Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Manifestazioni’ Category

 

In occasione del Giorno della memoria 2018, la sezione ANPI Savena in collaborazione con l’ARCI Benassi e con il patrocinio del Comune di Bologna, vi invita alla proiezione del film “Woman in Gold” di Simon Curtis con Helen Mirren (2015), la storia della nipote di Adele Bloch-Bauer, musa e modella di Gustav Klimt, fuggita da Vienna per sottrarsi alle persecuzioni antisemite, e del percorso intrapreso per rientrare in possesso delle opere d’arte di proprietà della sua famiglia rubate dai nazisti.

23 gennaio, sala Napoleone ARCI Benassi, viale Cavina 4, ore 20.45.

“INSIEME al CINEMA”
PITTURA e CINEMA
Tre serate cinematografiche
tra pittori e società
Alle ore 20,45 presso la sala NAPO dell’ARCI BENASSI.
——————————————————————————————————-
9 GENNAIO 2018 FRIDA – (2002) di Julie Taymor
(USA) con Salma Hayek, Alfred Molina, Geoffry Rush e A. Banderas/Buena Vista


16 GENNAIO 2018 TURNER – (2014) di Mike Leigh
(Gran Bretagna) con Timothy Spall, Tom Waschiha/BIM

 

 

23 GENNAIO 2018 WOMAN IN GOLD – (2015) di Simon Curtis
(USA – Gran Bretagna) con Helen Mirren, Ryan Reynolds/Eagle Pictures


——————————————————————————————————-

Serate per Soci. Entrata ad OFFERTA LIBERA.
All’inizio della proiezione: breve presentazione

Read Full Post »

Ph Neutro Collection
02.12.2017 – 18.01.2018
Dicembre all’insegna dell’arte fotografica contemporanea con l’inaugurazione di una mostra di altissimo livello che accosta opere di grandi maestri internazionali.

Augeo, storica dimora di corso d’Augusto 217, apre le porte da sabato 2 dicembre ore 18.00 a “Ph Neutro Collection”.

https://www.augeo.it/

Le opere, riuniscono esperienze e percorsi diversi di autori internazionali con nomi del calibro di Sebastiao Salgado considerato da molti il più grande fotografo contemporaneo vivente, Thomas Struth tra i più influenti e quotati dei nostri giorni, Mario Giacomelli tra gli italiani più riconosciuti al mondo, l’icona geniale della fotografia provocatoria Andres Serrano, l’innovatore-sognatore oltre i canoni fotografici Duane Michals.

Ansel Adams tra i più importanti fotografi paesaggisti di sempre, Robert Frank personaggio di culto considerato tra i più importanti esponenti della storia della fotografia, Nan Goldin artista statunitense presente attualmente alla triennale di Milano, J.P. Witkin ritenuto tra i maggiori e più originali fotografi viventi, l’onirico, geniale, fantasioso Paolo Ventura.

I visitatori potranno ammirare anche la pittura fotografica di atmosfere perdute di Brassesco & Passi Norberto, le opere del maestro del paesaggio Michael Kenna, i luoghi aperti, indeterminati e affascinanti di Renate Aller, la botanica che diventa pura arte di Beth Moon.

In mostra Jefferson Hayman le cui opere sono esposte nei più grandi musei del mondo come il Moma di New York (tra i suoi collezionisti ci sono anche Bill Clinton e Robert de Niro) le straordinarie stratificazioni fotografiche di Kamil Vojnar, le spettacolari immagini di Jimmy Nelsone poi Terry O’Neill il celebre ritrattista in mostra con uno scatto di Brigitte Bardot, il multimediale Occhio Magico, l’artista metropolitano Marco Bertin.

