Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Daniela Scognamillo Campogrande’

Alla Serra Agrumeto a FicoEataly World una proposta  che  ha visto  le farfalle danzare con le modelle per la preview della capsule Hachi Japan disegnata dallo stilista Luca Giannoli che rielabora tessuti di kimono in eleganti pret a porter artigianali, che a breve sarà presentata a Kyoto.
Le modelle si adegueranno alla leggiadria delle farfalle che, quasi domestiche ,seguono dovunque, grazie alle coreografia di Salvador Axel Torrisi dell’Accademia del Musical.
Un Tè con le Farfalle nasce dall’idea di Fabio di Gioia che con di Daniela Scognamillo Campogrande art director di Campogrande Concept hanno condiviso il format con la lungimirante della dott.ssa Tiziana Primori amministratrice di Fico, proponendo la Serra Agrumeto come location particolare per gli eventi degustazioni compleanni feste .

Read Full Post »

Un programma per chi rimane a Bologna nel mese di Agosto, per chi ha ha bisogno di un motivo in più per visitare il Museo Ferrari di Maranello e per chi vuole riscoprire FICO Eataly World non solo per il food.

Sudore & Polvere

Automotive Art – Roadshow nei musei del Nord Italia

BErnd Luz e Klaus-Peter Frank

Campogrande Concept  ha il piacere di presentare due rinomati artisti tedeschi, protagonisti del roadshow “Sudore e Polvere” con un calendario che vede come tappe i più importanti Musei legati al mondo dell’auto e luoghi d’arte del nord Italia.

La mostra presenta opere d’arte basate su eventi storici e gli eventi in corsa automobilistica. Un omaggio a importanti veicoli e gli eventi che hanno mantenuto il loro splendore e il fascino e che ancora oggi entusiasmano ed emozionano il pubblico italiano e straniero.

La prima tappa ha avuto inizio a maggio con oltre 40 opere degli artisti, esposte nella splendida atmosfera del Museo della Mille Miglia a Brescia. Il museo contiene testimonianze contemporanee della famosa gara italiana, la Mille Miglia, che si è svolta dal 1927 al 1957.

La seconda tappa sarà dal  7 al 12 agosto al Museo Ferrari di Maranello, un’occasione unica per visitare il museo contaminato con opere d’arte contemporanea dedicate proprio al mondo delle auto. Poi finalmente per la terza Tappa Bernd & Klaus saranno finalmente a Bologna, ospiti con la loro bellissima mostra  all’interno di  FICO Eataly World con il vernissage il 15 agosto alle 18,30.

Al centro dell’Arena avremo l’occasione di incontrare gli artisti ed in esclusiva per Fico, l’artista Klaus organizzerà un laboratorio di pittura per bambini facendo utilizzare i FINGER MAX dei pennelli speciali ideati da lui.

Così i bambini potranno giocare trasformando le loro dita in “macchine di pittura”, con agilità e divertimento potranno creare i loro quadri dedicati alle auto ed alla natura.

La mostra resterà comunque visitabile sino al 6 settembre giorno del finissage in programma alle 18,30.

Ci sono già nuove tappe in programma per “Sudore & Polvere” :

Museo di Federico Fellini di Rimini

Museo Autodromo Monza

Museo Nuvolari, Mantova

Museo Nazionale dell’Automobile, Torino

Il Roadshow durerà fino al 2019 in Italia.

Info artisti :

Bernd Luz

Libero professionista come pittore e disegnatore

Casa e studio nel Giura distretto di Tuttlingen, tra il lago di Costanza, la Foresta Nera e la Svizzera.

Le sue opere si trovano a livello internazionale in musei, fondazioni e gallerie d’arte, ed il più grande museo dell’automobile del mondo a Mulhouse – Francia, ha già una mostra permanente. E’ considerato come uno degli artisti più importante dell’arte pop del nostro tempo.

Dai suoi dipinti arriva tutta la “passione” per il mondo dell’auto.

Emotivo e intelligente, continua il suo lavoro nel suo particolare AbstraktPop tecnica media mix . Ciò si traduce in l’effetto speciale: un riflesso del passato – con l’espressione degli occhi e l’arte del nostro tempo.

Klaus-Peter Frank

Libero professionista come pittore e disegnatore

Casa e studio nel bavarese di Bad Wiessee / Tegernsee 1970-74 studi artistici presso l’Università Ludwig-Maximilian di Monaco e l’Accademia di Monaco di Baviera. Dal 2013, è a capo della scuola d’arte a Glockenbach, Monaco di Baviera.

