Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Umberto Faedi “Il Moschetto”’

Saranno presenti alla nostra Merenda
due produttori FIVI che ci racconteranno passato, presente e futuro del Progetto

In degustazione:

per il Piemonte
Barbera d’ Asti DOCG 2016 – L’Armangia

per l’Emilia Romagna
ZIGANT Pignoletto Superiore Colli Bolognesi DOCG 2016 – Lodi Corazza

per la Lombardia
Franciacorta Brut DOCG s.a. – Vezzoli

per il Friuli Venezia Giulia
Pinot Grigio Ramato Venezia Giulia IGT 2014 – Flaibani

per le Marche
Rosso Piceno DOC 2013 –  Failoni

Gli Eventi, che si terranno presso i locali dell’Enoteca,
sono come sempre completamente gratuiti.

LA PRENOTAZIONE E’ GRADITA

Read Full Post »

Villa Widmann Rezzonico a Mira del Brenta ha ospitato il Concorso Miss Tu Modella per un giorno. Sono 15 le ragazze che hanno sfilato per il titolo. Ideatrice ed esecutrice della tiara con la quale sarà premiata la ragazza vincitrice è Francesca Brollo di Marghera fine artigiana del vetro che ha realizzato il diadema che incoronera’ la vincitrice.  Barbara Tagliapietra Veneziana DOC  stilista modellista e curatrice di eventi ha confezionato un paio d’ali bianche per ricordare la strage del Bataclan indossate da una modella in conclusione delle sfilate. La serata è iniziata con la cena preparata da Stefano Aldreghetti chef e patron del Barkala’ di Marghera. Iniziamo la cena con Baccalà mantecato in foglia d”oro guarnito con una gondola in nero di seppia abbinato a Sauvignon Friulano Videl 12° di Casarsa della Delizia. Profumi di fiori bianchi e frutta e una buona struttura che bene accompagna i piatti preparati da Stefano. Continuiamo con un Risotto con moscardino, seppia, cozze, vongole, gambero e ostrica molto delicato e di sublime gusto. Ecco le Seppie in nero con polenta: un vero trionfo. Adesso è il momento della sfilata e ci accomodiamo al tavolo della Giuria per la quale sono stato convocato. Alla fine delle tre sfilate in passerella che le ragazze fanno per essere valutate, e prima della proclamazione delle vincitrici nelle categorie del concorso e la vincitrice assoluta, arriva la torta della Pasticceria Artigianale Danieli di Marghera. Jamina Zanre è la vincitrice assoluta e si aggiudica il titolo Miss Salotto Aldreghetti. La sera di Venerdì 28 Settembre al Salotto Aldreghetti del Barkala’ in Piazza del Mercato a Marghera si svolgerà la cena di gala alla presenza delle Miss vincitrici delle categorie e di Jamine Zenra la vincitrice assoluta. Ha distaccato di molte lunghezze le altre ragazze e ha già vinto altri titoli e concorsi: indubbiamente ha le carte in regola per proseguire la carriera ed è molto simpatica oltre che bellissima ed avere grande classe nello sfilare.

Umberto Faedi

 

 

Read Full Post »

Le degustazioni all’Enoteca La Cantina di Via Toscana 105/D riprendono dopo la pausa estiva. Ad aprire il programma è la Cantina Planeta che in Sicilia coltiva 363 ettari di vigneto ubicati in sei diverse tenute dando così differenti interpretazioni del vino della Trinacria. La degustazione inizia con Eruzione Etna Bianco DOC 2016 Spumante Metodo Classico composto al 100% di Uva Carricante 24 mesi sui lieviti. Colore giallo molto delicato e perlage fine e persistente. All’olfatto risulta con sentori di fiori bianchi, sasso ghiaia e lava bagnata. Spiccata ma giusta acidità  Segue Allemanda DOC Noto Bianco 2017 che risulta da Uve Moscato 100%. Bel colore bianco. Profumi di fiori bianchi e al gusto equilibrato e persistente. Terzo vino bianco Eruzione 1616 Carricante 2014 90% e Riesling 10%. Bel colore giallo paglierino. Sentori di frutta evoluta. Arriva La Segreta Rosso Sicilia 2016 derivato da Uve di Nero d’Avola al 50%, 25% Merlot, 20% Syrah e 5% Cabernet Franc. Bel colore rosso rubino. Profumi intensi con sfumature di sottobosco spezie e funghi. Il Plumbago Rosso Sicilia DOC 2016 è 100% figlio di Uve di Nero d’Avola. Bel colore rosso rubino intenso. Note di spezie e frutta rossa. Ottima struttura e persistenza. In degustazione Tradizionale Olio Extravergine DOP di Oliva di Mazara del Vallo raccolta 2017 di varietà Biancolella, Cerasuola e Nocerina del Belice. Diverse le tonalità e le note fruttate che si evidenziano in questi tre ottimi oli risultanti da tre diverse cultivar sicilianie, molto intensi e gradevoli.