Artisti di fama internazionale rappresentati in esclusiva sul mercato italiano da Ph Neutro riconosciuta tra le migliori gallerie di fotografia attive nel nostro Paese.
Creata da Annamaria Schiavon, collezionista e raffinata cultrice dell’arte fotografica, con una ventennale esperienza nella produzione professionale di stampe fotografiche, la galleria dal 2011 è presente a Verona, punto di riferimento altamente specializzato in fotografia d’autore, il cui fine è informare, aggiornare e guidare collezionisti e appassionati di tutto il mondo vista l’importanza che la fotografia ha ormai acquisito nel complesso mondo dell’Arte contemporanea.

Appuntamento negli spazi di Augeo sabato 2 dicembre dalle diciotto: il visitatore potrà ammirare quarantasette opere straordinarie dei grandi contemporanei della fotografia internazionale e un’attenta e scrupolosa selezione con il fine di diffondere e valorizzare la fotografia fine-art.

La mostra fa parte del progetto di Cartello Rimini che ospita per la prima volta sul territorio una grande collettiva contemporanea fino al 18 gennaio 2018.

Cartello Rimini entra nel clou del progetto mirato a promuovere oltre confine l’espressività differente dell’arte contemporanea ospitando una tra le più grandi gallerie del settore.

In febbraio, sarà la volta degli artisti di Cartello che esporranno nella prestigiosa galleria Ph Neutro nel centro storico di Verona.

Arte e cultura hanno un ruolo centrale sia per la crescita individuale sia per la stessa coesione della comunità. Cartello Rimini, con la divulgazione di queste correnti, mira attraverso un esclusivo progetto di mostre e fiere a livello nazionale e internazionale a sostenere e dare visibilità all’eccellenza locale attraverso le grandi potenzialità della nuova arte tradotta dalla collettiva nei vari linguaggi artistici.

Read Full Post »

Si sono appena concluse le mostre della Biennale della fotografia dell’industria e del lavoro.

Al MAMbo Vincent Fournier ha  esplorato la finzione come se fosse una realtà parallela, alternando stile documentario e composizioni costruite. La sua opera propone un viaggio tra le utopie più rappresentative del XX e XXI secolo: l’avventura spaziale, l’architettura del futuro e l’intelligenza artificiale. Quello di Fournier è un mondo in cui si può ricordare ciò che non è ancora avvenuto, ciò che avverrà domani.

Mostra realizzata con il sostegno di New Square Gallery, Lilla.

In queste immagini Vincent Fournier osserva un astronomo russo, il capitano Boris, fra le mura domestiche e ne analizza l’abbigliamento, i suoi guanti la sua casa.  In altre foto si vedono gli osservatori  astronomici della Norvegia e il deserto di Atacama, in Cile , alcune immagini di radar disseminati in un campo e la proporzione uomo-natura, essendo di una generazione digitale la robotica è confidenziale a Fournier che fotografa la collaborazione/interazione uomo robot.

 

 

Read Full Post »

Biblioterapia. Come curarsi (o ammalarsi) coi libri 2017

REALTÀ… e mondi possibili

Claudio Bartocci

Scrittori matematici

Sabato 18 novembre, ore 17

 

Sala del Giudizio – Museo della Città

ingresso libero e gratuito fino a esaurimento posti

Sabato 18 novembre (Sala del Giudizio, Museo della Città, ore 17), Biblioterapia 2017 incontra Claudio Bartocci, docente di Fisica matematica, Geometria differenziale e Storia della matematica nell’Università di Genova. “Scrittori matematici” è il titolo della sua conversazione, che ci introdurrà al rapporto con la verità e la realtà intessuto dalla matematica.

Per questa tappa essenziale nel percorso intorno a “Realtà… e mondi possibili” non potrebbe esserci guida migliore di Bartocci, che “con calviniana ‘leggerezza’ – per citare Mario Porro – naviga fra i saperi e la loro storia obbedendo al demone dell’Enciclopedia”, e le cui pagine “promuovono intrecci, fecondi incroci fra scienze e cultura umanistica”. Come nel suo ultimo libro, “Zerologia. Sullo zero, il vuoto e il nulla” (il Mulino, 2016), dialogo con un fisico, Piero Martin, e un filosofo, Andrea Tagliapietra, su quella che la presentazione del libro chiama “grammatica del non”, necessaria alla conoscenza umana, perché “lo zero, il vuoto e il nulla ci consentono di sporgerci su ciò che non sappiamo ancora, su quel non sapere che sempre circonda ciò che crediamo di sapere”.

