storia va declinando . Non ridurre ad una stessa lingua, ogni popolo ha un suo logos oggi siamo chiamati come dicono gli atti degli apostoli , alla pentecoste laica tutti si capivano parlando ognuno la propria lingua : il miracolo a cui siamo chiamati è quella di parlare ognuno la stessa lingua.

Don Giovanni Nicolini racconta di quando suo padre ritornò dalla guerra , un uomo,un militare che lui e suo fratello non avevano mai visto,  dopo gli abbracci e baci fra lui e la mamma , riferisce Don Nicolini, che non hanno potuto dormire nel letto  questo è stato il suo impatto con l’ospite .

Read Full Post »

martedì
17 aprile 2018
ore 21

Cina e Occidente
per un dialogo sapienziale

Amina Crisma
docente di Filosofie dell’Asia Orientale – Università di Bologna
Antonio Olmi o.p.
Facoltà Teologica dell’Emilia Romagna

Cina e Occidente : per un dialogo sapienziale
Come osserva Paolo Prodi in uno dei suoi ultimi libri, “la Cina non soltanto è una potenza che ci sovrasta, ma sta entrando dentro di noi” : il suo crescente protagonismo negli scenari della globalizzazione non è solo di natura economica e geopolitica, ma si configura anche come una vera e propria trasformazione antropologica, come un vasto e profondo mutamento degli orizzonti spirituali del mondo in cui viviamo. Come interpretare questo complesso fenomeno, non privo di tensioni, di contrasti e di implicazioni conflittuali, che rischiano di svilupparsi nel modo più indesiderato, anche se certamente non imprevedibile? Da un lato, prendendo sul serio le implicazioni della <trappola di Tucidide>, secondo cui il mondo è troppo piccolo per due potenze imperiali che si contendano il primo posto; solo un dialogo sapienziale (non puramente diplomatico o economico) come quello insegnato da P. Matteo Ricci quattro secoli fa e capace di mostrarsi efficace nell’alleviare i problemi sociali della Cina contemporanea, potrebbe avvicinare i due interlocutori.  Dall’ altro lato, svolgendo in modo approfondito una rinnovata riflessione sulle esperienze di dialogo interculturale fra Occidente e Cina, a partire da una rilettura di antiche fonti sapienziali che ne costituiscono gli oggetti privilegiati e nelle quali, come asserisce un maestro quale Pier Cesare Bori, è possibile rintracciare “risorse per un consenso etico fra culture”.
Salone Bolognini
Convento San Domenico
Piazza San Domenico 13 Bologna

GHISILARDI INCONTRI
giovedì
19 aprile 2018
ore 17

Cappella Ghisilardi

In collaborazione con ERT – Teatro Nazionale

Maryam

Adriana Valerio
storica e teologa – docente di Storia del Cristianesimo all’Università Federico II – Napoli

con la partecipazione di
Ermanna Montanari
Marco Martinelli
della compagnia del Teatro delle Albe

coordina
Marzio Badalì

Cappella Ghisilardi
Piazza San Domenico 12  Bologna
Lo spettacolo, che andrà in scena all’Arena del Sole il 18 e 19 aprile 2018 ore 21, è in quattro movimenti, (Preghiera di Zeinab, Preghiera di Intisar, Preghiera di Douha, Maryam); Maryam è Maria, che nel Corano è la Madre di Gesù. Maryam ci dice quanto questa figura sia centrale nella cultura islamica. In tempi di terrorismi e di ferocia come quelli che stiamo vivendo, che le cronache di tutti i giorni ci testimoniano, Maryam è la “donna dell’incontro”, colei che rappresenta un ponte tra il cristianesimo, l’islam e la cultura contemporanea.
Ermanna Montanari, sola in scena, dona voce e corpo a tre donne palestinesi che condividono con Maria il dolore per la morte dei figli e dei fratelli dovute all’ingiustizia e agli orrori del mondo. Donne che si rivolgono a lei per chiedere consolazione o per gridare la propria rabbia, per reclamare vendetta, o semplicemente per invocare una risposta al perché della guerra e della violenza. Madri che la invocano come accade in tanti santuari musulmani del Medio Oriente e del Maghreb.
< L’idea di Maryam viene da lontano – ha dichiarato Doninelli, autore del testo teatrale – precisamente dalla Basilica dell’Annunciazione di Nazareth dove mi recai tra il 2005 e il 2006. Lì assistetti allo spettacolo di una fila quasi ininterrotta di donne musulmane che entravano nella basilica per rendere omaggio alla Madonna. Conoscevo già  la  devozione dei musulmani per Maria, ma quella visione mi colpì ugualmente per la sua solennità, per la certezza fiduciosa che quelle donne mi trasmettevano …>

