Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Presentazione di un libro’ Category

Read Full Post »

Giovedì 22 giugno alle ore 17.30 presso il Museo “Luigi Tonini” di Rimini verrà presentato il nuovo lavoro di Renato Barilli, I narratori della generazione di mezzo. Fitzgerald, Sartre, Camus, Gombrowicz, Moravia (edizioni Mursia).

Introduce Massimo Pulini, Assessore alle Arti del Comune di Rimini.

Anche questo saggio nasce come il precedente, La narrativa dei «capitani coraggiosi», che ha fatto seguito al capostipite della serie, La narrativa europea in età contemporanea, per il fatto che in quel primo studio non era potuto entrare un personaggio di grande statura quale Joseph Conrad.
Infatti l’attivismo esasperato e l’essere per la morte degli eroi conradiani non trovavano posto nella sottile analisi del vissuto condotta da autori quali Joyce e Compagni. Però, a sua volta, in quella sequenza successiva non è entrato uno scrittore come Camus, il cui «straniero» sembra gettarsi pure lui a compiere un atto inconsulto, un omicidio immotivato, sostenendone poi stoicamente le conseguenze. Ma in questo caso non si tratta appunto di un eroe, bensì di un essere comune, mediocre, e così si dica per gli altri personaggi presentati dai narratori di questa famiglia.
Sartre fa provare nausee e crisi di rigetto a un’esistenza media, quando si trova in presenza di oggetti banali. Il polacco Gombrowicz istruisce un’arguta caccia al tesoro andando a sorprendere certi sintomi di sapore freudiano che inquietano il comportamento di gente comune. Il nostro Moravia tratta i casi di personaggi della buona borghesia che però si dissociano dall’affarismo e dallo spirito di possesso dei loro simili. Infine lo statunitense Scott Fitzgerald, pure lui, mette in scena personaggi perplessi, esitanti, quasi degli «uomini senza qualità» alla maniera di Musil.
Anche in questo caso, come nei saggi precedenti, vengono esaminati autori quasi coetanei, nati nel corso del primo decennio del Novecento, solo con qualche anticipo, per il più anziano Scott Fitzgerald, o qualche scavalcamento in avanti, se si pensa a Camus.

Renato Barilli, nato a Bologna nel 1935, ha insegnato a lungo Fenomenologia degli stili al corso DAMS dell’Università di Bologna, di cui ora è professore emerito. I suoi interessi, muovendo dall’estetica, sono andati sia alla critica d’arte sia alla critica letteraria. Nell’ambito di quest’ultima si possono ricordare Dal Boccaccio al Verga. La narrativa italiana in età moderna, Milano, Bompiani, 2003, La narrativa europea in età moderna. Da Defoe a Tolstoj , ivi, 2010,  e i recenti La narrativa europea in età contemporanea, La narrativa dei capitani coraggiosi,  La narrativa della generazione di mezzo. Mursia, 2014, 2015 e 2016, oltre a studi monografici che hanno riguardato Pascoli, D’Annunzio, Svevo, Pirandello, Kafka, Robbe-Grillet. Tra i titoli di carattere filosofico, Bergson. Il filosofo del software, Milano, Raffaello Cortina, 2005. Il testo di base del suo insegnamento è stato, per un quarto di secolo, Scienza della cultura e fenomenologia degli stili, ora ripubblicato presso la BUP di Bologna. Volumi riassuntivi della sua attività di docente si possono considerare anche L’arte contemporanea, Milano, Feltrinelli, 2005, Storia dell’arte contemporanea in Italia, Torino, Bollati Boringhieri, 2007, Arte e cultura materiale in Occidente. Dall’arcaismo greco alle avanguardie storiche, sempre presso Bollati Boringhieri. Ha affidato le sue memorie a Autoritratto a stampa, Bologna, Lupetti, 2010. Scrive d’arte ogni domenica sull’”Unità”.

