Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Italian Fashion’ Category

Elisabetta Benassi | It starts with the firing
7 maggio – 17 settembre 2017
Collezione Maramotti è lieta di annunciare l’apertura della mostra It starts with the firing di Elisabetta Benassi, a partire dal 7 maggio 2017.

Concepita specificamente per la Collezione e presentata in occasione del festival di Fotografia Europea, l’esposizione prende avvio dalla polemica nata intorno a un’opera di Carl Andre, intitolata Equivalent VIII, composta da 120 mattoni posizionati su due file sovrapposte a formare un rettangolo. Il lavoro venne acquistato dalla Tate Gallery di Londra nel 1972 per diverse migliaia di sterline. La stampa inglese dell’epoca attaccò l’acquisto, ridicolizzando la decisione del museo con articoli e vignette.
Elisabetta Benassi è tornata sulle tracce di questi materiali, ora conservati nell’Archivio della Tate, per riaprire quella polemica e rimetterla in movimento, estrapolando alcune frasi dai ritagli dei giornali originali, riuniti in un libro d’artista e trasformati nei manifesti affissi a Reggio Emilia.
La mostra inizia dunque fuori, nella città: cinque frasi stampate su manifesti affissi in periferia e sugli autobus che attraversano il centro storico di Reggio. Sono in inglese, parlano di mattoni. Dal fuori al dentro, i manifesti ci accompagnano nello spazio dell’esposizione. Le opere di Benassi mettono in relazione “oggetti”che appartengono alla storia del luogo – la prima fabbrica di Max Mara, ora sede della Collezione – con altre presenze che si legano a una vicenda più ampia, creando una serie di “tappe” in un percorso che può essere liberamente composto dallo spettatore. Ogni stanza presenta un’opera sopravvissuta alla sparizione del contesto che inizialmente la ospitava. L’instabilità, gli enigmi che queste opere propongono non hanno però nulla di vago; puntano invece a qualcosa che ci è sin troppo familiare: la perdita di fiducia nelle promesse della tecnica, il mondo postumo che viene dopo i fallimenti sia delle ideologie che dei loro supposti rimedi, l’abbandono alle forze che disperdono, rinselvatichendole, memorie e comunità.
Cosa ci insegna quella lontana polemica intorno all’opera di Carl Andre conservata alla Tate? Probabilmente che le nostre certezze sulla maggiore lungimiranza e sensibilità del nostro tempo sono in sostanza illusioni, che i “mattoni” della nostra società – come i “valori” in cui essa confida – sono sempre precari, che le strutture sono sempre sul punto di crollare, ma anche capaci di trasformarsi, nelle mani dell’artista, da elementi in qualche modo vincolati a tessere di un mosaico multiforme.
Per maggiori informazioni, la preghiamo di visitare il nostro sito.
Inoltre domenica 7 maggio, in concomitanza con l’apertura della mostra di Benassi, sarà visitabile, per la prima volta, lo studio dell’Atelier dell’Errore BIG, gruppo dei ragazzi maggiorenni dell’Atelier dell’Errore, che ogni settimana si incontrano per disegnare insieme al terzo piano della Collezione. Oltre a una selezione di disegni emblematici della produzione dei ragazzi – lavori su fondo bianco, perlopiù di formato irregolare, accolti in scrigni lignei – la mostra include le recenti opere su “fondo nero” che propongono una rilettura in chiave entomologica dei vizi capitali. In uno degli ambienti di lavoro saranno inoltre proiettati degli scatti fotografici connessi alle ultime produzioni dell’Atelier, in cui la visione ravvicinata del segno si trasforma in suggestione astratta, offrendo un possibile percorso di lettura e un viaggio all’interno del processo di creazione dei disegni.
Elisabetta Benassi | It starts with the firing
7 maggio – 17 settembre 2017
Visita con ingresso libero negli orari di apertura della collezione permanente:
Giovedì e venerdì 14.30 – 18.30
Sabato e domenica 10.30 – 18.30
Chiuso: dall’1 al 25 agosto
Ufficio stampa
Maria Cristina Giusti – Pickles PR
Tel. +44 7925810607 / +39 339 8090604
cristina@picklespr.com
Collezione Maramotti
Via Fratelli Cervi 66, Reggio Emilia
Tel. +39 0522 382484
info@collezionemaramotti.org
www.collezionemaramotti.org

Annunci

Read Full Post »

 

 

Litografie, schizzi, disegni, bozzetti, dipinti, riviste di moda, pagine e affiches pubblicitarie, oggetti in tessuto, cartoline, opuscoli, cartelli vetrina, piatti in ceramica e libri documentano la vasta produzione artistica di Renato Zavagli detto Renè Gruau (Rimini 1909-Roma 2004), svolta nel campo dell`illustrazione di moda.

Spazio  espositivo permanente Musei della città di Rimini.

Lunedì non festivi chiuso.

gruau_11 gruau_12 gruau_13 gruau_14 gruau_15 gruau_16

Read Full Post »

campogrande

Care Amiche,

come sapete il 25 novembre è la “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne” pertanto abbiamo deciso di dedicare tutto il mese ad iniziative, incontri, mostre, dibattiti al femminile.

