Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Elisa Tosi Brandi’

Biblioteca Gambalunga – Sala della Cineteca, ore 18

venerdì 8 giugno

ALLA RICERCA DI FONDI PERDUTI

Le fonti scritte del Medioevo riminese

conversazione di

ELISA TOSI BRANDI

Sarà la storica Elisa Tosi Brandi a chiudere venerdì 8 giugno (Sala della Cineteca, ore 18), la prima edizione della rassegna “Voci dai fondi”, per raccontare  i nuclei documentari custoditi dalla Biblioteca che testimoniano la storia della città in epoca medioevale. Fonti  che sono confluite nel suo

Rimini, edito nella collana “Il Medioevo nelle città italiane” del Centro Studi sull’Alto Medioevo di Spoleto.

Tosi Brandi ripercorrerà il legame di Rimini con la classicità: un filo rosso che ha segnato in profondità la storia e la cultura del Riminese dall’antichità fino al medioevo e oltre. La cultura romana prima, quella bizantina poi sono state punti di riferimento per Rimini e il suo territorio, rimasto ancorato a modelli tramandati dalla corte ravennate, a lungo sopravvissuta grazie alla presenza della Chiesa arcivescovile. Lo sbocco a una campagna fertile e la presenza del mare su cui costruire un porto sono stati requisiti importanti per lo sviluppo della città di Rimini, la cui favorevole posizione geografica ne fece un sito molto ambito fin dall’antichità. Luogo di incontri e scambi di uomini, beni ed idee provenienti da tutto il Mediterraneo, Rimini fu suo malgrado a lungo anche un terreno di continue contese, che provocarono guerre, devastazioni e una costante instabilità.

 

Ingresso libero e gratuito

 

 

Elisa Tosi Brandi è dottore di ricerca in Storia Medievale presso l’Università di Bologna, Scuola di Lettere e Beni Culturali, svolgendo attività di docenza e ricerca dal 2002 presso il corso di studi in “Culture e tecniche della moda” del Campus di Rimini. I suoi temi di ricerca riguardano la Storia della Rimini basso medievale; la Storia sociale ed economica (Mestieri e oggetti della moda), la Storia della cultura e della mentalità (Rapporto tra vesti e società; Storia del costume e della moda) tra i secoli XIII-XVI; si occupa inoltre di archivistica di imprese della moda e di archivi storici della moda. Tra le sue ultime pubblicazioni: L’arte del sarto nel Medioevo. Quando la moda diventa un mestiere (il Mulino, 2017); Il Medioevo nelle città italiane: Rimini (Fondazione Centro Italiano di Studi sull’Alto Medioevo, 2017); con Maria Giuseppina Muzzarelli e Giorgio Riello ha curato Moda. Storia e storie, (Mondadori 2010).

Info: Biblioteca Gambalunga – tel. 0541 704486 – fax 0541704480

 

Read Full Post »