“Ci sono sia i tratti espressivi che romantici nella mia pittura, come si possono trovare nella mie auto d’epoca. Io cerco “l’oggetto del desiderio” e lo trasformo in arte .

Buon Divertimento e Buon Fico a tutti !!!

Daniela Campogrande Scognamillo

Mob +39 3357681559

Succede a Campogrande sas

www.campograndeconcept.it

 

 

Read Full Post »

Dall’art director

Daniela Campogrande Scognamillo

TOP TO POP :  80S. MODA. POTERE. LUSSO. IRONIA.

11-12 luglio 2018 – DAMSLab, piazzetta P.P. Pasolini 5b – Bologna

Top to Pop. 80s.

Moda. Potere. Lusso. Ironia. è un’esposizione progettata durante “Out of the Archives”, workshop finale del Master in Design and Technology for Fashion Communication, frutto di un presti­gioso accordo tra l’Università di Bologna e la Fondazione Fashion Research Italy.

Momento conclusivo del Master, il workshop ha visto i partecipanti fare esperienza, sotto la guida di profes­sionisti del settore, nella creazione di un progetto di mostra teso alla valorizzazione del patrimonio conserva­to presso gli Archivi di Ricerca Mazzini e gli Archivi della Fondazione Fashion Research Italy – Fondo Renzo Brandone.

Dedicato al Power Dressing, il percorso espositivo presenta una selezione di giacche e tailleur appartenenti alle collezioni anni Ottanta, da Armani a Thierry Mugler, da Versace aYves Saint Laurent, fino a Chanel, Moschino, Jean Paul Gaultier. Archetipi di moda a più riprese rielaborati nei decenni successivi, i pezzi in mostra sono posti in dialogo con riproduzioni di stampe e tessuti del Fondo Renzo Brandone, offrendo un’oc­casione per riflettere sul ruolo dell’archivio come fonte dinamica di ispirazione per la moda contemporanea.

L’esposizione, ospitata presso gli spazi del DAMSLab (Dipartimento delle Arti – Università di Bologna), sarà al centro di incontri condotti da ospiti d’eccezione e dedicati al tema dell’allestimento e alla curatela di moda.

 

11 LUGLIO | OPENING

h. 17:00 | Hall | Visita guidata su invito

h. 17:30 | Auditorium | Conferenza stampa aperta al pubblico

Elena Trombini, Prorettrice agli studenti, Università di Bologna

Giacomo Manzoli, Direttore del Dipartimento delle Arti, Università di Bologna

Alessandro Cecchini, Responsabile della Formazione della Fondazione Fashion Research Italy

Federica Muzzarelli, Direttore del Master DTFC, Università di Bologna

Vittorio Linfante, Direttore Artistico del Workshop, Master DTFC, Università di Bologna

A seguire “Arte e Moda negli anni Ottanta”

Intervengono: Fabriano Fabbri (Università di Bologna) e Antonio Mancinelli (Marie Claire)

Ospite d’onore la stilista Alberta Ferretti

h. 19:00 | Hall | Inaugurazione dell’esposizione “Top to Pop. 80s. Moda. Potere. Lusso. Ironia.”

h. 20:00 | Cortile interno | Cocktail

 

12 LUGLIO | VISITE GUIDATE E TALK

h. 12:00-17:00 | Hall | Apertura spazi al pubblico con possibilità di visite guidate all’esposizione

h. 17:00 | Saletta seminari | TALK “LA MODA ESPOSTA: musei, mostre, didattica, spazi e marche. Nuove tendenze e nuove pratiche”

Intervengono: Paola Bertola (Politecnico di Milano), Luca Marchetti (UQÀM Montréal), Simona Segre Reinach (Università di Bologna)

h. 20:00 | Cortile interno | Brindisi di chiusura

 

Daniela Campogrande ScognamilloMob +39 3357681559

Succede a Campogrande sas

http://www.campograndeconcept.it

Read Full Post »

 

RATIO DUBII – La nuova mostra di Campogrande Concept che vi arriverà dritta al cuore !!!
Ratio dubii ovvero la ragione del dubbio. Il rapporto fra i limiti del razionale e la tormentosa incertezza del dubbio viene indagato attraverso una pittura anticonvenzionale e libera da qualsiasi dogma precostituito.

La pittura personalissima e ricercata di Sandra Zeugna rappresenta l’ideale continuità di una tradizione informale riferibile ad un grande pittore del ‘900, Giuseppe Zigaina, già attore protagonista del ‘Decameron’ di Pier Paolo Pasolini e suo diretto collaboratore in diverse pellicole. Con questa mostra-evento a carattere antologico, ricca di riferimenti con la grande storia del cinema e della letteratura, Campogrande Concept conferma il suo impegno e l’attenzione nei confronti di realtà artistiche contemporanee di assoluto rilievo.

