Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Gianluca Farinelli’

da sinistra, Andrea Maioli, al centro Giorgio Diritti e il direttore della Cineteca di Bologna Gianluca Farinelli

Giorgio Diritti parla di sè con Andrea Maioli e Gianluca Farinelli

Nella foto, a sinistra Massimo Meliconi e dopo Giorgio Diritti che è al centro Paolo Calvano che gli ha conferito il premio Volponi

Casadeipensieri 2021

Con gli occhi devi andare Targa Casadeipensieri – Volponi al regista Giorgio Diritti dialogo del regista ,che ha vinto il David di Donatello 2021, con il direttore della Cineteca di Bologna Gianluca Farinelli e il giornalista e scrittore Andrea Maioli . Legge le motivazioni della Targa Daniela Airoldi. Presenta Massimo Meliconi . Direttore artistico Davide Ferrari . Video di Roberta Ricci.

Direttore artistico Davide Ferrari

Read Full Post »

Si è conclusa con  200.000  presenze la rassegna cinematografica “Sotto le stelle del cinema” a Bologna  che raccoglie contributi internazionali del cinema, quest’anno stupefacenti ospiti, Francis Ford Coppola, Oliver Stone, Francois Truffaut ,gli italiani Pupi e Antonio Avati, Matteo Garrone e tantissimi ospiti .

Le foto significative di Lorenzo Burlando nel link

https://www.ilrestodelcarlino.it/bologna/spettacoli/foto/cinema-piazza-maggiore-1.4736371

 

Cinema: Martin Scorsese racconta Bob Dylan – locandina

Errore
Questo video non esiste

Read Full Post »

Ieri sera a Bologna, in Piazza Maggiore “Sotto le stelle del cinema ” è stata trasformata in “Sotto le stelle della fotografia ” l’attesa presentazione di alcune delle foto vincitrici del World Press Photo  2019 , la giuria ha scelto fra oltre 78 mila foto provenienti da fotografi di tutto il mondo che colgono lo spirito che anima oggi il fotogiornalismo.

C’era il direttore di WPP Lars Boering ha presentato il fotografo Fulvio Bugani (premio WPP 2015) il direttore della Cineteca Gianluca Farinelli.
Sul palco Marco Gualazzini che ha portato la sua attività sul lago Ciad , che si sta prosciugando e rende la convivenza più difficile , l’agricoltura meno fertile e avvicina pericolosamente i soldati di Boko Aran che spesso fanno scorrerie nel territorio pacifico. Per questi popoli andare al lido è un gesto di resistenza possono arrivare inaspettate raffiche di mitra.
Secondo Gualazzini in Africa ci sono migrazioni interne continue dettate da motivi analoghi di convivenza e prepotenza armata e terroristica.
Lorenzo Tugnoli originario di Lugo , che ha studiato e formato all’Università di Bologna che risiede a Beirut e fotografa i conflitti dello Yemen, ha parlato di come la sua attività venga coordinata dai giornalisti locali per il New York Post.

 

Read Full Post »

Ansa

Sarà “Dogman”  di Matteo Garrone ) a rappresentare il cinema italiano alla selezione del premio Oscar per il miglior film in lingua straniera alla 91/a edizione degli Academy Awards. Lo ha deciso la commissione selezionatrice dell’Anica.

L’annuncio delle nominations è previsto per il 22 gennaio 2019, mentre la cerimonia di consegna degli Oscar si terrà a Los Angeles domenica 24 febbraio 2019.

Matteo Garrone in Piazza Maggiore a Bologna che ha presentato il suo film “Reality”  con il direttore della Cineteca Gianluca farinelli (foto di Roberta Ricci)

Read Full Post »

Una serata di gala per il “Cinema Ritrovato ” a Bologna che per “Divorzio all’italiana ” di Pietro Germi ha avuto come ospiti la moglie del produttore Franco Cristaldi, di cui ricorre quest’anno il ventiseiesimo della scomparsa, Zeudi Cristaldi Araya e il figlio Massimo Cristaldi. Ha parlato del film  “Divorzio all’italiana”  il regista Giuseppe Tornatore che ha ripercorso le storie del film. Pietro Germi voleva che -a tutti a costi -il ruolo del protagonista, Ferdinando Cefalù venisse  affidato ad Alberto Sordi , Alfredo Giannetti , uno degli sceneggiatori era fortemente convinto che Marcello Mastroianni fosse l’attore giusto, tanto più che il film “La dolce vita ” lo aveva portato ad un successo internazionale che in questo film poteva essere bissato.

Per persuadere Pietro Germi  , Alfredo Giannetti costruì l’immagine ,come  si vede nel film, del Barone Cefalù sul viso di Mastroianni e la scelta di Germi finì col cadere definitivamente su di lui  quando , nei provini, Mastroianni imitò il tic del regista   , che sollevava leggermente il labbro superiore. All’inizio Germi si inquietò ma dopo lo spiazzamento acconsentì e disse a Mastroianni di fare quel tic tutte le volte che voleva, infatti ,nei momenti in cui c’è un crescendo di tensione, proporzionalmente, si moltiplica il tic.

Una interpretazione magistrale – quella di Mastroianni che si vide modificata la sceneggiatura di un film che aveva altri intenti e che Pietro Germi trasformò in una commedia su  una storia di costume in Italia  prima della legge sul divorzio. La  moglie di cui si vuole liberare il barone di Cefalù è Daniela Rocca (1937-1995) un’attrice  che viene sacrificata nella  sua bellezza di ex Miss  per fare posto allo stereotipo di donna siciliana del periodo. Daniela Rocca convisse con gravi problemi di salute , scrisse alcuni libri pressochè introvabili e partecipò a numerosi film nella sua carriera . Nel cast Stefania Sandrelli alla prima apparizione in pubblico e Leopoldo Trieste.

Il coordinamento del Direttore della Cineteca di Bologna Gianluca Farinelli che ha fatto salire sul palco per un abbraccio ideale con il pubblico i volontari del “Cinema ritrovato” . Farinelli ha raccontato che quando è andato in aeroporto ad accompagnare Martin Scorsese nel suo viaggio di ritorno lui gli  ha detto che per il prossimo anno sarebbe ritornato.

Nel video la presentazione della serata al minuto 32 la versione in inglese .

 

 

Read Full Post »

Older Posts »