“Scrittori matematici”, al di là della centralità che la matematica ha assunto negli sviluppi recenti della fisica e della tecnologia, intende aprire il nostro sguardo alla sua potenzialità di arte immaginativa. Negli ultimi due secoli, infatti, a seguito delle profonde trasformazioni di questa disciplina, si sono approfonditi i suoi intrecci con la letteratura: tra gli scrittori che ne sono stati influenzati, a partire dal Novecento, annoveriamo Hermann Broch, Leo Perutz, Carlo Emilio Gadda, i sodali dell’Oulipo (Raymond, Queneau, Georges Perec, Jacques Roubaud, Italo Calvino), Dino Buzzati, Umberto Eco, Max Frisch, Hans M. Enzensberger, Don DeLillo, David Foster Wallace… Se è vero infatti che letteratura e matematica sono attività dell’intelligenza, della “finzione”, e consistono nell’invenzione di mondi possibili, offrono anche strumenti per demistificare la realtà attraverso giochi di rispecchiamento, per sondare la nostra capacità (o incapacità) di dare un nome alle cose, per esplorare le possibilità (nelle parole di Calvino) di un “nuovo rapporto tra la leggerezza fantomatica delle idee e la pesantezza del mondo”.

Anche la matematica, come la letteratura, può costruire il nuovo perché sa distruggere i pregiudizi, ignora i confini del sapere; “l’intuizione creativa rovescia il motto di Sherlock Holmes: non bisogna più abbandonare l’impossibile per l’improbabile, ma dimostrare proprio quello che non pare possibile a coloro che si sentono ‘padroni del pensiero’”.

Claudio Bartocci, matematico, è docente di Geometria, Fisica matematica e Storia della matematica presso l’Università di Genova. Ha ricoperto visiting positions presso la State University of New York at Stony Brook, l’Université de Paris VII, la University of Philadelphia, l’École de Hautes Études en Sciences Sociales, Paris, la Sissa di Trieste; nel 2011 ha avuto una fellowship dalla Italian Academy, Columbia University, New York. È autore di numerose pubblicazioni specialistiche e ha diretto con P. Odifreddi, i 4 volumi della Matematica(Einaudi, 2007-2011). I suoi ultimi libri sono Una piramide di problemi (Cortina, 2012) e Dimostrare l’impossibile. La scienza inventa il mondo (Cortina, 2014; finalista premio Galileo),Zerologia: sullo zero, il vuoto e il nulla (con Piero Martin, Andrea Tagliapietra, Il Mulino, 2016), Scrittori matematici, (Codice, in corso di pubblicazione).

CALENDARIO DEI SUCCESSIVI INCONTRI

Sala del Giudizio –Museo della città

Sabato 25 novembre

Luigi Zoja, psicanalista

La morte del prossimo: eccesso di virtualità

 

Sabato 2 dicembre

Luca Serianni, linguista

Le parole e le cose: due realtà che cambiano nello spazio e nel tempo

 

Read Full Post »

L’hanno torturata per sette giorni e sette notti , le hanno fatto l’indicibile , le hanno perfino  strappato gli occhi,  ma Irma Bandiera,  partigiana della 7a gap ,non ha svelato i piani della sua brigata ed ha preferito morire per non tradire. Ecco perché Irma è un simbolo della resistenza a Bologna .Quando è stata catturata aveva un vestito leggero a fiori, il filo di perle e il rossetto e quando è uscita ,aveva  detto  che andava a trovare i parenti, i suoi hanno trovato il suo corpo maciullato dal mitra a pochi passi da casa. Aveva 29 anni. La famiglia incredula della sua attività militante,in casa, Irma,  non aveva mai accennato alle sue simpatie partigiane, era una delle staffette più brave della 7a Gap. Il partigiano Cestino disse di lei, no, Irma non parlerà , ed è stato così.