Umberto Faedi

Read Full Post »

La Repubblica di Georgia ha presentato a Bologna il nuovo volo della Georgian Airways che collega due volte alla settimana l’Aeroporto Guglielmo Marconi alla capitale georgiana Tblisi. La Georgia fa parte della CSI Confederazione degli Stati Indipendenti sorta dopo il dissolvimento dell’URSS. E’ situata a cavallo tra l’Europa e l’Asia nella zona caucasica e si affaccia sul Mar Nero confinando con Russia, Turchia, Ossezia, Abkhazia, Armenia e Azerbaijan. Sembra che il primo europeo sia l’Homo Georgicus e la Georgia intreccia la sua storia con Giasone sposo della maga Medea e gli Argonauti che andarono alla ricerca del Vello d’Oro. Negli ultimi cinque anni sono raddoppiati i turisti italiani che si recano in Georgia e cio’ ha indotto ad intensificare i collegamenti aerei. Altri voli per la Georgia partono da Milano Malpensa e da Roma Fiumicino per Kutaisi. Tanti sono i motivi per visitare la repubblica caucasica a partire dalla sua storia, i monumenti quali le torri medievali patrimonio dell’Unesco, le Grotte di Prometeo che sono fra le piu’ grandi del mondo, i piatti della cucina elogiati dal grande scrittore Aleksandr Pushkin e i vini fatti macerare in anfore dette qvevri usate soprattutto per le tipologie di vini bianchi che nelle anfore interrate fermentano assieme vinacce e mosto. Si possono visitare i resti della prima cantina che si dice risale a 4000 anni a.c. e fare interessanti tour enogastronomici.

Tanti i buoni motivi per fare una vacanza in Georgia.

Umberto Faedi

foto di Umberto Faedi

dall’alto:

Le Torri medioevali di Tblisi

Panorama di Tblisi

Vino rosso Georgiano

Vino Bianco Georgiano

Read Full Post »

Una domenica speciale davvero. Siamo a Marghera Vecchia al Barkala’ che Stefano ha intenzione di rinominare Aldreghetti con Amici speciali. Siamo comodamente sistemati nella Sala Venezia non ancora aperta ufficialmente e Stefano comincia a deliziarci con una Spuma o Crema di Baccala’ mantecato con foglia di Parmigiano Reggiano mescolato con cioccolato fondente abbinate a uno  Spritz preparato dalla Maestra Sommelier Maria Vianello. Sarde in Saor veramente divine con Saba originata da riduzione di Amarone di Valpolicella fatta da lui: le abbiniamo un Sauvignon Santa Caterina Collio Sauvignon Fantinel 12,5°. Intenso e profumato di fiori bianchi con un buon corpo. Seppie in nero profumatissime e delicatissime ci portano a un Risotto con Pane Carasau e Bottarga di Tonno gyarniti con Baccala’ abbinato a un Tocai Friulano Villa Danieli Friuli Colli Orientali DOC 13, 5° 2015.  Un inedito Mari e Monti con Peoci Verdi, connubio tra Cozza verde e Datteri di mare e Chiocciole in letto di sale iodato di Cervia. In marriage con un Pignoletto Modena Chiarli 1860 Spumante Secco 11,5°. Uno squisito Baccala’ alla Vicentina prosegue lo squisito pranzo che si conclude con un delizioso Tiramisu’ con Pan di Spagna, imbibito da Cointreau e birra Adelscott chiude questo magnifico pranzo. Ecco un Rum Brugal Gran Riserva Puerto Plata della Repubblica Dominicana. Un imprevisto sabrage fatto con bottiglie di Extra Dry Spumante Millesimato Ca’ Ernesto eseguito dai Maestri Sommeliers Sabreurs Maria Vianello e Umberto Faedi ha fatto da corollario alla trasferta che ripeteremo assai presto.

Umberto Faedi

 

Le foto di Umberto Faedi :

1.Tiramisù con Pan di Spagna, Cointreau, Adelscott e Pralina guarnito con foglia d’oro

2. Mari e monti con Peoci verdi ibridati con Datteri di mare e Chiocciole di mare su un letto di Sale iodato di Cervia

3. Le Seppie in nero

4. Le Sarde in Saor

5. Il tavolo per preparare piatti alla lampada

6. Lo Spritz preparato dalla Maestra Sommelier Maria Vianello

7. Particolare

8. La nuova insegna

 

http://nuovavenezia.gelocal.it/venezia/cronaca/2017/02/12/news/nasce-barkala-il-locale-del-baccala-1.14870590

Read Full Post »

L’appuntamento con i vini della Cantina Le Vie di Romans conclude la serie delle degustazioni gratuite prima dell’estate alla Enoteca La Cantina in Via Murri 105/D.

