Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Cultura e Culture’ Category

Nel settembre 2017 la Casa Museo “Pietro Ghizzardi” ha compiuto i suoi primi 25 anni di attività: per rendere accessibile ad un numero sempre maggiore di persone la collezione di opere dell’artista irregolare Pietro Ghizzardi (1906-1986) sabato 14 ottobre sarà aperta e visitabile gratuitamente  in occasione della 13° edizione della Giornata del Contemporaneo promossa da A.M.A.C.I. (Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani).

Le visite guidate permetteranno ai visitatori di scoprire l’universo creativo di Ghizzardi, attraverso la fruizione delle opere esposte (centinaia tra dipinti, disegni e incisioni, opere plastiche, manoscritti), ma anche mediante il contatto diretto con i suoi oggetti di uso quotidiano come gli attrezzi del mestiere accuratamente conservati, le vecchie scarpe rotte, la bicicletta usata negli anni ’50 per “pubblicizzare” i propri quadri appendendoli al manubrio, l’antica camera da letto dei primi del ‘900 della madre.

Un itinerario artistico ed intimo attraverso le testimonianze ancora vive e “parlanti” di un’esistenza semplice, radicata in un tempo che ormai pare lontanissimo, interamente rivolta all’arte e alla pittura.

Orari di partenza visite guidate di sabato 14 ottobre:

Mattino
ore 11.00

Pomeriggio
ore 16.00
ore 17.30

La durata della visita è di circa 1 ora e 15 minuti.

La prenotazione non è obbligatoria ma consigliata al 3405072384 o via mail all’indirizzoinfo@pietroghizzardi.com.

Casa Museo “Pietro Ghizzardi”
via De Rossi, 27/B
Boretto (RE)

 

Per celebrare il 50° anniversario della prima edizione del Premio dei Naïfs di Luzzara, lanciato da Cesare Zavattini il 31 dicembre 1967, la Collezione dei Naïfs di Luzzara sarà in mostra a Palazzo Bentivoglio, a Gualtieri (RE), dal 7 ottobre al 12 novembre.
Tra le opere in mostra ci sarà anche lo splendido “David” di Pietro Ghizzardi, che appartiene alla collezione luzzarese.
Pietro Ghizzardi sarà presente, per la terza edizione consecutiva, all’Outsider Art Fair 2017Parigi, grazie alla sinergia tra Rizomi Art Brut e la Casa Museo “Pietro Ghizzardi”.
La più grande fiera europea dedicata all’arte irregolare sarà ospitata come sempre all’Hotel Du Duc dal 19 al 22 ottobre.
Annunci

Read Full Post »

Festunità Casadeipensieri 2017

La quotidianità e straordinarietà del cibo da Bononia romana ai nostri giorni , è stata la conferenza  che ha presentato Massimo Meliconi,  nei giorni scorsi alla Festunità Estragon  con un intervento di  Rolando Dondarini  e tenuta dall’arch.Pietro Maria Alemagna .

Pietro Maria Alemagna partendo da due incisioni antiche al Museo Civico ha parlato della cucina bolognese,  con la mortadella etimologia come mortaio , il Medioevo non divide i pasti  come oggi, si mangia quando si può , il Rinascimento insegna le speziature e le marinature che spesso guastano i sapori coprendoli, ma si stabiliscono orari per pranzo e cena. E’ normale avere un maialino in famiglia che grufola per strada, tant’è che ci sono ordinanze che contengono il fenomeno, il maiale come un bambino “ninnein” dicono con riconoscenza i bolognesi.

I piatti prediletti dei bolognesi,  il pesce ,il biancomangiare i banchetti a sottolineare gli  eventi cittadini . Uno studio intrigante fra cibo e storia sociale della città.

A breve aprirà FICO a Bologna un parco agroalimentare e questa conferenza dell’arch. Pietro Maria Alemagna ha dato un contributo stimolante.

 

Read Full Post »

 

Nelle foto di Pier Paolo Zani esposte al festival della fotografia di Savignano sul Rubicone viene analizzato il ciclo della stampa delle coperte di cotone di Gambettola. I buoi, risorsa familiare erano umanizzati e veniva loro dedicata una coperta che diventava elegante nelle fiere paesane in omaggio al rapporto di dipendenza fra l’uomo e la terra che i buoi aiutavano a coltivare. Veniva impressa sulle loro coperte l’immagine di Sant’Antonio che doveva vegliare sulla loro salute.

