Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Sperimentazione e-book’ Category

bambini e la fotografia

La scuola dell’infanzia di Bologna è sempre stata al centro di studi, ricerche, sperimentazioni interessanti .

E’ il caso di una sperimentazione fatta dai bambini in età prescolare con le Polaroid in un asilo nido di Bologna . La ricerca, condivisa dalla  Polaroid  che fornì sia le macchine fotografiche che i supporti ha permesso di indagare su ciò che i bambini vedevano e rappresentavano, i risultati sono raccolti in un e-book : i bambini e la fotografia , le immagini ottenute erano difficili a pubblicarsi perchè la carta avrebbe generato  dispendio , così oggi con i social network siamo in grado di pubblicare i risultati .

polaroid021 polaroid001 polaroid002 polaroid003 polaroid004 polaroid005 polaroid006 polaroid007 polaroid008 polaroid009 polaroid010 polaroid011 polaroid012 polaroid013 polaroid014 polaroid015 polaroid016 polaroid017 polaroid018 polaroid019 polaroid020

Read Full Post »

Con la presidenza di Marzia Vaccari in Sala da Thè, a Santa Cristina, si è svolto un convegno sull’editoria digitale

editoria di genere

Editoria digitale_05 Editoria digitale_01 Editoria digitale_02 Editoria digitale_04

Read Full Post »

editoria di genere

Probabilmente, all’indomani della invenzione della carta stampata coloro che scrivevano a mano  avranno sicuramente avuto un moto di stizza contro Gutenberg e i suoi caratteri mobili.

Anche se inizialmente i caratteri mobili destarono sospetti e paure poi presero il largo i libri alle pergamene più costose. Un pò quello che sta avvenendo oggi, guardiamo con sospetto l’editoria digitale sperando (forse )che non si affermi.

Con la crisi economica molti lettori sono migrati al digitale e questa silenziosa rivoluzione sta affermandosi  con i libri liquidi. Tuttavia, con l’editoria digitale è possibile , specie in una città che vanta di essere fra le più antiche università del mondo,  Bologna, trovare molte forme di impiego del digitale. Un libro, ancor più se nativo occorre essere ospitato in una piattaforma ed occorre costruirlo bene perchè con il touch screen ingrandente si vedrebbe subito la scarsa qualità.

Ulisse Aldrovandi a cui è stata dedicata una piazza importante girava il mondo e vendeva i cimeli all’Università per gli studiosi, per le pubblicazioni per le dispense per gli studenti, eccetera. La forte editoria che si trova nelle città universitarie deve o dovrebbe semplicemente adeguarsi alle nuove tecnologie per rendere possibile ciò che faceva prima in un modo nuovo, curandolo ancora di più e professionalizzandosi ancora più tecnologicamente.  Senza perdita di posti di lavoro, anzi, forse incrementando le collezioni, riproducendo libri che non sono più in commercio e trasformandoli in liquidi.

Stiamo ragionandoci un pò tutti , ci documentiamo, facciamo esperimenti, troviamo interessante la forma ipertestuale che rimanda al trovare il significato di una parola semplicemente premendo il tasto sottolineato.

Questo convegno che dura tre ore del 14 dicembre dalle 16 alle 19,30  organizzato da Federica Fabbiani, giornalista, Marzia Vaccari presidentessa dell’Associazione Orlando parla del fenomeno dell’editoria digitale  di genere : cultura e tecnologia, si terrà al Centro delle Donne in Via Del Piombo, 5 a Bologna. Siete invitati.

 

 

Il video fa riferimento ad un  precedente laboratorio sugli ebook

Read Full Post »

Dalla Libreria Coop. Ambasciatori
Il 9 settembre  alle ore 17.30

STASERA PARLO via Orefici: in collaborazione con Associazione
culturale “La casa dei pensieri” fondata nel 1987 da Paolo Volponi “La musica, le generazioni. Incontro con Joe Boyd”.

Intervengono, con l’autore Roberto Freak Antoni, Emidio Clementi, Pierfrancesco Pacoda, Oderso Rubini. Conduce Eraldo Turra. Di J. Boyd: “Le biciclette bianche”, (Odoya ed.)

Portone di Roberta Ricci

Da Roberta Franceschinelli

Pane, internet e libri in Emilia
http://culturability.fondazioneunipolis.org/blog/storie-di-cultura/pane-internet-e-li bri-in-emilia/

Muri di Roberta Ricci

E’ appena uscito, un e-book su “I bambini e la fotografia ” di Roberta Ricci una indagine sul comportamento fotografico dei bambini nei primi anni di vita, un attimo prima dello spiccare il balzo della cultura digitale

I bambini e la fotografia._copertina

Info su:

http://www.ultimabooks.it/i-bambini-e-la-fotografia

In giro
Festival Filosofia a Modena/Carpi/Sassuolo il 14/15/16 settembre
di più’
http://www.festivalfilosofia.it/2012/

Muri di Roberta Ricci

Dalla pittrice (realizzazione con la tecnica a spatola)  Ivana Vaicova una foto della sua opera  e una cartolina di buon inizio settembre

Signora Toia di Ivana Vaicova

Read Full Post »

