Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Lucio Pardo’

OSPITE DELL’UNIVERSITA’ DI BOLOGNA
PER UN PROGETTO SULL’EROE MARIO FINZI
Lunedì 22 ottobre alle ore 15.30, sarò ospite della XV edizione della Festa Internazionale della Storia, organizzata dall’Università di Bologna, per parlare di Mario Finzi e del progetto filmico su cui sto lavorando assieme ai miei produttori, riguardante il giovane musicista ebreo che salvò tantissimi correligionari dai rastrellamenti nazisti.

L’evento che si terrà nella prestigiosa Sala dello Stabat Mater dell’Archiginnasio, così chiamata per via dell’esecuzione della versione definitiva dell’opera di Gioacchino Rossini diretta da Gaetano Donizzetti, mi vedrà a fianco di una persona straordinaria come Lucio Pardo, già presidente della Comunità Ebraica di Bologna, nonché docente di Ebraismo presso lo Studio Filosofico Domenicano di Bologna, che aprirà il nostro incontro parlando delle leggi razziali e della loro attuazione, a distanza di 80 anni dalla loro promulgazione. Sulla figura di Mario Finzi invece, s’incentrerà il mio intervento, che da regista nell’ambito della memoria e dell’impegno civile come ho sempre fatto, ho studiato in modo approfondito negli ultimi anni.

A moderare il tutto, una grande giornalista che stimo da sempre, Franca Silvestri, studiosa di teatro e della cultura ebraica, nonché caporedattore e webdesk dell’Ordine dei Giornalisti dell’Emilia Romagna, che, come già avvenuto in tante precedenti, mi accompagna anche in questa nuova avventura.

In una giornata già di per sé ricca di soddisfazioni, si è aggiunto, ad impreziosire ulteriormente l’evento, l’accreditamento dell’Ordine regionale e quello dell’Ordine nazionale dei giornalisti, trasformando così, “un semplice” appuntamento accademico, in un seminario valido per la Formazione Professionale Continua dei giornalisti (professionisti e pubblicisti) iscritti all’Odg.

Read Full Post »

Bologna 22 ottobre alle 15 allo STABAT MATER
a ottant’anni dalle razziali : Mario Finzi
con Lucio Pardo, già Presidente della comunità ebraica, Massimo Manini regista e video maker con la giornalista Franca Silvestri una tavola rotonda .
(Per i giornalisti sono previsti crediti formativi)
Spesso entriamo in contatto con la storia con delle biografie, con delle vite rimaste nell’ombra, come Oskar Schlinder oppure Giorgio Perlasca, e tante altre persone eroiche , nel caso di Nonantola una città intera, seminario e seminaristi compresi che hanno protetto le vite dei bambini salvati dalla deportazione e spersi nel mondo adulto.
Poi, sfogliando le pagine di storia della città (Bologna ) ci si rende conto che ci sono tante persone eroiche che hanno perso la loro vita per salvarne tante .
Abbiamo visto nel film “En train de vie” (ispirato ad una storia reale) che la vocazione alla salvezza del prossimo non è scontata,  paura , miseria e  minacce giocano brutti scherzi.
E’ il caso di Mario Finzi, (Bologna 1913-Birkenau 1945) era ebreo e non lo sapeva ,era assimilato ( come Edith Stein che riscopre la sua ebraicità all’improvviso per non sottrarsi alla Storia) poteva andarsene in ogni momento , parlava tante lingue, era un affermato pianista un brillante magistrato, tuttavia seguì una sola vocazione, quella della salvezza del prossimo. Un punto di incontro spirituale , dicono alcuni sacerdoti, a quello di San Luigi Gonzaga.
Mario Finzi è sempre rivissuto nei racconti del prof. Luciano Bergonzini, dell’avvocato Francesco Berti Arnoaldi Veli, delle due bimbe con cui giocava Ada Luisa e Anna Maria che ne hanno raccontato le memorie.
Perse la vita per questo, fu catturato dall’OVRA (la polizia in borghese) sotto casa , smascherato nei documenti falsi che aveva, trasportato a Fossoli dove fu caricato in un carro bestiame per finire la sua vita ad Auschwitz, Nedo Fiano dice che lo ha conosciuto, i suoi occhi, splendevano intanto che la vita lo abbandonava.
Adesso che la storia come materia sembra che non sia importante a scuola ecco il ruolo di alcuni registi d’avanguardia che se ne curano e desiderano riproporla sul grande schermo.

 

 

LA BOLOGNA RIVISTA DALL’UMBRIA
NELL’EVENTO “APPUNTI PER UN FILM” SU FINZI
C’è tutto il concetto di “comunità”, in questo progetto: nel senso più esteso del termine.
Da quella ebraica, universale e grande alla quale “il musicista-eroe” Mario Finzi apparteneva, a quella più piccola di Avigliano Umbro, nel cuore della verde Umbria. A questa comunità, e quindi a questo progetto, si sono poi unite altre persone della provincia ternana, senza le quali non avrei mai avuto modo di realizzare questo viaggio nella memoria, d’impegno civile. In una storia in cui si parla di Bologna, insomma, c’è tanto di questa rigogliosa regione: almeno in questa prima fase, servita per mettere insieme questi utilissimi “appunti”, necessari a circoscrivere il progetto. Persone che hanno fatto gli attori, gli scenografi, i tecnici e gli attrezzisti: chi ha guidato il pullman, per muovere la troupe e chi ha fotografato il tutto. Gente, uomini, mamme che si sono messe in gioco per raccontare una storia, lontana da quella loro, ma molto vicina ad ognuno di noi: luoghi, paesaggi, scorci, che attraverso l’obiettivo, sono diventati “suggestivamente” emiliani. E poi i produttori, entrati nella “carovana” di questo diario che sabato sera racconterò, assieme alle riprese effettuate a Bologna. Non potevo quindi non dedicare a loro, alla laboriosa gente di questa terra, quest’unica serata evento pensata per ringraziarli: a quelle persone che Lunedì 22 Ottobre, “porterò” simbolicamente con me, nell’Aula Stabat Mater dell’Università di Bologna, dove presenterò, ospite della Festa Internazionale della Storia, il progetto cinematografico su cui stiamo lavorando. Ma questa, “è un’altra storia”: adesso, pensiamo a sabato,…
Massimo Manini