Ovviamente non parlo solo di eventi legati a Campogrande Concept ma anche al KI Store, il nuovo concept di Galleria Cavour, dove nei prossimi mesi si susseguiranno presentazioni, sfilate, anteprime etc…

 

Sono certa quindi vi farà piacere sapere che :

 

·        Martedì 8 novembre dalle 18 alle 20 ci sarà al KI store – Galleria Cavour – la presentazione dei gioielli MISIS 

·        Mercoledì 9 novembre dalle ore 18,30 a Campogrande Concept lo shopping-finissage con le sorprese di Erika Calesini, Judith Castellò e Luigia Boccardi ( Borse, Bijoux oggetti di design…e tanta allegria ..)

·        Giovedì 17 novembre alle 18,30 inaugurazione della mostra MA_DONNE un nuovo percorso-riflessione tra fotografia, video, pittura e musica che contaminerà le sale affrescate di Campogrande Concept, un incontro con donne speciali che per questo diventano Ma-Donne.

·        Venerdì 25 novembre una sorpresa tutta per noi…stay tuned !!!

 

Quindi mano all’agenda e segnatevi queste date, vi aspetto !!!

Un caro saluto

Daniela Campogrande

 

Daniela Scognamillo

Mob +39 3357681559
Succede a Campogrande sas

www.campograndeconcept.it

 

Read Full Post »

Bianca

          Impalpabile

  Primordiale

Materia prima degli elementi nutritivi più semplici, la farina è un ingrediente semplice tanto quanto fondamentale, Antico,ma estremamente attuale, infinitamente piccolo, ma pieno di sostanza.

Dalla farina e dalle sue dicotomie nasce una collezione dal gusto semplice , ma mai banale, pulita, senza essere mancante di dettagli che la rendono unica,bianca, ma non priva di punte di colore.

Abiti dalle forme morbide e longilinee pensati per vestire una donnasicura, elegante, la cui bellezza non ha bisogno di essere estremizzata , a solo accompagnata.

Ventuno outfit che si ispirano ad una formalità classica, alleggerita dall’uso di intrecci e tessuti piani e fiilati di lana lavorati a mano, trame inusuali che diventano texture materiche, giochi  di pieghe irregolari che si rincorrono per tutta la collezione.

Dettagli che permettono di uscire dalla rigidità delle regole  senza obbligatoriamente stravolgerle .

Così come la farina che è ingrediente fondamentale, dal piatto più semplice alla pietanza più elaborata , queste creazioni vogliono essere presenti nel quotidiano di ogni donna, da quella giovane a quella più matura, donando classe in modo estremamente naturale , concedendo ad ognuna il lusso di sporcarsi le mani con la purezza della farina.

Capita raramente di trovare una collezione così  lineare, dedicata all’eleganza nella quotidianità e non nella particolarità, l’altro elemento è che le due stiliste sono giovanissime,e riescono a resistere alla tentazione dell’eccesso che renderebbe un abito portabile solo in certe occasioni e non da utilizzare per ogni occasione, dal lavoro al cocktail. Ed è proprio questo che più mi ha colpito in questa sfilata che , al tramonto della luce sul mare ha saputo catturare momenti davvero magici anche come evento in sè. Roberta Ricci

Sfilata_07 Sfilata_06 Sfilata_05 Sfilata_03 Sfilata_02 Sfilata_01

Read Full Post »

Sarte d’arte è una cooperativa sociale, per immettere nel lavoro donne  in ripresa di lavoro. Nei giorni scorsi ha organizzato una sfilata per proporre le sue creazioni

sfilata_30 sfilata sfilata senni sfilata_05 sfilata_06 sfilata_12 sfilata_20 sfilata_22 sfilata_23 sfilata_25

Sandra SenniSandra Senni , autrice di alcuni acquarelli sugli abiti della collezione

foto di Roberta Ricci

Read Full Post »

Armonie di colori : sfilate di moda

Ho conosciuto l’atelier sarte d’arte perché cercavo il modo di stampare su tessuto alcuni miei lavori per fare dei vestiti e ho trovato la responsabile di sarte d’arte , Monica, che ha accettato la mia proposta, fidandosi di me ed io di lei.
Sarte d’arte è una cooperativa sociale, per immettere nel lavoro donne in ripresa di lavoro. Apprendono il mestiere, e dopo 6 mesi di borsa-lavoro, vengono assunte se rivelano capacità sartoriali.
Alcune, le migliori, modelliste, sono state rubate all’atelier dopo due anni di preparazione.
Il laboratorio, in un ampio spazio e ben attrezzato, si trova a Marano di Castenaso. In  genere, il laboratorio , si occupa di fare riparazioni, orli, trasformazioni di abiti vecchi, ma dall’atelier, fra sete cangianti, nastri colorati, intrecci di fili e non solo… di relazioni, conciliando tempi di vita e di lavoro, escono capi unici e particolari. Per far conoscere il lavoro dell’atelier, è stata  organizzata una  sfilata  in una sede prestigiosa: il circolo ufficiali di Bologna.
La sfilata ha avuto luogo il primo giorno di primavera

senni sandra foto foto (1) foto (2) foto (3) foto (5) passarella_01 passerella ricic sennifoto di Roberta Ricci

Read Full Post »

Ferdinando Scianna, qualche tempo fa, invitato dalla docente Federica Muzzarelli, è stato invitato dall’Università di Bologna sede di Rimini, a parlare di Moda, e parla del suo rapporto di collaborazione  del brand “Dolce e Gabbana”  la modella è Marpessa .I video sono di Roberta Ricci

 

 

 

Read Full Post »

Older Posts »