Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Maria Grazia Palmieri’

Il ristorante Borgo delle Vigne della Cantina Gaggioli ha ospitato la tappa del GustaCinema dedicata a Doris Day.

La rassegna ideata da Maria Grazia Palmieri ogni anno abbina l’evento con momenti e disfide enogastronomiche a tema cinematografico, imperniate su piatti e vini del territorio. Dopo essere stati a FICO e all’Istituto Alberghiero “Luigi Veronelli ” nella sede di Crespellano il tour si è concluso con la terza tappa al Borgo delle Vigne.

Occupati tutti i tavoli e grande curiosità per il menù proposto dallo Chef Marco Macchiavelli e dal suo staff.

La serata intitolata “Avventure in punta di forchetta con piatti ispirati alla attrice Doris Day… e non solo” è stata illustrata da Maria Grazia Palmieri, Luca Gaggioli, Umberto Faedi Vice Direttore di egnews e dallo Chef Marco Macchiavelli, che ha spiegato come ha realizzato i due diversi ragù in disfida che ha preparato per condire i piatti di Spaghetti alla Bolognese realizzati al torchio presso il laboratorio del Borgo delle Vigne.

Non soltanto una cena, bensì una piacevole serata di degustazione arricchita dal cooking show dello Chef Marco Macchiavelli che ha mostrato la realizzazione dei due ragù: Tradizionale alla Bolognese e quello tramandato dalla Famiglia Gaggioli Osti.

I due ragù sono stati giudicati da una giuria di esperti composta da giornalisti e da una costituita dai partecipanti alla serata. La cena è cominciata con l’antipasto “Un pizzico di fortuna” ispirato dall’omonimo film di Doris Day: crostino di polenta, spuma di Mortadella di Bologna e gocce di Aceto Balsamico Tradizionale.

Lo abbiamo assai apprezzato con un Pignoletto Frizzante 2018 che reca11,5 gradi. A questo punto è iniziato il breve cooking show: lo Chef Marco Macchiavelli ha spiegato come ha realizzato i due ragù, dicendo che quello della ricetta della Famiglia Gaggioli Osti prevede maiale, pancetta e vitello. A seguire assaggio di Spaghetti al torchio con i due ragù: come abbinamento abbiamo scelto Bianco Bologna 2018 con 12,5 gradi.

Doris la Bionda è il nome dello squisito Tortino di Tagliatelle con crema all’uovo, cardi, prosciutto DOP croccante e foglie di oro zecchino.

Dalla Cantina Gaggioli in mariage Sauvignon 2018 riccamente profumato, 12,5 gradi. Il pane che ha riscosso un grande successo è stato preparato dallo staff di cucina con antico lievito madre ed è andato ripetutamente divorato.

Per il secondo piatto “Manzo rivisitato guarnito con friggione tradizionale e contorno di patate dorate”, ispirato al film “10 in Amore” interpretato da Doris Day, abbiamo scelto Merlot 2018 12,5 gradi. Ottimo accostamento. E il Merlot 2018 lo abbiamo assaporato con le “Palle del Negus” rivisitate dallo Chef.

La deliziosa serata di degustazione si è chiusa con Panna cotta allo Zafferano Bolognese della Val di Venola, coltivato dalla Azienda Agricola Ricci di Vedegheto abbinata ad Ambrosia Passito di Pignoletto. Sono stati consegnati a Letizia Gaggioli, Chef Marco Macchiavelli e Umberto Faedi Vice Direttore di egnews gli “Spaghettini d’Oro VIP” realizzati dall’artista Alessandro Mala, dedicati da Maria Grazia Palmieri all’Amico Piero Valdiserra autore del libro “Spaghetti alla Bolognese: l’altra faccia del tipico” edito da Giulio Biasion per EdiHouse: si sta pensando ad una edizione con testo in inglese. Il risultato delle votazioni delle due giurie ha decretato un giusto ex equo per i due ragù proposti nella serata del GustaCinema al Borgo delle Vigne.

