Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Stefano Donvito’

Dall’1 dicembre alle 17 a Palazzo D’Accursio si svolgerà, in Sala D’Ercole Palazzo D’Accursio,  la mostra :” Wolfango disegnatore”. L’esposizione coordinata dalla figlia di Wolfango, Alighiera Peretti Poggi,  che cura anche il catalogo si propone di fare conoscere il talento di Wolfango fin dalla più tenera età, i disegni esposti sono 100 , molte opere inedite che hanno accompagnato la vita del pittore bolognese.

Wolfango fu iniziato da uno zio, pittore, Giuseppe Mazzotti, lo zio Peppino che gli regalava le matite iniziandolo agli stilemi con uno stile ottocentesco che lo caratterizzerà dal 1940 al 1945, per poi passare ad una successiva influenza morandiana,molti disegni del piccolo Wolfango riguardano il mondo animale, osservazioni sul campo, infatti era sfollato con la famiglia in campagna a causa di una bomba che, durante la guerra, distrusse la casa di Bologna.

Wolfango preparò una sua versione illustrata della Divina Commedia  (1963-1968) di cui si vedono alcuni disegni  e altri disegni per l’opera Gesù oggi , che nel 1966 vinse il premio Fiera del libro a Bologna.

Il punto focale della mostra sono i disegni a carboncino, spiega la figlia/curatrice Alighiera , che  Album di famiglia /il passato è presente,  riguardo alle memorie familiari che sostituiscono le fotografie a cui la madre di Alighiera, Chiara,  era  contraria.

La mostra è corredata da un catalogo delle edizioni Minerva, con una prefazione del prof. Tomaso Montanari  e del prof. Eugenio Riccomini, le fotografie sono di Andrea Samaritani.

La conferenza stampa è stata presieduta da Bruna Gambarelli, assessore alla Cultura del Comune di Bologna, erano presenti l’editore Roberto Mugavero, il prof. Eugenio Riccomini, Alighiera Peretti Poggi .

 

Read Full Post »

Ancora una volta si è riaperto l’Anno Accademico all’Università di Bologna . Una emozione vedere tante persone, giovanissime che -direbbe Obama – dopo la loro formazione faranno un lavoro che ora non esiste. Una magia di entusiasmo anche sotto la pioggia. Con le note della Dr. Dixie Jazz Band affidiamo all’energia della musica la partenza, Nardo Giardina  ci sei mancato eri tu che facevi gli onori di casa Bologna jazz. Un breve brano eseguito da Andrea Scorzoni.La band in formazione, special guest Zeno Odorizi, Checco Coniglio, Umberto Genovese (batteria) Franco Franchini (piano) Stefano Donvito (basso) Andrea Zucchi. Cantanti Angela Sette, Valentina Mattarozzi.

Read Full Post »

Quest’anno è stata riaperta la Cantina della Dr. Dixie Jazz Band senza Nardo Giardina ma con lui sempre presente. Il Comune di Bologna ha posato una stella per Nardo in Via Orefici, ormai la via del Jazz , la sua stella è stata collocata fra quella del suo allievo Lucio Dalla e quella della persona che lo ha ispirato, l’amato Duke Ellington.

Il padre di Nardo, professore e luminare non voleva che suonasse, ed è famoso l’episodio che raccontava lo stesso Lucio Dalla di quando lo trovò a suonare per strada  con la sua tromba che  schiacciò con le ruote dell’auto. Naturalmente rinforzando le motivazioni jazziste di Nardo Giardina. Quest’anno ci sarà il grande concerto per il 65mo . Alla prima prova, come al solito, hanno partecipato le matricole e i goliardi .

 

http://www.bolognajazzfestival.com/programma-2016/

Read Full Post »

In una notte estiva, al Bravo caffè si è esibita la dott. Dixie Jazz Band, in una serata dal titolo “Remembering Nardo” e così nella strada pedonalizzata la gente ha sostato mangiando, bevendo e ascoltando musica dal vivo. A breve una stella del jazz anche per Nardo Giardina .

 

 

Read Full Post »