Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Wolfango’ Category

 

In tema natalizio il presepio di Wolfango è una narrazione di storia raccontata con le immagini del presepio, nato originariamente con il gruppo della sua stessa famiglia , Wolfango , come nel suo stile, ha raccontato in forma tenera e confidenziale la città , Bologna, la cerchia degli amici, i fatti epocali . Se a Napoli c’è il culto del presepe Wolfango lo rende bolognese , riesce a parlare di divinità nel quotidiano, l ‘attesa del Bambinello divino nel modo che gli è più congeniale, nelle case, con affetto.
Questa statuina  è una sfoglina che prepara i tortellini (questo è il periodo che si preparano poi si mettono al fresco per mantenerli) . Ogni tortellino è ben definito sembra vero è modellato nella terracotta .
Una bella emozione , che ci raccoglie tutti. Anche a chi non sa fare i tortellini.
Il 27 novembre alle 17 si parlerà delle statuine del presepio di Wolfango raccolte in un libro.

Presentazione del volume “IL PRESEPIO DI WOLFANGO”
Mercoledì 27 novembre 2019, ore 17.00 pressp la Sala dello Stabat Mater dell’Archiginnasio – Bologna, piazza Galvani 1 –

Interverranno:
MONS. STEFANO OTTANI
Vicario Generale Chiesa di Bologna

MATTEO LEPORE
Assessore alla Cultura

FABIO ALBERTO ROVERSI-MONACO
Presidente Genus Bononiae

EUGENIO RICCÒMINI
Storico dell’arte

GIULIO SOMMARIVA
Conservatore del Museo dell’Accademia Ligustica di Belle Arti di Genova

CLAUDIO LEVORATO
Presidente di Manutencoop Società Cooperativa

ALIGHIERA PERETTI POGGI
Curatrice del volume e della mostra

ROBERTO MUGAVERO
Editore, Minerva

Lettura dell’attore
SAVERIO MAZZONI

#wolfangoperettipoggi
#ilpresepiodiwolfango

Read Full Post »

‘Burattini a Bologna con Wolfango’ fa parte di Bologna Estate 2019, il cartellone di attività promosso e coordinato dal Comune di Bologna e dalla Città metropolitana di Bologna – Destinazione Turistica.

Padrino ufficiale dell’evento il cantautore Andrea Mingardi.

Corte d’Onore di Palazzo d’Accursio. Dal 20 Giugno al 3 Settembre: spettacoli, incontri, performances, conferenze e piccoli laboratori per i più piccini.

Direzione artistica di Riccardo Pazzzaglia, Burattini di Riccardo

Giovedì 20 Giugno ore 21
*Inaugurazione*
Burattini a Bologna Estate con Wolfango
“Wolfango e Amleto in Certosa”
“Re Fa-sol”
farse divertenti a cura dell’Accademia della Sgadizza
con gli ospiti d’onore Fausto Carpani e Romano Danielli
saluto del padrino
ANDREA MINGARDI
presenta Silvia Parma 
Corte d’Onore di Palazzo d’Accursio
ingresso gratuito
L’ampio porticato consente lo svolgimento degli spettacoli anche in caso di maltempo

 

Tradizione è tener vivo il fuoco e non adorare le ceneri Gustav Mahler

Con l’Estate torna ‘Burattini a Bologna’, la rassegna che riporta al centro i burattini tipici della nostra città. Il programma è a dir poco unico!

Oltre al meglio del repertorio, che spazia tra commedie, rievocazioni storiche, drammi e favole… non mancheranno le ‘chicche’, come ad esempio: “Il Barbiere di Siviglia” con la partecipazione del Gruppo Ocarinistico Budriese, “E partì la fiumana”, testo e regia di Romano Danielli che affronta la vita del pittore Pellizza da Volpedo in una toccante versione per burattini, attori e musica dal vivo.

I BuratTday, quest’anno di domenica, costituiranno divertenti pomeriggi alla scoperta dei burattini rivolti anche ad un pubblico non italiano, poiché i minispettacoli saranno introdotti in varie lingue. Sono previste anche passeggiate turistiche con versione in inglese. Ringrazio Matteo Lepore, assessore del Comune di Bologna e Andrea Mingardi, padrino ufficiale di questa edizione che sarà presente durante la serata inaugurale.