Cfr. anche il blog www.renatobarilli.it

FRONTESPIZIO. Piccola rassegna di libri nuovi
Come la prima pagina interna, che di un libro fornisce gli elementi essenziali e sostanziali, questa rassegna vuole accompagnare i lettori davanti alla porta di ingresso di nuovi testi. L’etimo della parola Frontespizio (dal tardo latino frontispicium, composta di frons, frontis ‘fronte’ e del tema di specere ‘guardare’), evoca l’atto di guardare un volto, che restituisce la conoscenza delle principali espressioni e dei caratteri peculiari di una persona. Anche queste presentazioni ci faranno incontrare il volto di un libro e insieme quello del suo autore. Presentare equivale anche a declinare al presente, al qui e ora, gli infiniti argomenti legati all’arte della scrittura. La presenza in sala dell’autore è dunque un’occasione per collocare il pubblico in una inedita postazione, aggiuntiva rispetto alla lettura del libro. Conoscere le premesse dalle quali quel testo nasce, gli intenti dai cui lo scrittore è partito per costruirne l’impalcatura, offre un importante arricchimento di senso.Quando si diffuse il termine italiano “Frontespizio”, agli inizi del XVII secolo, le pagine di apertura di un libro contenevano, oltre ai nomi e ai titoli, anche un’architettura di immagini: colonne e timpani, figure allegoriche e oggetti simbolici erano disegnati e incisi a decorazione e viatico di quelle porte d’ingresso al testo
Massimo Pulini

——————————————

Giovedì 22 giugno 2017 – ore 17.30
Museo della Città “Luigi Tonini”
via Luigi Tonini n. 1 – Rimini
info 0541 793851

ingresso libero

www.museicomunalirimini.it

Read Full Post »

Prosegue al Museo della Città “Luigi Tonini” di Rimini
FRONTESPIZIO piccola rassegna di libri nuovi

Giovedì 25 maggio 2017 ore 17.30

incontro con

Giovanni Franciosi
Riviera blues
Edizioni Caosfera

Questa è la storia di Eddy Yello, giovane stilista di talento, e del suo muoversi apparentemente disinvolto nel mondo della moda, un universo corrotto dove i giochi sono condotti da personaggi di dubbia moralità. Il Dio Profitto detta le regole, calpestando umanità, tra sesso, droga e pedopornografia. Eppure il senso di colpa brucia, si insinua nella trama, dove i ricordi improvvisamente ritornano e i sogni che si rincorrono a ritmo di musica, in un on the road mozzafiato vissuto tra Milano, Parigi, New York, Riccione, Las Vegas e New Orleans.

Giovanni Franciosi è nato e cresciuto a pane, moda e musica. Profondo conoscitore di mainstream e tendenze del pianeta Fashion e Socialite nei migliori party ed happenings della scena internazionale, è stato Retail Manager di Maison italiane, francesi e americane. Personal Stylist, svezzato con i grandi della Moda italiana nella Milano da bere degli anni novanta, ha poi spiccato il volo verso le fashion week di Parigi, Londra, Tokyo e New York e i multibrand stores di Los Angeles. Dj radiofonico e cultore di blues, rock, R&B e soul americano.
http://www.cinquantuno.it

FRONTESPIZIO. Piccola rassegna di libri nuovi
Come la prima pagina interna, che di un libro fornisce gli elementi essenziali e sostanziali, questa rassegna vuole accompagnare i lettori davanti alla porta di ingresso di nuovi testi. L’etimo della parola Frontespizio (dal tardo latino frontispicium, composta di frons, frontis ‘fronte’ e del tema di specere ‘guardare’), evoca l’atto di guardare un volto, che restituisce la conoscenza delle principali espressioni e dei caratteri peculiari di una persona. Anche queste presentazioni ci faranno incontrare il volto di un libro e insieme quello del suo autore. Presentare equivale anche a declinare al presente, al qui e ora, gli infiniti argomenti legati all’arte della scrittura. La presenza in sala dell’autore è dunque un’occasione per collocare il pubblico in una inedita postazione, aggiuntiva rispetto alla lettura del libro. Conoscere le premesse dalle quali quel testo nasce, gli intenti dai cui lo scrittore è partito per costruirne l’impalcatura, offre un importante arricchimento di senso.Quando si diffuse il termine italiano “Frontespizio”, agli inizi del XVII secolo, le pagine di apertura di un libro contenevano, oltre ai nomi e ai titoli, anche un’architettura di immagini: colonne e timpani, figure allegoriche e oggetti simbolici erano disegnati e incisi a decorazione e viatico di quelle porte d’ingresso al testo.
Massimo Pulini

L’incontro, a ingresso libero, si terrà giovedì 25 maggio 2017 alle ore 17.30 nella Sala degli Arazzi del Museo della Città “Luigi Tonini” (via L. Tonini 1, Rimini)
info 0541 793851

http://www.museicomunalirimini.it

Read Full Post »