A ricordare questa grandiosa figura della resistenza bolognese il Sindaco di Bologna, Virginio Merola con la Presidente della Camera, Laura Boldrini, alla camera dei Deputati, Anna Cocchi presidente ANpi, Piera Degli Esposti, Pino Cacucci, Lia Marchesini (nipote di Irma Bandiera)

In alto, Irma Bandiera, partigiana bolognese, 7a Gap, il murale di Irma Bandiera alle scuole Bombicci , alla camera dei Deputati, da sinistra, lo scrittore Pino Cacucci, la sig.ra Lia  Marchesini nipote di Mimma Bandiera, la presidente Laura Boldrini, Anna Cocchi Presidente ANPI, Piera Degli Esposti legge alcuni passi del libro scritto da Pino Cacucci ed altri brani su Irma Bandiera, la presidente Laura Boldrini fotografata da Simona Sallustri, storica, Anna Cocchi presidente ANPI, Mauria Bergonzini a sinistra con un’amica romana, una delle pareti di donne costituenti alla Camera dei Deputati, un momento di socialità dopo la commemorazione.

 

Il Sindaco Virginio Merola ha partecipato questa mattina a Roma a “Montecitorio a porte aperte”, l’iniziativa mensile con cui la Presidente della Camera Laura Boldrini apre il palazzo ai cittadini. La mattinata è stata dedicata a Irma Bandiera, la partigiana bolognese torturata e uccisa dai fascisti, medaglia d’oro al valor militare. Al ricordo di Irma Bandiera ha partecipato la Presidente Boldrini e l’attrice Piera Degli Esposti che ha letto brani da “Ribelli” di Pino Cacucci, da “Donne della Resistenza” di Renata Viganò e da “Soltanto una vita” di Laura Lombardo Radice. Lo scrittore Cacucci ha moderato gli interventi che, oltre al quello del Sindaco, sono stati della presidente dell’Anpi di Bologna Anna Cocchi e della nipote di Irma, signora Lia Marchesini.

Di seguito l’intervento del Sindaco Virginio Merola:

” ‘La partigiana Mimma io non la conoscevo, io conoscevo soltanto la signorina Mimma, e conoscevo la sorella, i suoi genitori, sapevo dove abitava, perché era del mio stesso rione. Ed era logico che io non sapessi nulla della sua attività clandestina; in quel periodo si avevano contatti con poche persone ed erano sempre troppe. Una staffetta, come era Mimma, doveva tenere i collegamenti, combinare gli appuntamenti, essere fuori a tutte le ore, accorrere dove c’era pericolo per i gappisti, portare armi e anche combattere’. Novella Corazza, partigiana bolognese, ricorda così Irma Bandiera in una testimonianza rilasciata nel 1969 a Luciano Bergonzini.

E ancora, Novella Corazza racconta a Bergonzini il giudizio che di Irma aveva dato Cestino, ovvero Alceste Giovannini ,il comandante politico della settima Gap: ‘Tu non sai che brava ragazza è diventata; non è più la signorina sofisticata che ci sembrava così graziosa, ben curata ed abituata ad una vita facile e agiata. Ora è diventata una donna politicamente preparata e cosciente e con lei lavorare è un piacere; sempre serena e sorridente sa affrontare situazioni pericolose con una temerarietà inverosimile’…