Riccardo Pazzaglia

Macchè cartoni animati, videogiochi o cellulari, a cinque anni avevo solo la radio, il giardino, i giornalini e le figurine. Ma a Porta D’azeglio, almeno una volta alla settimana si verificava una magia: il teatro dei burattini. Un baracchino sul quale si apriva un rettangolo che fungeva da palco, dal quale spuntavano i protagonisti: Fagiolino, Sganapino, il dottor Balanzone e altri eroi della mia infanzia. Mossi con abilità dal burattinaio, parlavano in bolognese. Quanto ridevamo noi bimbi ma anche i nostri genitori si divertivano molto. Una cultura popolare, un’arte che solo pochi sono riusciti a tramandare nel tempo. Il grande Presini ne era l’esempio e il testimone è stato raccolto da un poeta moderno e antico che non si è lasciato travolgere dalla globalizzazione. E’ Riccardo Pazzaglia che porta avanti quella meravigliosa tradizione con sapienza, rispetto della storia e grande capacità creativa.

Andrea Mingardi

 

Spettacoli
Giovedì 27 Giugno ore 21
“I milioni della vecchia Pulidora”
commedia farsesca

Giovedì 4 Luglio ore 21
“L’Acqua miracolosa”
favola antichissima

Giovedì 11 Luglio ore 21
“Fagiolino e Sganapino garibaldini”
commedia risorgimentale

Giovedì 18 Luglio ore 21
“Le ultime ore di Ugo Bassi”
dramma risorgimentale, partecipazione del gruppo di danza 8cento

Giovedì 25 Luglio ore 21
“Fagiolino e Sganapino chirurghi”
favola simbolica

Giovedì 1 Agosto ore 21
“Lo spettro vendicatore”
commedia tragicomica

Giovedì 8 Agosto ore 21
“Un matrimonio da matti”
commedia classica

Giovedì 15 Agosto ore 21
“Sganapino al mare”
commedia farsesca

Giovedì 22 Agosto ore 21
“Linco il Cavaliere Nero”
favola avvincente

ingresso 6 € – bambini 5 € riduzione anche per i soci AICS

 

 

Read Full Post »

 

Un regalo speciale di Carnevale per bambini e loro famiglie quest’anno arriva da Palazzo D’Accursio, c’è la mostra dei burattini di Riccardo Pazzaglia, allievo di Nino Presini , Riccardo si ispira ai disegni di Wolfango, la cui figlia e curatrice dell’Opera Alighiera Peretti Poggi collabora alla pubblicazione del volume e alla mostra sui burattini a Palazzo D’Accursio.
Inaugurazione sabato alle 17 a Palazzo D’Accursio.

Dettagli

Sala d’ Ercole di Palazzo d’Accursio

INAUGURAZIONE
Sabato 9 febbraio ore 17

Visibile dal 10 febbraio al 20 marzo
da martedì a domenica / dalle 10 alle 18.30
venerdì dalle 14 alle 18.30
Lunedì chiuso

La mostra è un viaggio tra burattini, fondali, schizzi, disegni e progetti per il teatro di figura… Caratterizzato anche da disegni e schizzi del grande Wolfango.

Riccardo Pazzaglia, burattinaio e direttore artistico, proporrà dimostrazioni d’intaglio creando nuove teste di burattino, lavorando nel banco storico appartenuto al maestro Demetrio Presini.