Info: Centro San Domenico – piazza San Domenico 12 – 40124 Bologna
tel 051 581718 – fax 051 3395252 – 3404817977- www.centrosandomenico.it

LE ATTIVITÀ DEL CENTRO SAN DOMENICO SONO REALIZZATE GRAZIE AL CONTRIBUTO DI :
FONDAZIONE CASSA DI RISPARMIO IN BOLOGNA, MARCHESINI GROUP, UNICREDIT BANCA, BCC FELSINEA CREDITO COOPERATIVO, cASSA RISPARMIO DI BOLOGNA,  COOPalleanza 3.0, FONDAZIONE UNIPOLIS, GVM (Gruppo Villa Maria)

Read Full Post »

Un’osteria, no, uno spazio culturale, un bistrot , tutto uno “Zibaldone”  che Zap&Ida, assieme al proprietario del locale, Maxi, propone ( sul principio leopardiano delle sue opere giovanili: “la beĺlezza, la rimembranza , l’ attenzione ” ) per stimolare i giovani e non, autori che ricercano sempre nuovi spazi.
L’osteria è quella classica con i muri rossi e i tavoli d’antan e quella tipica illuminazione delle foto vintage.
Assolutamente da visitare , in via San Vitale, 66.

Scrive Zap, il  direttore artistico dello spazio :

Lo  Zibaldone ” PRESENTAZIONE DEL LIBRO CHE NON C’E’ ” !!!. (Spazio letteratura)
Dopo l’idea di dedicare una settimana a testa alle Botteghe Storiche del san Vitale ( Stiamo già raccogliendo adesioni entusiastiche ) riteniamo cosa buona invitare anche scrittori di libri non ancora stampati a presentare al pubblico i loro manoscritti inediti , parlare dei loro ‘progetti editoriali’ e conoscere colleghi di opere già nelle librerie …si spera nella presenza di editori locali che provvederemo ad invitare per dare pareri e prendere contatti diretti con i rispettivi autori . Dalla reazione del pubblico presente magari potrebbero capire se il libro piace o no ! Tentar non nuoce .
Lo ZIBALDONE, via san Vitale n. 66 , è aperto dalle 16,00 a tarda notte tutti i giorni , esclusa la domenica.(a volte). La saletta degli eventi tiene 40 posti a sedere. Non tanti ma nemmeno pochi.

Volendo, si beve solo buon vino, e ottima birra alla spina . Servito solo il ‘MENU’ CULTURALE’ cibo del cervello e dell’anima. Solo impegno richiesto agli scrittori che presentano un loro libro già editato: una copia del volume dedicata allo ZIBALDONE che finirà nella ‘libreria in progress’ del locale per consultazioni e lettura di qualche brano da parte degli avventori.  🙂
Per ulteriori informazioni : vincenzozap@gmail.com (Direzione artistica).

Nelle foto alcuni momenti della inaugurazione del locale : Zap. Ida, Balanzone , mostra di Zap , Mariel Sandrolini, scrittrice, Fabrizio Carollo scrittore

Read Full Post »

sabato 2 dicembre 2017
ore 18.00

presentazione del libro
Generare Dio
di Massimo Cacciari

dialoga con l’autore
fra Giovanni Bertuzzi O. P.
Direttore Centro San Domenico – Bologna

Salone Bolognini
Convento San Domenico
piazza San Domenico 13
Bologna

ingresso ad offerta libera

giovedì 7 dicembre 2017
ore 21
 

eccezionalmente di giovedì

 

Le onde della memoria.

Radio e conflitti

 

Peppino Ortoleva

professore ordinario – Dipartimento di Studi Umanistici, Università di Torino

 
Sara Zambotti
conduttrice radiofonica, cronista, docente, antropologa, scrittrice e artista
 
Gabriele Falciasecca
presidente Fondazione Marconi
 
 
Salone Bolognini
Convento San Domenico
piazza San Domenico 13
Bologna
 
ingresso ad offerta libera

Read Full Post »

Older Posts »