I buoi si chiamavano Rò e Bunì per la direzione, uno destra e uno sinistra se si invertiva la loro coppia si fermavano. Ecco perchè ricorre Rò e Bunì, indicano la direzione di marcia per l’aratura dei campi.


i momenti di allegria della comunità agricola, i balli sull’aia

alcune foto esposte a Savignano del fotografo Pier Paolo Zani

Read Full Post »

 

Il 5 settembre alle 21 alla  Festunità la Casadeipensieri ha organizzato una serata in onore del 50mo del Sgt Pepper
un album importante nella storia della musica , nel film di Alan Parker Sgt Pepper e Beyond vengono ripercorse le tappe dell’album, i Beatles che vanno in Oriente i loro studi si riflettono nella musica.

Personaggi e oggetti in copertina
Partendo dalla fila più alta, da sinistra, sono presenti: Sri Yukteswar (guru), Aleister Crowley (occultista), Mae West (attrice), Lenny Bruce (comico), Karlheinz Stockhausen (compositore d’avanguardia), W.C. Fields (comico), Carl Gustav Jung (psichiatra), Edgar Allan Poe (scrittore), Fred Astaire (ballerino e attore), Richard Merkin (pittore contemporaneo americano), una “Varga Girl” (illustrazione di Alberto Vargas), Huntz Hall (attore), Simon Rodia (creatore delle Watts Towers) e Bob Dylan (musicista). Lo spazio vuoto fra la “Varga Girl” e Hall era originariamente occupato da Leo Gorcey, successivamente eliminato per aver chiesto un compenso in danaro.

Ricostruzione della copertina al Beatles Museum, Liverpool
In seconda fila troviamo: Aubrey Beardsley (illustratore e dandy del XIX secolo), Sir Robert Peel (politico), Aldous Huxley (scrittore), Dylan Thomas (poeta), Terry Southern (scrittore), Dion DiMucci (cantante), Tony Curtis (attore), Wallace Berman (artista), Tommy Handley (comico), Marilyn Monroe (attrice), William Burroughs (scrittore), Sri Mahavatar Babaji (guru), Stan Laurel (Stanlio) (comico), Richard Lindner (artista), Oliver Hardy (Ollio) (comico), Karl Marx (filosofo politico), Herbert George Wells (scrittore), Sri Paramahansa Yogananda (guru), Sigmund Freud (psicanalista) e il profilo di una persona anonima.

In terza fila: l’ex-Beatle Stuart Sutcliffe, un’altra persona anonima, Max Miller (comico), la Petty Girl (dell’artista George Petty), Marlon Brando (attore), Tom Mix (attore), Oscar Wilde (scrittore), Tyrone Power (attore), Larry Bell (artista), David Livingstone (esploratore), Johnny Weissmuller (attore), Stephen Crane (scrittore), James Dean (attore), Issy Bonn (comico), George Bernard Shaw (scrittore), Horace Clifford Westermann (scultore), Albert Stubbins (calciatore del Liverpool), Sri Lahiri Mahasaya (guru), Lewis Carroll (scrittore), Lawrence d’Arabia.

Infine, in prima fila: la statua di cera di Sonny Liston (pugile), un’altra Petty Girl, le statue di cera di George Harrison e John Lennon, Shirley Temple (attrice), le statue di cera di Ringo Starr e Paul McCartney, Albert Einstein (scienziato), i quattro Beatles, Bobby Breen (cantante), Marlene Dietrich (attrice), un soldato americano, Diana Dors (attrice), Shirley Temple (per la seconda volta). Sopra la testa della Dors in origine si trovava il viso di Gandhi, escluso per volere di Sir Joseph Lockwood, dirigente EMI, preoccupato delle possibili ripercussioni negative sul mercato indiano.

Diversi personaggi che erano stati scelti all’inizio non apparvero nel collage finale. Fra essi, Brigitte Bardot, René Magritte, Alfred Jarry, Friedrich Nietzsche, Gesù Cristo e Adolf Hitler, gli ultimi due depennati per paura di provocare controversie.

Altri oggetti rappresentati sono poi: una bambola di pezza (opera di Jann Haworth), un’altra bambola di pezza (appartenente ad Adam Cooper, figlio del fotografo Michael Cooper raffigurante Shirley Temple che indossa una maglietta con la scritta “Welcome The Rolling Stones” e un’automobilina bianca sul grembo, un candeliere messicano di ceramica noto come Albero della Vita di Metepec, un televisore, due figure in pietra, una statua proveniente dalla casa di John Lennon, un trofeo, una bambola indiana raffigurante la divinità Lakshmi, la pelle di tamburo disegnata da Joe Ephgrave, una hooka (pipa ad acqua), un serpente di velluto, una figura in pietra giapponese, una statuetta di Biancaneve, un apparecchio televisivo portatile, un nano da giardino, un flicorno. Sfuggite al controllo dei dirigenti della EMI, nel clima culturale dell’epoca le frasche alla base del tamburo furono identificate dai fan come piantine di marijuana. Si trattava invece di piante di peperoncino.