Sono previste visite guidate:
Domenica 10 Febbraio ore 11
Sabato 16 Febbraio ore 11 e ore 17
Sabato 23 Febbraio ore 11 e ore 17
Domenica 3 Marzo ore 11
Sabato 16 Marzo ore 17
Domenica 17 Marzo ore 11

Per visite guidate gratuite su prenotazione (scolaresche o comitive)
3332566426 / burattinabologna@gmail.com

www.burattinidiriccardo.it

Curatrice della mostra Alighiera Peretti Poggi
Libro catalogo – edizioni Minerva

 

Read Full Post »

ARTE FIERA
Il film su Wolfango a Bologna in Cineteca l’1 febbraio alle 20,30.
Il comunicato di Alighiera Peretti Poggi figlia curatrice dell’opera di Wolfango
La Cineteca di Bologna ha prodotto il dvd su Wolfango dal titolo “Una lunga fedeltà” del regista Teo De Luigi e lo presenterà, nell’ ambito delle manifestazioni per Arte Fiera, venerdì 1 febbraio ore 20,30 (ingresso 6 euro).
Allego invito 
Per chi fosse interessato, sarà possibile acquistare il cofanetto con il film.

Alighiera

Read Full Post »

La S. V. è invitata alla presentazione del libro
Burattini a Bologna

Buratén a Bulåggna la storia delle teste di legno
raccontata da Riccardo Pazzaglia e illustrata da Wolfango
MINERVA
Lunedì 26 Novembre ore 17.30

Sala dello Stabat Mater – Biblioteca dell’Archiginnasio
Piazza Galvani 1 Bologna

L’arte burattinaia a Bologna è un elemento essenziale della cultura cittadina e non solo. Tanti aspetti noti e meno noti, nonché numerosi episodi storici che hanno visto protagonisti i burattinai della città, hanno fatto di Bologna, nei secoli passati, un riferimento indiscusso per questa forma d’arte. Il volume approfondisce queste tematiche e, grazie a schede di approfondimento illustrate, racconta e descrive i burattini e i burattinai bolognesi. Non mancano poi riferimenti all’attività burattinaia  bolognese del nuovo millennio evidenziando, dopo fasi di arresto e di decadenza, uno sviluppo sempre crescente di riqualificazione. Ampio spazio è dedicato alla  figura femminile sia essa burattina o burattinaia, e a quel prodigio teatrale tutto petroniano che sono I burattini in persona. Il volume riporta, inoltre, autorevoli testimonianze che, oltre ad approfondire gli argomenti trattati, ben sottolineano come il burattino sia entrato nel tessuto sociale. Tra i contributi anche quelli di Carla Astolfi, Fausto  Carpani, Giovanni Catti, Romano Danielli, Vittorio Franceschi, Luciano Leonesi, Luigi Lepri, Eugenio Riccòmini. L’opera è impreziosita da un inserto di tavole inedite del pittore Wolfango (nate dalla sua passione per i burattini bolognesi e tratte dall’ampia  produzione delle classiche teste di legno da lui illustrate) e da splendide fotografie storiche che immortalano  momenti di vita cittadina (bambini e adulti a teatro, il dietro le quinte dei burattinai, gli spettacoli estivi tra le vie cittadine…).

Read Full Post »

La rassegna dei  burattini di Bologna estate  giunge  quest’anno alla  ottava edizione con l’eredità artistica lasciata da Wolfango  di cui si sono scoperti bozzetti e disegni inediti   di burattini poi realizzati artigianalmente  da Riccardo Pazzaglia, che, aiutato da Alighiera Peretti Poggi figlia e curatrice dell’opera di Wolfango, ha realizzato  l’Amleto che verrà presentato al Cortile d’onore di Palazzo D’Accursio, domenica 2 e martedì 4 settembre alle 21 ,  il 30 giugno alle 21 Bologna è invitata alla prima rappresentazione di Bologna Estate dei Burattini con un saluto del cantautore Luca carboni , gli spettacoli dei burattini saranno : “Parata di stelle ” e “Le due Mercedes”  Assieme ad altri eventi  ci sarà  la partecipazione del Gruppo Ocarinistico Budriese il 30 agosto  alle 21  per le celebrazioni dell’anno rossiniano con il “barbiere di Siviglia” a 150 dalla scomparsa del grande Maestro.

Una conferenza stampa molto interessante e ricca di stimoli , che  con all’assessore alla Cultura del Comune di Bologna Matteo Lepore che vede coinvolto   il cantautore Luca Carboni come  padrino ufficiale della manifestazione.