L’azienda si trova a Mariano del Friuli in provincia di Gorizia e ha da sempre improntato la sua filosofia ad  uno stretto connubio tra l’ambiente, l’uomo e le tecniche di viticoltura.

Iniziamo con Piere Sauvignon Blanc DOC Friuli Isonzo Rive Alte 2015 con 13,5″. Colore giallo dorato delicato, profumo tipico di salvia e di frutta e note di frutta tropicale. Molto intenso e persistente. Al palato risulta assai gradevole.

Segue Dolee Friulano 2015 con 13,50″, il già noto Tocai, sempre DOC Friuli Isonzo. Un bel colore giallo paglierino un po tenue. Note di fiori bianchi e frutta bianca con sfumature aromatiche. In bocca denota una marcata aromaticità e grande persistenza con finale di mandorla amara.

Grande carattere. Dis Cumieris Malvasia Istriana 2015 che porta 13″veramente particolare. Alla vista denota un bel colore giallo oro delicatissimo.

Profumi intensi di frutta bianca. Molto secco, persistente. Lo Chardonnay Vie Di Romans 2016 che dichiara 14,5″ conclude questa gradevolissima ed interessante tornata. Ha un particolare colore giallo oro e sentori di frutta bianca e fiori bianchi. Rivela al palato note di frutta secca.

Come gli altri persistente e di grande carattere. Nicola e il suo staff hanno accolto i fortunati ospiti con la solita cortesia e simpatia  Gli appuntamenti gratuiti di degustazione alla Enoteca La Cantina in Via Murri 105/D riprendono dopo l’Estate.

Umberto Faedi

Nicola Castellucci e il rappresentante della Cantina Le Vie di Romans

 

Read Full Post »

nella foto Umberto Faedi e Giulio Biasion

Maria Grazia Palmieri ideatrice di Gustacinema

La Settima Edizione di GustaCinema si è chiusa con la disfida tra gli allievi dell’IPPSAR Bartolomeo Scappi della sede di Casalecchio ValSamoggia e due chef amateurs. La rassegna nasce dalla idea di Maria Grazia Palmieri e l’edizione di quest’anno era dedicata a Sofia Loren, icona del cinena italiana e simbolo di Napoli e della sua cultura gastronomica.  Teatro della contesa la bella sala della Tenuta Santa Croce a Monteveglio.  Giorgio Chiarli e la sua famiglia hanno gradevolmente ospitato per l’ennesima volta gli chefs, la giuria e un folto numero di persone che dal tardo pomeriggio si sono accomodati ai tavoli per assistere alle preparazioni in diretta e successivamente degustarle. L’evento finale è stato preceduto da due appuntamenti. Il primo si è tenuto alla Pizzeria Regina Sofia in Via Clavature a Bologna. Circondati da splendide immagini della Loren la giuria ha assaggiato e votato le pizze ispirate ai films della divina Sofia preparate in diretta dai pizzaioli del locale. La seconda tappa si è svolta alla sede della Associazione Panificatori in Via Gnudi a Bologna. I fornai prescelti hanno preparato tipi di pane e cornetti con riferimenti ai film della grande Sofia. Gli allievi del professor Francesco Spaniscia hanno realizzato due antipasti: il primo era un uovo in camicia assai originale ed il secondo un uovo al pomodoro molto delicato. A seguire il professor Spaniscia ha preparato Paccheri ripieni di pomodoro, ricotta di pecora, mozzarella e pecorino romano. Gli chef amateurs Giovanna Tabanelli e Stefano Fini si sono cimentati in una disfida sugli Spaghetti alla Bolognese per ricordare l’Amico Piero Valdiserra. Lo Spaghetto d’Oro 2018 istituito in suo ricordo è stato attribuito ai disegnatori umoristici Zap & Ida. Presenti la compagna Simonetta, Giulio Biasion amico ed editore del libro scritto da Piero “Spaghetti alla Bolognese: l’altra faccia del tipico”, il sottoscritto ed altri amici Piero è stato con tutti noi. I due piatti di Spaghetti alla Bolognese sono stati rispettivamente il primo di Giovanna Tabanelli ispirato a “Una giornata particolare” con un ragù fatto senza maiale e a base di carne rossa, aglio, alloro, molta passata di pomodoro e vino. Molto delicati e gradevoli. Lo Spaghetto alla Bolognese proposto da Stefano Fini era ispirato al film “Ieri, oggi, domani” ed è stato condito con un ragu’ preparato con coppone, odori, passata di pomodoro, pancetta stesa e latte aggiunto alla fine. È risultato vincitore della disfida mentre i due allievi hanno avuto lo stesso punteggio.

Giorgio Chiarli ha abbinato le portate con la Cuvee Nettuno Brut Nature molto apprezzata da tutti.

Umberto Faedi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Read Full Post »

Older Posts »