Da Flavia Marzano

http://www.scoop.it/t/open-all

http://www.scoop.it/t/open-all/p/1919646616/software-free-open-source-arriva-apache-openoffice-3-4-suite

http://www.corrierecomunicazioni.it/pa-digitale/15765_addio-digitpa-nasce-l-agenzia-per-l-italia-digitale.htm

Gert Lovink : Ossessioni collettive

Da Marco Trotta

In collaborazione con Iperbole 2020 e Urban Center: Geert Lovink presenta il suo ultimo libro: “Ossessioni collettive. Critica dei social media” Sabato 16 giugno, Ore 17.30 Urban Center, Piazza Nettuno, 3, Bologna Analizzando criticamente motori di ricerca, video online, blog, radio digitale, mediattivismo e Wikileaks, Geert Lovink esamina l’ossessione collettiva per l’identità e l’autoreferenzialità coniugati con la frammentazione e il sovraccarico di informazione dell’odierna cultura online. Pungente e acuto, senza essere pessimista, il suo percorso innovativo offre una critica delle strutture politiche e del potere incorporati nelle tecnologie che modellano la nostra vita quotidiana – a partire dal social network più seguito, Facebook. Una riflessione più che necessaria e un forte messaggio a tutti gli utenti della Rete: liberiamo le nostre capacità critiche e cerchiamo di influenzare tecnologia e spazi di lavoro, o saremo destinati a scomparire nel magma di Internet. Geert Lovink è fondatore e direttore dell’Institute of Network Cultures dell’Università di Amsterdam e uno dei massimi studiosi di nuovi media e Internet. Tra i suoi libri precedenti, “My First Recession” e “Zero Comments”. Sabato 16 giugno 2012, Ore 17.30 Urban Center, Salaborsa, Piazza Nettuno, 3, Bologna Ingresso libero. Partecipano Nicola Bruno e Bernardo Parrella Info e contatti: http://iperbole2020.tumblr.com/
Da Antonio Ghibellini del Centro Poggeschi

“Investi in diritti, guadagni in sviluppo” è il titolo dell’assemblea nazionale del Jesuit Social Network, che si svolgerà il 23 giugno. Significativa la sede dell’incontro, il quartiere napoletano di Scampia. Durante l’assemblea verrà presentata e discussa una recente ricerca sulla drammatica situazione del Welfare in Italia. Leggi

http://www.popoli.info/EasyNe2/Primo_piano/Investi_in_diritti_guadagni_in_sviluppo_l%e2%80%99assemblea_del_Jsn.aspx

Mercoledì 13 giugno 2012 alle ore 17,30 
nell’Aula Magna di S. Cristina Via del Piombo 5 Bologna 

Vittorio Capecchi, Francesco Garibaldo, Alessandra Mecozzi, Donata Meneghelli parleranno del libro di

ADELE PESCE
FARE COSE CON LE PAROLE , LAVORO, SINDACATO, POLITICA, FEMMINISMO
a cura di Vittorio Capecchi e Donata Meneghelli
DEDALO 2012

http://www.flickr.com/photos/associazioneorlando/7165757125/in/photostream/lightbox/

Tutti pronti per visitare il Museo del Prado senza spostarsi da casa?

Una visita virtuale (grazie ai nuovi media)

http://www.museodelprado.es/en/pradomedia/multimedia/introduction-to-the-exhibition-emlate-raphelem/?pm_cat=8&pm_subcat=33&pm_video=on&pm_audio=on&pm_interactivo=on

Read Full Post »

Un nuovo libro dall’eclettico Ettore Bianciardi

La vita  dura a Khasrilevke, in Ucraina, nel 1915, sotto gli zar: c’è la miseria, ci sono i pogrom, c’è soprattutto la fame, acuita da una tradizione religiosa che vieta di mangiare il pane durante alcune feste, e qualunque cibo per la festa più importante. E come se non bastasse c’è anche un padre lamentoso che ti porta sempre in sinagoga. Ma per fortuna il padre muore nel primo capitolo e anche se la miseria avanza e si deve scappare percorrendo tutta l’Europa e alla fine stare sette giorni in mare per arrivare in una terra dove non si picchiano i bambini, dove i treni vanno sottoterra e l’acqua, calda e fredda, sgorga magica dai muri, Motl, nove anni, vive tutto ciò non come una punizione divina ed una sofferenza, ma come una incredibile, affascinante e spettacolare esperienza: una gioia tale da farlo urlare: oh papà, o padre mio, o sempiterno Dioooooooo! Questo perchè il vero nome del bambino non è Motl, ma PROGRESSO.

Che fortuna essere orfano! La prima traduzione italiana (a cura di Ettore Bianciardi) di Motl Peisi dem chazans, di Sholem Aleichem, ora disponibile in vendita e gratis da scaricare. (256 pagine, formato 15 X 21 cm)
LO VOGLIO STAMPATO!

ORDINALO A NOI
euro 9,00
ORDINALO A ILMIOLIBRO
euro 12,00
COMPRALO DA FELTRINELLI
euro 16,50

LO VOGLIO GRATIS!
SCARICATI ALLORA IL PDF
GRATIS

Read Full Post »