Read Full Post »

Nell’ambito della festa internazionale della Storia una conferenza su Mario Finzi (Bologna 1913-Birkenau 1945) , un giovane avvocato ebreo, musicista che salvò tante persone dalla deportazione, e che  non fece nulla per salvarsi dalla deportazione , nel corso degli eventi per gli 80 anni dalle leggi razziali una conferenza allo Stabat Mater .

 

 

Read Full Post »

La razza nemica : teoria e pratica dell’antisemitismo fascista a Bologna.
Giunti al termine degli appuntamenti la conferenza dell’ing. Lucio Pardo già presidente della comunità ebraica a Bologna :  l’esperienza della persecuzione razziale vista dalla comunità ebraica. A cura dell’Archivio dei Celestini, Archivio di Stato di Bologna. La foto e il video sono di Roberta Ricci .

Read Full Post »

Per non dissipare la memoria alcuni studenti hanno chiamato i testimoni del tempo, e hanno ascoltato le loro rivelazioni.

Yom Ha Shoah. 27 di Nissan 5777

Incontro con i Giusti delle Nazioni Manifestazione indetta da organizzazione Studenti Israeliani di Bologna Bologna .

Carolina Delburgo Testimonianza :  per la famiglia Furgeri e Gilli, che hanno salvato i Sermoneta: Vanna Furgeri  per Alfredo Giommi che ha salvato i Pardo: Antonio Caselli   per Mario Finzi che ha salvato ebrei a Bologna e Villa Emma (a Nonantola) e  per Vittorio Zanzi che ha salvato ebrei a Cotignola: Lucio Pardo Interventi con musiche ebraiche Violinista Cantante : Paolo Buconi

Riprese video : Mistic Media Channel web tv

Read Full Post »

Un gruppo di studenti ha organizzato un incontro per trasmettere, con le testimonianze, un incontro con i testimoni della Storia, Giusti che hanno salvato le genti durante la guerra e le persecuzioni razziali.

Yom Ha Shoah. 27 di Nissan 5777 Domenica 23/04/2017 ore 17:00 Incontro con i Giusti delle Nazioni Manifestazione indetta da organizzazione Studenti Israeliani di Bologna .

Conduce: Carolina Delburgo Testimonianza : * per la famiglia Furgeri e Gilli, che hanno salvato i Sermoneta: Vanna Furgeri * per Alfredo Giommi che ha salvato i Pardo: Antonio Caselli  per Mario Finzi che ha salvato ebrei a Bologna e Villa Emma (a Nonantola) e  per Vittorio Zanzi che ha salvato ebrei a Cotignola: Lucio Pardo Interventi con musiche ebraiche Violinista Cantante : Paolo Buconi Riprese video : Mistic Media Channel web tv.

 

Read Full Post »

Ha avuto luogo, nei giorni scorsi, presso il Complesso Monumentale di San Giovanni in Monte nel prestigioso Dipartimento di Storia dell’Università di Bologna , la conferenza/evento sul caso Edgardo Mortara , i lavori si sono svolti in quest’ordine  MISTIC MEDIA /BSC (Bologna Sanità Conoscenza) & FESTA DELLA STORIA
Nel 155mo del caso Mortara:
“La liberta’ di educare i propri figli secondo la morale universale”
CONFERENZA – EVENTO
Il 31.10.2016 dalle ore 18 alle ore 21
in Aula Prodi
(S.Giovanni in Monte, dipartimento di Storia)
Ouverture
“L’Affaire Mortara”
di e con Massimo Manini
che reciterà alcuni brani tratti dalla sua piece “Il Caso Mortara”
Conferenza
Introdotta e moderata da p. Giovanni Bertuzzi, O.P.
Intervengono
Prof. Lucio Pardo
memento del “Caso Mortara”
Prof. Andrea Zanotti Unibo Giurisprudenza
in punto giuridico

Partecipano :
Arch. Daniele De Paz
Presidente Comunità Ebraica Bologna
Dr.Yassine Lafram
Presidente Comunità Islamica Bologna
che porteranno i saluti delle due comunità
cui seguirà un
Aperitivo musicale
il Maestro Paolo Buconi suona musiche ebraiche sefardite di Livorno

La manifestazione ha fatto parte del Festival Internazionale della Storia, un particolare e sentito  ringraziamento al prof. Rolando Dondarini.

festa-internazionale-della-storia

Per chi desidera essere aggiornato sui lavori della conferenza è disponibile il video :

La particolare ricerca musicale è evidenziata nei due contributi del Maestro Paolo Buconi

Read Full Post »

Older Posts »