“Nella pittura della Zeugna avviene l’alchimia di una ‘liberazione’ di intenti, intuizioni, premonizioni e visioni incantanti. La terra pare dialogare con il cielo, il segno grafico incisivo con la superficie vuota quasi alitata, in quell’aria meravigliosa che pare dipinta con tinte rosate, poi di pallido grigio e timido azzurrino. L’intuizione irrompe nella pittura e si fa strada oltre il limite della ragione, oltre l’incertezza del fenomenico.
Questa dimensione superiore si attiva quando il pensiero che pretende e reclama spiegazioni finalmente si tace. Sandra Zeugna vive con serena consapevolezza questo processo al punto da raffigurare scene esclusive ed irripetibili che sono frutto proprio del sentire, e dove ogni forma mantiene
vaghi riferimenti col riconoscibile.Non sono appuntamenti col quotidiano, con lo scontato, con l’ovvio.
Ogni dipinto è una finestra aperta che ci mostra qualcosa di intimo scaturito da
un’azione liberatoria non premeditata. Ecco perché la Zeugna non si riferisce fedelmente alla realtà e non la rappresenta per come appare. Per lei sarebbe troppo riduttiva. La sua personalissima percezione vuol partire dall’immanenza del mondo ma, nel contempo, la vuol trascendere… “

[Giancarlo Bonomo, estratto dal catalogo della mostra]

SPAZIO 212 – via Galliera, 2/B – BOLOGNA
CURATORE DELLA MOSTRA: Giancarlo Bonomo
INAUGURAZIONE: 24 maggio 2018 – ore 17.30
​ con presenza dell’artista​
PERIODO DI ESPOSIZIONE: 24 maggio – 14 giugno 2018
ORARI: da lunedi a sabato 16 – 19.30 / domenica su appuntamento
Catalogo in galleria

Read Full Post »

 

Un progetto che unisce arte e solidarietà per sostenere l’acquisto di una lavagna lim per la scuola Adrovandi- Rubbiani

Consegna Venerdì 23 marzo ore 13 – Scuola Aldrovandi Rubbiani

Via Marconi 40 – Bologna

Tutto è iniziato quattro mesi fa, quando Campogrande Concept, stava programmando la presentazione dell’artista-tatuatore Gabriele Pellerone per Art City Bologna 2018 nel nuovo spazio Dueunodue, e voleva dare seguito al percorso che vede ormai da anni Daniela e Stefano Campogrande, abbinare i progetti artistici a quelli di beneficenza, decidendo di sostenere per questa edizione l’Associazione RE-USE WITH LOVE, credendo fortemente che l’arte possa generare un cambiamento, possa ispirare innovazione e, soprattutto quando si lega alla moda, possa essere anche etica e responsabile. Il progetto che in particolare l’associazione ha deciso di presentare e sostenere è quello legato alla ri-generazione e ri-creazione di abiti usati e non più utilizzabili, da parte delle allieve dell’’Istituto Professionale IPSAS Aldrovandi–Rubbiani.

Motivo per cui il Finissage della mostra che si è svolto lo scorso 8 marzo, si è trasformato in un evento unico e speciale perché non solo si ha avuto l’occasione di rincontrare l’artista ma anche di partecipare ad una vera e propria battuta d’asta allo scopo di raccogliere fondi per acquistare una LAVAGNA LIM per ottimizzare il lavoro e la formazione professionale all’interno della scuola.

La storica cappelleria salentina Doria 1905 ha partecipato all’evento con una speciale Limited Edition della sua coppola “TATTOO” (in pelle pregiata 100% Made in Italy), sulle quali è stato impresso il segno indelebile come tatuaggio dall’artista Gabriele Pellerone.

Grazie alla Bottega del Grafico sono state stampate T-shirt, Felpe e Shopping Bag con il volto di donna tratto dalla famosa opera di Pellerone “Liberazione” che durante la battuta d’asta ha personalizzato, dipingendo in diretta ogni capo, rendendolo UNICO.

Così attraverso il contributo dell’artista e la generosità dei partecipanti all’asta siamo riusciti nell’intento quello di acquistare la lavagna Lim per l’istituto professionale Aldrovandi Rubbiani, il tutto in tempi record e infatti venerdì 23 marzo andremo tutti a condividere la bella notizia con gli studenti della scuola.