Umberto Faedi

Nelle  foto di Umberto Faedi dall’alto

Antipasto del Gustacinema

I due ragù preparati dallo chef Marco Macchiavelli

Manzo rivisitato guarnito con friggione

lo chef Marco Macchiavelli

Maria Grazia Palmieri, ideatrice GustaCinema presenta il Tortino di Tagliatelle con crema all’uovo, cardi, prosciutto DOP croccante e foglie di oro zecchino

le palle del Negus

Panna cotta allo Zafferano alla bolognese

i due spaghetti al torchio con ragù bolognese (uno della famiglia Gaggioli e l’altro di Macchiavelli)

Tortino di Tagliatelle con crema all’uovo, cardi, prosciutto DOP croccante e foglie di oro zecchino impiattato

 

 

Read Full Post »

aa

Alcuni momenti della premiazione alla tenuta Chiarli

Read Full Post »

nella foto Umberto Faedi e Giulio Biasion

Maria Grazia Palmieri ideatrice di Gustacinema

La Settima Edizione di GustaCinema si è chiusa con la disfida tra gli allievi dell’IPPSAR Bartolomeo Scappi della sede di Casalecchio ValSamoggia e due chef amateurs. La rassegna nasce dalla idea di Maria Grazia Palmieri e l’edizione di quest’anno era dedicata a Sofia Loren, icona del cinena italiana e simbolo di Napoli e della sua cultura gastronomica.  Teatro della contesa la bella sala della Tenuta Santa Croce a Monteveglio.  Giorgio Chiarli e la sua famiglia hanno gradevolmente ospitato per l’ennesima volta gli chefs, la giuria e un folto numero di persone che dal tardo pomeriggio si sono accomodati ai tavoli per assistere alle preparazioni in diretta e successivamente degustarle. L’evento finale è stato preceduto da due appuntamenti. Il primo si è tenuto alla Pizzeria Regina Sofia in Via Clavature a Bologna. Circondati da splendide immagini della Loren la giuria ha assaggiato e votato le pizze ispirate ai films della divina Sofia preparate in diretta dai pizzaioli del locale. La seconda tappa si è svolta alla sede della Associazione Panificatori in Via Gnudi a Bologna. I fornai prescelti hanno preparato tipi di pane e cornetti con riferimenti ai film della grande Sofia. Gli allievi del professor Francesco Spaniscia hanno realizzato due antipasti: il primo era un uovo in camicia assai originale ed il secondo un uovo al pomodoro molto delicato. A seguire il professor Spaniscia ha preparato Paccheri ripieni di pomodoro, ricotta di pecora, mozzarella e pecorino romano. Gli chef amateurs Giovanna Tabanelli e Stefano Fini si sono cimentati in una disfida sugli Spaghetti alla Bolognese per ricordare l’Amico Piero Valdiserra. Lo Spaghetto d’Oro 2018 istituito in suo ricordo è stato attribuito ai disegnatori umoristici Zap & Ida. Presenti la compagna Simonetta, Giulio Biasion amico ed editore del libro scritto da Piero “Spaghetti alla Bolognese: l’altra faccia del tipico”, il sottoscritto ed altri amici Piero è stato con tutti noi. I due piatti di Spaghetti alla Bolognese sono stati rispettivamente il primo di Giovanna Tabanelli ispirato a “Una giornata particolare” con un ragù fatto senza maiale e a base di carne rossa, aglio, alloro, molta passata di pomodoro e vino. Molto delicati e gradevoli. Lo Spaghetto alla Bolognese proposto da Stefano Fini era ispirato al film “Ieri, oggi, domani” ed è stato condito con un ragu’ preparato con coppone, odori, passata di pomodoro, pancetta stesa e latte aggiunto alla fine. È risultato vincitore della disfida mentre i due allievi hanno avuto lo stesso punteggio.

Giorgio Chiarli ha abbinato le portate con la Cuvee Nettuno Brut Nature molto apprezzata da tutti.