…Voglio partire da qui, da queste poche parole di una compagna di Irma Bandiera perché vorrei che, in questa mattinata per cui ringrazio la Presidente della Camera Laura Boldrini, avessimo chiaro un punto fermo. Le partigiane, i partigiani, sono stati donne e uomini normali che hanno affrontato un periodo eccezionale. Lo hanno fatto con le forze che avevano a disposizione, con preparazioni umane e culturali diverse l’uno dall’altra, con la necessaria paura che si è trasformata nel coraggio di costruire le basi di una nazione migliore. Ma è bene tenere a mente questo: erano persone normali. Persone che come tutti avevano debolezze e fragilità e tratti personali del carattere. Lo voglio dire e sottolineare soprattutto ai giovani che ci ascoltano, a tutti quelli che impareranno cos’è stata la lotta partigiana. Se la guardiamo da questo punto di vista l’eroismo di queste madri e padri della nostra Repubblica appare ancora più cristallino.

Questa Resistenza, fatta di persone normali, che scelsero di stare da una parte precisa della Storia, può darci degli elementi utili anche in questo nostro presente così confuso e annebbiato nei valori e nella scala di priorità…

L’intervento  del Sindaco di Bologna

http://comunicatistampa.comune.bologna.it/2017/il-ricordo-di-irma-bandiera-alla-camera-dei-deputati-lintervento-del-sindaco-virginio-merola-857

Read Full Post »

A Rimini The Extraordinary Library, cento gioielli editoriali per ragazzi  selezionati  da Bologna Children’s Book Fair per Pitti Immagine Bimbo 2017 – inaugurazione 17 ottobre ore 17, imperdibile

La mostra The Extraordinary Library, cento gioielli editoriali per ragazzi  selezionati  da Bologna Children’s Book Fair per Pitti Immagine Bimbo 2017, approda a Rimini: apre al pubblico il 17 ottobre alle ore 17 alla Galleria Dell’Immagine-Biblioteca Gambalunga, offrendo una collezione, curata da Silvana Sola e Marcella Terrusi, di cento libri illustrati per ragazzi di editori internazionali che raccontano la storia della moda e del costume, giocando con  texture, illustrazioni e personaggi indimenticabili fra narrazioni visuali e invenzioni cartotecniche.

100 libri sorprendenti fra biografie di stiliste e stilisti, icone della moda, visioni, racconti, trame e orditi, segni e colori che arrivano da geografie diverse: dalla Corea al Brasile, dagli Stati Uniti al Nord Europa, dal Giappone all’Italia e dall’Italia al mondo, passando per Firenze e approdando ora anche a Rimini. La mostra The Extraordinary Library è nata nel contesto di una più ampia collaborazione avviata fra la Fiera del Libro per Ragazzi di Bologna, il più importante salone internazionale dell’editoria per ragazzi e Pitti Immagine Bimbo, l’appuntamento fieristico di riferimento internazionale per il childrenswear, un ponte straordinario fra l’universo dell’editoria e della letteratura per l’infanzia e le culture e tecniche della moda.

 

L’edizione riminese di The Extraordinary Library è resa possibile dalla cornice offerta dalla Convenzione tra Biblioteca del Campus Universitario e Biblioteca Gambalunga ed è stata promossa e curata da Elena Collina per la Biblioteca del Campus insieme al Comune di Rimini e al Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita con Roberto Farné e Marcella Terrusi e con il coinvolgimento delle studentesse del Corso di Laurea in Culture e Tecniche della Moda.

La biblioteca straordinaria offre ai visitatori, nell’allestimento riminese curato da Susan Mohamed, l’occasione di leggere, scoprire, toccare, sfogliare e guardare le figure di libri che mettono in pagina  moda e costume, arte  e design attraverso la narrazione, ma anche attraverso la suggestione delle immagini e delle forme  per suscitare nell’esperienza della lettura stupore e nuovi accostamenti.

Albi illustrati preziosi e curati come abiti di buona fattura, veri gioielli editoriali per promuovere la lettura, per educare lo sguardo, per offrire a tutti i lettori, una nuova occasione di immersione nell’immaginario della letteratura per l’infanzia e della moda.