L’Associazione RE-USE WITH LOVE è formata da un centinaio di donne, che opera nel fundraising come associazione di beneficenza dal 2010 su Bologna, recuperando e riutilizzando abiti usati che vengono donati, per destinarli a scopi benefici attraverso due canali principali: quello dei Mercatini Solidali (con due appuntamenti stagionali l’anno, a maggio e ottobre, grazie al quale abbiamo raccolto e donato in 8 anni 442.536,00 euro) e quello della Boutique Solidale – uno spazio messo a disposizione dal Comune di Bologna tramite bando pubblico e allestito su base volontaria per creare un ambiente accogliente nel quale vengono distribuiti gratuitamente ai soggetti bisognosi, segnalati dai servizi sociali del Comune cittadino, abiti e accessori durante tutto l’anno (oltre 100 quintali di vestiti donati a oltre 800 persone all’anno).

“Il tema della sostenibilità legata al riuso degli abiti ci è particolarmente caro – ci racconta Monica Magli Consigliera dell’Associazione- e ne abbiamo fatto il principale progetto del 2018, che sarà quello di far crescere e sviluppare il LABORATORIO SARTORIALE attraverso la realizzazione di capi di qualità e originalità che partono da materie prime donate nell’ottica dell’economia circolare: giacche, camicie e pantaloni che possono avere ancora una loro utilità attraverso la trasformazione in nuovi oggetti di uso comune. Ci aiutano a realizzare questo progetto le allieve coordinate dalla Prof.ssa Daniela Cerri dell’Istituto Professionale IPSAS Aldrovandi-Rubbiani di Bologna, indirizzo moda e stile”.

L’artista Gabriele Pellerone è stato presentato a Bologna in anteprima nazionale da Campogrande Concept presso lo spazio espositivo DUEUNODUE in via Galliera, 2/B. in concomitanza di Arte Fiera 2018, confermando così il suo impegno a dare spazio non solo ad artisti di chiara fama, ma anche a linguaggi alternativi e nuove forme espressive d’arte.

La mostra ha difatti destato molto interesse da parte del pubblico, che ha potuto “toccare” le opere tatuate dell’artista, realizzate su tele di gomma siliconica, apprezzando la sua capacità ritrattistica, cogliendo la consapevolezza di essere testimoni di una nuova avanguardia.

All’interno della mostra è stata esposta un’opera dell’artista titolata “Liberazione”, classificata come uno dei tatuaggi più grandi al mondo (1,80 x 2,00 metri), che presto entrerà ufficialmente nel guinness dei primati

“Nell’evoluzione dei linguaggi artistici, la Tattoo Art rappresenta una delle ultime frontiere dell’espressività contemporanea. Nel significato più profondo, sia a livello etnico che semiologico, essa affonda le sue radici nelle decorazioni totemiche asiatiche e dei nativi americani fino al mondo marinaro, ma tracce di questa pratica esecutiva sono state trovate in diverse culture sin dall’antichità. Gabriele Pellerone, reggino, giovane talento della Skin Art, trasferisce i suoi lavori su pelle sintetica e li espone a parete, conferendo ad essi piena dignità estetica, al pari delle pittura tradizionale. Le opere esposte sono realizzate con aghi da tatuaggio montati su un apparecchio speciale e trasferiti sopra una superficie composta da pelle sintetica e gomma siliconica. Tatuare è come dipingere, con una differenza sostanziale: non è consentito alcun tipo di errore esecutivo, e pertanto è richiesta una particolare maestria unitamente ad una notevole padronanza tecnica

dell’apparecchio. Gli aghi speciali, in acciaio chirurgico, perforano la pelle sintetica ed iniettano i pigmenti che, in seguito, si fisseranno sulla pelle in maniera indelebile.

L’artista predilige le composizioni monocrome, riservando gli interventi con inchiostri colorati solamente per evidenziare le caratteristiche di alcuni dettagli. Un linguaggio nuovo da indagare ed interpretare attraverso le fascinose simbologie, decorazioni e ritratti ‘sui generis’ che coinvolgono i mondi della musica, della moda e dei motori, al punto da definire uno status, un modo di vivere e di essere oltre le convenzioni. La rassegna si completa con una sezione di gusto Pop che richiama i temi ed i significati antropologici di questa particolarissima forma artistica.”

Giancarlo Bonomo, curatore della mostra

L’arte di donare, l’arte di stupire, l’arte di commuovere, l’arte di sensibilizzare, l’arte nel condividere bellezza…(CC)

Per informazioni:

RE-USE WITH LOVE Reuse.with.love@gmail.com http://www.reusewithlove.org

Campogrande Concept

Daniela.scognamillo@campograndeconcept.it http://www.campograndeconcept.it

 

 

 

Read Full Post »

Older Posts »