Umberto Faedi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Read Full Post »

“Los Angeles è l’ennesima potenza del cosmopolitismo, qui c’è gente che si è trasferita letteralmente da tutto il mondo, e di conseguenza ci sono tante culture integrate e cibo che rappresenta tutti i continenti. É una città che delude la maggior parte di turisti Italiani, perché si aspettano cose specifiche e maestose da vedere e da visitare. Ma in realtà la bellezza di Los Angeles sta nel viverla giorno per giorno più come uno stile di vita, che come la classica vacanza con l’itinerario di visita a monumenti e piazze. É una città particolare, un’ immensa metropoli che ti offre tutto, dal divertimento, allo shopping, alla cultura in varie declinazione, a musei incredibili, e a tutto ciò che fa parte dell’universo cinema. E’ una città pervasa di senso logico: un reticolo di strade che si intrecciano perfettamente perpendicolari e numerate in ordine, ma che ti offre anche emozioni forti, grazie alla bellezza della natura: dall’ Oceano, alle cime innevate, dai tramonti mozzafiato a canyon, deserto e a scorci incredibili”. Chi parla con tanto entusiasmo di Los Angeles è l’attrice bolognese Paola Piccioli, che si è trasferita nella città californiana temporaneamente per lavoro. Non è la sua prima volta a L.A. dove è già stata più volte, e nella quale le piace assaggiare cibi particolari, fare hiking sulle montagne sopra la città, frequentatissime da tutti, correre sulla spiaggia dove è normale fare attività fisica, frequentare cinema e teatri dalle molteplici e raffinate proposte. E dove ha amici italiani, europei e americani che lavorano nel mondo del cinema.

“Qui, in ogni aspetto e ruolo cinematografico, che sia tecnico, attoriale, o creativo, dal più semplice al più importante, c’è molto rigore, grande senso dell’organizzazione e della disciplina. Il talento è ovviamente importante, ma l’impegno continuo e costante è imprescindibile” racconta ancora Paola. “Tutto quello che vivo e percepisco, affina e migliora il mio modo di recitare ed essere una creativa nel mondo del cinema, e ovviamente questo si ripercuote positivamente anche nel lavoro della casa di produzione, la First Child, che ho aperto un anno fa con il regista Salvatore Sclafani.

Quali sono i lavori in corso della casa di produzione bolognese?

“Attualmente abbiamo un cortometraggio sperimentale in distribuzione, che sta anche partecipando a parecchi festival internazionali. Si chiama ’Due giorni’ e sono una delle protagoniste” Si tratta di un progetto nato dalla collaborazione di più persone, continua Paola, che fa sperimentazione con lo storytelling e fotografa poche ore della vita di una coppia, cogliendone le problematiche e le sfide. In autunno First Child inizierà la lavorazione di un corto dal titolo “Idda“ che affronta il tema della scelta nella vita di coppia e dell’interrogazione sull’orientamento sessuale. La sceneggiatura a quattro mani , ancora in revisione, è di Piccioli e Sclafani, la fotografia sarà del pluripremiato Daniele Ciprì.

“Io e Giuseppina Maiomone ne saremo le protagoniste principali, e verrà girato nel sud Italia. Ma il nostro progetto più corposo, è un documentario che si intitola “Before act” che affronta la prevenzione all’abuso sessuale di minori, da un punto di vista innovativo. Sarà girato fra l’Europa e il Nord America, una parte è già stata realizzata, ma c’è ancora molta ricerca da fare, mentre continuiamo a mettere in discussione la chiave di lettura che inizialmente avevamo individuato, perché vogliamo che il documentario sia estremamente efficace”. A supporto dell’importanza di questo complesso lavoro, alcuni fra i maggiori esperti mondiali sul tema, hanno accettato di parlare con Piccioli e Sclafani ed hanno molto apprezzato ed appoggiato il progetto. Sono personaggi come Elizabeth Latourneau del Moor Center for the Prevention of Child sexual Abuse o il Dottor Seto direttore della Forensic Rehabilitation Research at the Royal Ottawa Health Care Group ”.