The Extraordinary Library inaugura alla Galleria Dell’Immagine – Biblioteca Gambalunga, il giorno 17 ottobre alle ore 17.

Saranno presenti:

Massimo Pulini, Assessore Comune di Rimini

Elena Collina, Biblioteca del Campus di Rimini

Elena Pasoli, Bologna Children’s Book Fair

Giuliana Parabiago, Pitti Immagine

Roberto Farné, Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita, Università degli studi di Bologna

Silvana Sola, Cooperativa Giannino Stoppani, ISIA Urbino

Marcella Terrusi, Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita, Università degli studi di Bologna

 

·         Inaugurazione aperta a tutti.

 

Nello spazio si terrà un laboratorio-atelier per bambini dai 4 anni in su gestito dalla Cooperativa Millepiedi.

·         Credits

The Extraordinary Library

è curata da Chiara Annamaria Carobene, Corso di Laurea in Teoria e Tecniche della Moda, Università di Bologna, Elena Collina, Biblioteca Centrale del Campus di Rimini, Università di Bologna, Roberto Farné, Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita, Università di Bologna, Silvana Sola, Giannino Stoppani Cooperativa Culturale, Marcella Terrusi, Dipartimento di Scienze per la Qualità della Vita, Università di Bologna

 

·        Un ringraziamento speciale a

Elena Pasoli, Exhibition Manager Bologna Children’s Book Fair

Giuliana Parabiago, PR & Marketing Consultant Pitti Immagine

Grazie a

Che Antico, Cristiana Curreli, Oriana Maroni, Federica Muzzarelli, Ines Tolic, Stefania Venturino

Cappelli  collezione di Vera Martinelli

Allestimento  Susan Mohamed, Giulia Violanti

Laboratori didattici  Nadia Mohamed per Cooperativa Millepiedi

Adattamenti grafici  Marina Chiarini, Campus di Rimini, Università di Bologna

 

Galleria Dell’Immagine

Biblioteca Gambalunga, Rimini

18 ottobre – 7 novembre 2017

inaugurazione 17 ottobre, ore 17

Orari:

feriali 10 -13 – 16-18

festivi 10- 13 – 15-19

Info mostra:

Biblioteca Centrale del Campus di Rimini

Università di Bologna

campusrimini.biblioteca@unibo.it

Info laboratori per bambini (età 4+):

Cooperativa Millepiedi

nadia.mohamed@cooperativailmillepiedi.org

 

Read Full Post »

 

La Fondazione Unipolis, insieme agli altri partner, ha il piacere di invitare al ciclo di incontri dedicato a “Gramsci in giallo”, anche come occasione per ricordare il grande intellettuale e politico italiano a ottant’anni dalla morte

Lunedì 16 ottobre
ore 17:30
Sherlock Holmes e Padre Brown
Due modi per scoprire il colpevole
Carlo Lucarelli • Jean-Louis Ska • Gian Mario Anselmi
Introduce Chiara Daniele
Coordina Paolo Di Paolo
Letture di Lino Guanciale

Lunedì 23 ottobre
ore 17:30
Brividi nazionalpopolari
Il romanzo giallo oggi
Carlo Lucarelli • Marcello Fois • Alessandro Zaccuri
Videointervista di Carlo Lucarelli ad Andrea Camilleri
Coordina Roberta Scorranese

Lunedì 30 ottobre
ore 17:30
Tutti i colori del giallo
Letteratura, fiction e potere
Carlo Lucarelli • Maurizio De Giovanni • Marco Vichi
Coordina Marino Sinibaldi

di più :

Gian Mario Anselmi, italianista, è docente
di Letteratura italiana e Letteratura
italiana medievale all’Università
di Bologna. Studioso di Machiavelli e
Guicciardini, ha fatto parte del consiglio
di amministrazione dell’Istituto
dell’Enciclopedia Italiana.