Presentazione del libro di Patrizia Pulga

Le donne fotografe dalla nascita della fotografia ad oggi
Uno sguardo di genere

Giovedì 25 maggio 2017 ore 18.00

Biblioteca Italiana delle Donne
Via del Piombo, 5 – Bologna

Ne parla con l’autrice
Daniela Facchinato fotografa

Oltre duemilatrecento profili di fotografe di tutto il mondo, suddivisi per provenienza geografica e inseriti all’interno dei movimenti culturali e delle correnti che hanno percorso la storia degli ultimi due secoli: è quindi la fonte più completa per quanto riguarda la fotografia “al femminile”. Una storia mai raccontata di determinazione e creatività.

http://www.women.it/

Read Full Post »

Dalla collezione Maramotti di Reggio Emilia

Presentazione del libro How do I imagine being there? di Claudia Losi
19 maggio 2017, Istituto Italiano di Cultura, Londra
In che misura un luogo è descritto dalla geologia, dalla geografia, dalla storia, e in che misura è invece immaginato? Cosa vuol dire pensare un luogo ancora prima di esserci stati fisicamente?

L’arcipelago di St Kilda è la parte più remota delle isole britanniche, nelle Ebridi Esterne. Colonie di uccelli marini tra le più popolose d’Europa nidificano tra le sue scogliere a picco sull’oceano. Nel 1930 gli ultimi abitanti abbandonarono l’isola: restano muri di pietra, case, sentieri segnati dal lavoro, un’intera topografia perde il suo disegno, ciò che si possedeva si disperde, ciò che si sperava non accade. Con l’inizio della guerra fredda l’arcipelago diventa, per la sua posizione geografica, un’importante postazione radar dell’esercito britannico. L’artista Claudia Losi riesce ad arrivare a St Kilda solo nel 2012, dopo averci provato inutilmente qualche anno prima.

How do I imagine being there? parte da questa esperienza per trasformarsi in molto altro. Non è solo un libro, ma un’attitudine di pensiero e di relazione, che cerca di rispondere a queste domande attraverso una riflessione corale per descrivere, attraverso St Kilda, un’idea di “arcipelago mondo”.

L’artista ne parlerà con il biologo e divulgatore scientifico Carlo Maiolini (MUSE di Trento), soffermandosi in particolare sull’interazione dello sviluppo tecnologico con la rappresentazione del reale.
Claudia Losi, How do I imagine being there?
19 maggio 2017, dalle ore 19.00 alle ore 21.00
Istituto Italiano di Cultura di Londra
39 Belgrave Square, Londra SW1X 8NX

Il volume è stato pubblicato da Humboldt Books, in collaborazione con Collezione Maramotti, in occasione della mostra omonima alla Collezione (maggio – ottobre 2016).

Collezione Maramotti
Via Fratelli Cervi 66, Reggio Emilia
Tel. +39 0522 382484
info@collezionemaramotti.org
www.collezionemaramotti.org

Read Full Post »

Alle 17 alla cooperativa Ambasciatori in Via Orefici, 19

Incontro con Antonello Dose : ” La rivoluzione del coniglio. Come il buddismo ha cambiato la vita (ed. Mondadori) interviene con l’autore Giuseppe Cottafavi.

alle 17,30 alla libreria Coop. Zanichelli in Piazza Galvani, 1 H

Presentazione del libro :

Dall’interno della specie di Andrea De Alberti dialoga con l’autore Alberto Bertoni

Read Full Post »

 

INCONTRI IN BIBLIOTECA 2017
La rassegna promuove presentazioni di mostre, libri e cataloghi di recente pubblicazione, conversazioni con artisti e critici. Gli incontri sono ospitati nella Biblioteca Zeri e sono pensati come occasioni di confronto tra autori, curatori, studiosi su temi legati alla storia dell’arte, ai musei, alla conservazione, alla fotografia.
giovedì 4 maggio, ore 17.30

presentazione del libro
Architectura Picta
a cura di Sabine Frommel e Gerhard Wolf
Interventi di Matteo Ceriana e Serena Romano

La rassegna promuove presentazioni di mostre, libri e cataloghi di recente pubblicazione, conversazioni con artisti e critici. Gli incontri sono ospitati nella Biblioteca Zeri e sono pensati come occasioni di confronto tra autori, curatori, studiosi su temi legati alla storia dell’arte, ai musei, alla conservazione, alla fotografia.

giovedì 4 maggio, ore 17.30

presentazione del libro
Architectura Picta
a cura di Sabine Frommel e Gerhard Wolf
Interventi di Matteo Ceriana e Serena Romano

http://www.fondazionezeri.unibo.it/it

 

Read Full Post »

Older Posts »