Read Full Post »

palmieri11

Maria Grazia Palmieri l’ideatrice di Gustacinema che quest’anno dedicherà la sua manifestazione dello Spaghetto d’oro dedicandolo a Piero Valdiserra

GustaCinema e’ una rassegna ideata da Maria Grazia Palmieri che coniuga film e cortometraggi inseriti in concorso nel MovieValley BazzaCinema Festival con le realtà enogastronomiche della Valle del Samoggia nonche’ della ricchissima Provincia di Bologna. Tantissime attivita’ di ristorazione, negozi che in provincia hanno un ruolo riconosciuto, persone, imprese, associazioni ed istituzioni partecipano attivamente alla rassegna. Due sono le sezioni che la compongono: Disfide – Cooking Show e  Il Cinema in Menu. Questa Sesta Edizione che si concluderà per la sezione GustaCinema con le Disfide – Cooking Show Domenica 12 Febbraio a partire dalle ore 18 all’Agriturismo della Tenuta Santa Croce di Monteveglio ospitata dalla Famiglia Chiarli prevede una semifinale che si svolge a Bologna Lunedì 6 a partire dalle ore 20 presso Adesso Pasta Car in Via IV Novembre. L’ingresso e’ gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili. La disfida prevede un confronto ai fornelli tra gli Chef Saverio Quadrelli del Ristorante Petroniano di Bologna e la Chef Anna Maria Manzani della Trattoria dai Mugnai di Monteveglio, locale che ha già vinto due edizioni di GustaCinema. La tenzone culinaria si ispira al libro “Spaghetti alla Bolognese: l’altra faccia del tipico” scritto da Piero Valdiserra che e’ venuto purtroppo recentemente a mancare. Il libro edito da Giulio Biasion per EdiHouse ha ottenuto nunerosissimi riscontri all’estero e riacceso il dibattito sulla Grande Cucina di Bologna e della sua splendida provincia. La gara ed il premio pensato da Maria Grazia Palmieri dedicato a Piero Valdiserra diventa un appuntamento fisso del GustaCinema. Il primo riconoscimento dedicato a Piero verra’ consegnato all’attore Petroniano Vito nel corso della finale Domenica 12 alla Tenuta Santa Croce di Monteveglio. Le selezioni si sono svolte in Novembre al Ristorante Zenzero con allievi dell’Istituto Alberghiero Bartolomeo Scappi e a Dicembre al Centro Natura di Bologna imperniato sui dolci bio tra non professionisti nell’ambito dei festeggiamenti per i 20 anni del centro NaturaSi’ di Bologna. I piatti preparati dagli Chef professionisti e non saranno vagliati da una giuria composta da specialisti e giornalisti di settore. La sezione Il Cinema in Menu inizierà il 15 Febbraio e vede coinvolti a Bazzano: Albergo alla Rocca, Osteria del Rivellino e Trattoria Carducci e a Monteveglio la Trattoria del Borgo e la Trattoria dai Mugnai. Questi locali della Valsamoggia partecipano con grande entusiasmo alla rassegna. I piatti preparati si ispirano ai film dell’attrice Julienne Moore e rimarranno in menu fino al 25 Marzo per essere poi assaggiati e vagliati da una apposita giuria mentre coloro che andranno a mangiare in questi locali potranno compilare una scheda relativa al piatto.
Umberto Faedi

 julienne-mooreJulienne Moore l’ispiratrice

piero-valdiserra

Piero Valdiserra a cui l’organizzatrice Maria Grazia Palmieri ha dedicato Gustacinema 2017

processo-7

La balla degli spaghetti alla bolognese, balla vuol dire tante cose, come compagnia, come balla bugia …

 

la-balla-degli-spaghetti

la balla in gran completo da adesso pasta con gli chef che hanno gareggiato la foto è di Pasquale Spinelli

 

http://www.adessopasta.it/

Read Full Post »

Older Posts »