Anche Frank Zappa si ispirerà con il suo album al SGT Pepper (We’re Only in It for the Money) Sgt Pepper and Beyond è un film di Alan Parker presentato al Biografilmfestival

 

La risposta di Frank Zappa al Sgt Pepper

 

Read Full Post »

Il Suygenta Photography Award è un concorso fotografico internazionale che si propone di attirare l’attenzione e di attirare il dibattito sulle più importanti sfide globali . L’edizione 2017 è dedicata a “Grow Conserve” la contrapposizione fra crescita e conservazione delle risorse…
I lavori della mostra hanno accompagnato i lavori del G7 Ambiente a Bologna, le immagini sono esposte a Casa Saraceni in V. Farini 14 a Bologna fino al 14 settembre. Ingresso libero. Aria condizionata , e così, come dice lo scrittore Danilo Masotti , ci si può andare spostandosi un momento dal refrigerato banco delle mozzarelle del supermercato

La mostra è a Casa Saraceni / Genus Bononiae in Via Farini, 15 è ad ingresso libero e dura fino al 14 settembre.

 

I fotografi in finale e successivamente premiati

Premio a Claudia Jguarribe

 

Syngenta Photography Award: Open Competition
Caption: Gaewern Slate Mine, abandoned in 1970
Category: General Category
Photographer: Robin Friend
Taken on: 19/8/2013
Email: robin.friend@network.rca.ac.uk
Address: 34 Kyverdale road, Flat 1, London, N16 7AH, United Kingdom
Telephone: +44 7737485169
Image caption: The picture is a warning and hopefully a deterrent. We must act to change societies ‘throw away’ attitude and recycle the minerals we have removed from the earth rather than discarding and dumping them in landfills never to be used again. Ironically all of the objects in this picture have been made from natural resources that have come from a mine. By recycling these objects we can minimize the negative environmental impacts of mining, save energy and ensure our mineral resources are sustained and secure for future generations to come.
The challenge of creating a photograph in complete darkness in a mine is a testing experience. Ropes, harnesses and inflatable dinghies are needed and very long exposures with the help of a hand held torch are used to make the final image
Location: Near Corris, Snowdonia.
Year taken: 2015

la foto è di Jan Mc Naught Davis (un selfie accanto ad una cava dove viene ripulito l’oro con bagni di mercurio)

 

“Filippine” fotografo Gulhelm Landry , un campo coltivato alle prime luci dell’alba altrimenti un  parassita  distruggerebbe le colture Gulhem Landry Filippine (da notare come può somigliare questa immagine ad un pittore come Telemaco Signorini) questa immagine parla di una aratura che sollevando zolle di terra in prima mattina attiva una particolare difesa naturale dei parassiti che infestano la coltivazione

 

 

Read Full Post »

August 3 – September 7
Paintings by Matthew Giuffrida

The Italian Cultural Institute presents an exhibition of paintings by Bay Area artist Matthew Giuffrida. Born in the New York City area and raised in Washington, DC, Mr Giuffrida lives and works in Vallejo, California. He attended the San Francisco Art Institute (SFAI) and the Academy of Art College taking classes from Joan Brown, Julius Hatofsky and William Scharf. Later he became a visiting artist and Instructor at the SFAI.

He has had many exhibitions including Paule Anglim Gallery (SF), Southern Exposure Gallery (SF), Galleria Della Pace (Rome), Fong Galleries (San Jose), Stephen Rosenberg Gallery (NYC), Ruth Bachofner Gallery (Santa Monica) and the San Francisco MOMA Artists Gallery. His work is represented in many public and private collections in both the United States and Europe.

On August 18, San Francisco-based photographer Dennis Letbetter will join Matthew Giuffrida for the Artist Reception and Talk at the Italian Cultural Institute.

On view: August 3 – September 7, 2017

Artist Reception & Talk: Friday, August 18, 6:30pm | RSVP
Italian Cultural Institute of San Francisco
601 Van Ness Avenue, Opera Plaza, Suite F

 

August 17
Spaghetti & Movie Night

The Italian Cultural Institute of San Francisco and
the San Francisco Italian Athletic Club proudly present

SPAGHETTI & MOVIE NIGHT
The first of a series of entertaining evenings combining one of Italy’s most iconic dishes with a film screening, in the style of the great American tradition.

Thursday, August 17 – 7:00pm
SF Italian Athletic Club, 1630 Stockton Street, San Francisco
Film: “When Italy Ate in Black and White”
(Quando l’italia mangiava in bianco e nero, documentary, 2016). A journey between the traditional recipes of Italian regional cuisine and the black and white images from the Istituto Luce’s Archive, exploring the eating habits and customs of the Italians in the past century.

Menu: Appetizers – Salad – Spaghetti with meatballs
Tickets: $35 per person – RSVP Club Office 415-781-0166, and online @ www.sfiac.org

In anticipation of the Festa Coloniale Italiana of August 19 and in conjunction with the Italian Government’s “Extraordinary Italian Taste” campaign.