Andrea Camilleri, scrittore, regista
e sceneggiatore, ha legato il suo nome
ad alcune fra le più note produzioni
poliziesche della Rai, come i telefilm
del Tenente Sheridan e del Commissario
Maigret. Autore di successo, ha
raggiunto la fama televisiva con i gialli
del commissario Montalbano, interpretati
da Luca Zingaretti.

Chiara Daniele, segretaria dell’Edizione
nazionale delle opere di Gramsci,
responsabile della sezione Epistolario,
ha pubblicato il carteggio di
Gramsci con Tatiana Schucht degli
anni tra il 1926 e il 1935 (con Aldo
Natoli) e il carteggio del 1926 con Togliatti.
Per l’Edizione nazionale sta curando
i volumi dell’epistolario gramsciano
dal carcere di Turi.

Maurizio De Giovanni, scrittore tradotto
in molti Paesi, è autore di un ciclo
di romanzi incentrati sulla figura
del commissario Ricciardi. Nel Metodo
del Coccodrillo fa la sua comparsa
l’ispettore Lojacono, ora fra i protagonisti
della serie dei Bastardi di Pizzofalcone,
ambientata a Napoli.

Paolo Di Paolo, scrittore tradotto in
molte lingue, è stato finalista nel 2003
al Premio Italo Calvino per l’inedito e
al Campiello Giovani. Collabora con il
quotidiano La Repubblica e dal 2006
conduce le Lezioni di Storia all’Auditorium
Parco della Musica di Roma.

Marcello Fois, scrittore e autore teatrale,
ha sceneggiato per la tv Distretto
di polizia e Crimini e per il cinema
Ilaria Alpi. Il più crudele dei giorni. Ha
vinto il Premio Calvino e il Premio
Dessì. Per il teatro ha scritto, tra l’altro,
Di profilo e Stazione, atto unico per
la commemorazione della strage di
Bologna.

Lino Guanciale, attore di teatro, cinema
e tv, ha lavorato con Gigi Proietti,
Franco Branciaroli, Luca Ronconi e
Michele Placido. Quest’anno è stato
protagonista del poliziesco televisivo
La porta rossa (Rai 2) e ha ricevuto il
Premio Flaiano.

Carlo Lucarelli, scrittore, regista,
sceneggiatore e conduttore televisivo,
è autore delle serie di gialli del commissario
De Luca, dell’ispettore Coliandro
e del capitano Colaprico. Per
un decennio ha condotto sulla Rai il
programma Blu Notte. Misteri italiani.
Roberta Scorranese lavora al Corriere
della Sera, dove si occupa di temi culturali,
prevalentemente di arte. Con Pier
Mario Fasanotti ha scritto il libro Io
non sono pazzo. Splendori e miserie di
Salvador Dalì.

Marino Sinibaldi, giornalista, critico
letterario e conduttore radiofonico, è
direttore di Radio 3 e presidente del
Teatro di Roma. In Rai ha condotto
le trasmissioni Antologia, Fine secolo,
Note azzurre, Lampi, Senza rete, Supergiovani,
Tema. Ha inoltre ideato e condotto
la trasmissione Fahrenheit.

Jean-Louis Ska, gesuita belga, è professore
al Pontificio Istituto Biblico
(Roma) e dirige la sezione per l’Antico
Testamento della rivista scientifica
Biblica. È autore di opere tradotte in
inglese, francese, spagnolo, portoghese,
cinese e giapponese.

Marco Vichi, scrittore e sceneggiatore,
ha vinto il Premio Scerbanenco
nel 2009. Sette anni prima ha dato
vita alla figura del commissario Bordelli,
protagonista di una serie di polizieschi
ambientati a Firenze negli
anni Sessanta.

Alessandro Zaccuri, scrittore e giornalista,
è inviato speciale del quotidiano
Avvenire. Autore di romanzi e
saggi di critica letteraria, è stato finalista
al Premio Campiello con Il signor
figlio e ha tradotto Cattiva fede di
Ken Follett.

Read Full Post »

Older Posts »