Nella conferenza stampa il direttore artistico Riccardo Pazzaglia  ha spiegato l’articolazione della manifestazione che prevede una rassegna di spettacoli, incontri, performance, conferenze e laboratori per i più piccini, una conferenza sulle burattinaie di Milena Fantuzzi e la possibilità di  seguire gli spettacoli e le iniziative anche in inglese  per gli ospiti e i turisti , traducendo il momento estivo delle vacanze e delle visite in un momento coinvolgente  entusiasmante e formativo  anche per i bimbi ospiti a Bologna con lo spettacolo antico e sempre nuovo dei burattini.

L’attore Vittorio Franceschi, che impersona l’Amleto realizzato in forma burattinesca ha raccontato che si vergognava di dire agli amici, quand’era adolescente, che aveva passato i pomeriggi della domenica a vedere i burattini . uno spettacolo che lo ha profondamente formato fino ad arrivare -oggi-  alla sua professione di attore.

Oltre a Riccardo Pazzaglia ha partecipato alla conferenza stampa l’assessore alla Cultura del Comune di Bologna Matteo Lepore, il prof. Vittorio Franceschi che riesce a fare vibrare in  un burattino i complessi  sentimenti che agitano l’Amleto , c’erano Milena Fantuzzi e Alighiera Peretti Poggi , figlia e curatrice dell’opera di Wolfango.

La conferenza stampa a Palazzo D’Accursio sotto “Il cassetto di Wolfango”

 

 

Read Full Post »

La Casa dei Risvegli “Luca De Nigris ” a Bologna, all’Ospedale Bellaria, in Via Gaist, ha organizzato una rassegna che ha come filo conduttore : La ricerca della felicità , creando un ponte fra la comunità e la Casa dei Risvegli , il centro innovativo rivolto a giovani e adulti con esiti di coma e stato vegetativo dell’Azienda USL di Bologna che ne condivide gli obbiettivi con l’associazione “gli amici di Luca onlus”.

Lo storico dell’arte, Eugenio Riccomini ha illustrato l’Opera di Wolfango presente alla Casa dei Risvegli Luca De Nigris  “L’allegoria del coma ”  martedì 19 giugno, davanti ad un folto pubblico,

Quando, al termine della sua breve e sofferente vita, Fulvio e Maria, i genitori di Luca De Negris hanno contattato Wolfango (Archiginansio d’oro alla memoria 2018) e gli hanno mostrato le foto e le testimonianze del figlio, in prospettiva della edificazione della Casa dei Risvegli che consentisse alle persone un percorso vigilato per il coma,  Wolfango non ne ha tenuto minimamente conto, per seguire una sua personale ricerca, quella del coma : “- Una coincidenza degli opposti, infatti in tale patologia la vita sussite ancora e la morte non si  è ancora conclusa . Si tratta di uno stato di latenza  totale, in equilibrio, più o meno lungo “.- Dice Wolfango nel catalogo illustrativo che descrive l’Opera.

Wolfango che ha studiato anche alla Facoltà di Medicina,  non laureandosi,   afferma :”- Dalla cultura mitologica ho ricavato le figure del Sonno – Ipnosi – e della Morte- Thanatos.- Sono due fanciulli gemelli , il primo è rappresentato dalla fiamma dormiente, la Vita e fiori di papavero , il Sonno , l’altro nell’atto di spegnere una fiaccola, la Vita.”

L’Opera che occupa una intera parete e che Wolfango chiamava pannello, è una sua Guernica, con il pavone e la ruota della fortuna bendata e la mescolanza del grande pittura assieme al fumetto.

La lezione di Eugenio Riccomini ha seguito passo passo  l’ispirazione di Wolfango e consente di fare un viaggio nel mondo dell’inconscio e del sottile confine fra vita e non. Un viaggio non solo artistico .

 

 

Dall’alto :

la copertina del catalogo : Allegoria del coma

Alighiera Peretti Poggi figlia e curatrice dell’opera di Wolfango

Il prof. Eugenio Riccomini e Fulvio De Nigris nella foto sotto

L’assistente del prof. Eugenio Riccomini Lorenza Selleri e Giorgio il fratello di Wolfango

 

Read Full Post »

Older Posts »