 

September 8-9
Ars Minerva presents “La Circe”

Opera composed in 1665 by Pietro-Andrea Ziani with a libretto by Cristoforo Ivanovich. Sung in Italian with English supertitles.

 

September 8 & 9 | 7:30pm
ODC Theater, 3153 17th Street, San Francisco

Italian Cultural Institute Members and followers are entitled to a 15% discount on Silver and Gold seats. Use the code OPERA.

La Circe’s plot is based on the adventures of Circe, the goddess and magician of Greek mythology made famous by Homer’s Odysseyand Ovid’s Metamorphoses. After Ulysses escapes Circe’s clutches, the outraged enchantress remains on her island with a number of unlucky captives who will fall victim to her resentment and manipulations.

La Circe’s manuscript is attributed to Pietro Andrea Ziani (1616-1684) with a libretto by Cristoforo Ivanovich (1620-1689) and was created in Vienna in 1665 for the birthday of Emperor Leopold I. Despite the beauty of the music, La Circe fell into oblivion and has never been performed since. Ars Minerva’s production will feature eight singers, aerial dancer Katherine Hutchinson, and a small orchestra of five instrumentalists led by Derek Tam.

Ars Minerva is a performing arts organization created in 2013 by Céline Ricci. Its mission is to engage new and younger audiences for classical music through innovative productions. Ars Minerva is very proud to bring back to life forgotten music with the collaboration of local artists in the San Francisco Bay Area.

September 23

An Homage to Lina Wertmüller

Cinema Italia SF, in collaboration with the Italian Cultural Institute and the Italian Consulate General in San Francisco, is proud to announce its 6th Classic Italian Film program, celebrating the pioneering woman director and visionary whose fearless, polemical and provocative films have left indelible marks and influence on the international entertainment field.

See on the big screen the best films of the first woman ever nominated for the Academy Award in the Best Director category–all starring Giancarlo Giannini–along with the new documentary profile film by Valerio Ruiz.

PROGRAM
11:00 | Love & Anarchy (1973, 129 min.)
1:30pm | Behind the White Glasses (2017, 104 min.)
4:00pm | Swept Away (1974, 115 min.)
6:30pm | Seven Beauties (1975, 116 min.)
8:30pm | ‘White Glasses Party’ in the Theater’s Mezzanine
10:00om | The Seduction of Mimi (1972, 112 min.)

 

Saturday, September 23 | 11:00am (first screening) – 10:00pm (last screening)
The Castro Theatre, 429 Castro Street, San Francisco

Click here for more information and tickets

We also recommend:

August 19
Festa Coloniale 2017

This year’s celebration will be held on Stockton Street between Union and Filbert, in the heart of North Beach across from Washington Square Park and Saints Peter and Paul Church. This wonderful community-based cultural event will be celebrating the San Francisco Italian Athletic Club’s (SFIAC) 99th year as an official Italian social, cultural, and sports club.

In front of SFIAC’s facilities, you’ll find additional Italian-themed vendors, classic Italian cars, a variety of Italian food, wine tasting and live entertainment. For more information, please visit www.sfiacfesta.com.

Saturday, August 19 – 11am to 5pm
Stockton Street @ Washington Square
San Francisco

August 26 & 27
San Jose Italian Family Festa

The San Jose Italian American Heritage Foundation is honored to present the 37th Annual Italian Family Festa at History Park, August 26 & 27. Join us for a weekend of fun, music, food, cultural activities and more.
For more information, visit www.italianfamilyfestasj.org.

Saturday, August 26, 11:00am – 8:00pm
Sunday, August 27, 11:00am – 6:00pm
History Park San Jose
1650 Senter Road, San Jose, CA

LEARN ITALIAN
with Istituto Italiano Scuola

The Istituto Italiano Scuola (IIS) is an outpost of Italian language and culture in downtown San Francisco. As the only school affiliated with the Italian Cultural Institute, their mission is to provide the highest quality language instruction in the Bay Area, with over 30 Italian language classes and workshops each term. 

Find the best class for you and Register now
 

Italian Cultural Institute
601 Van Ness Avenue, Suite F
San Francisco, CA 94102

Tel. 415 788 7142
Email: media@sfiic.org

 

Read Full Post »

La panchina di Lucio Dalla di Carmine Susinni nel patrimonio dei Beni Culturali Italiani

l’articolo del FAI di Marco Magnifico

http://www.fondoambiente.it/Visto-Dal-FAI/Index.aspx?q=marco-magnifico-il-fai-e-le-soprintendenze

Carmine Susinni incontrato a Bologna durante la permanenza della sua Panchina di Lucio Dalla

Read Full Post »

Older Posts »