Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Arte e Ambiente’ Category

La Carinzia è uno Stato federato della Repubblica d’Austria ed è quello situato più a sud dei nove stati della Osterreich Bundesland. La sua popolazione è di circa 560.000 abitanti e Klagenfurt ne è la capitale.

Si trova sul Worthersee e dista 60 kilometri dal confine con l’Italia. Altra città importante da un punto di vista dell’economia del Land è Villach. La parte delle Alpi Carniche confina con le province di Belluno in Veneto e di Udine in Friuli Venezia Giulia. Confina inoltre a sud con la Slovenia e a nord con il Salisburghese mentre ad ovest si fonde con il Tirolo Orientale. La Carinzia è molto conosciuta per la dolcezza del suo territorio ed i tanti laghi che la caratterizzano e il fiume principale che la percorre è la Drava. È caratterizzata da un clima essenzialmente continentale e le risorse principali della Carinzia sono il turismo, l’agricoltura, il settore forestale, l’elettronica e l’ingegneria.

Il turismo della Carinzia si è presentato a Bologna e ai Bolognesi al Caffè della Corte in Corte Isolani. E in questa occasione nella splendida galleria di Palazzo Isolani è stato allestito nei giorni successivi un grazioso Mercatino di Natale con i prodotti tipici carinziani. Il turismo è una parte molto importante dell’economia e in questo ambito l’associazione alberghiera Austria per l’italia Hotels, nata nel 1986 per incentivare l’afflusso degli Italiani verso la Carinzia vista la vicinanza territoriale, ha presentato tramite la Signora Barbara Klaus le offerte per la stagione invernale e quelle per tutto l’anno. Molti itinerari si possono ben percorrere con la motocicletta e tantissimi hotels sono pronti per accogliere i visitatori che si spostano con questo mezzo.

L’Agenzia Turistica Karnten Lust am Leben di Klagenfurt ha fornito materiale per incrementare la conoscenza della regione. Nel territorio della Carinzia ci sono molte aziende agricole che sono condotte tuttora in maniera familiare e offrono una vasta gamma di prodotti alimentari di eccellenza. Slow Food ha monitorato da alcuni anni il territorio e tramite Slow Food Alpe Adria ha istituito nelle Valli Galt e Lesach le basi per viaggi alla scoperta dei gusti alimentari attraverso il Convivio per riunire il valore delle cose buone e la loro tutela. Al termine della simpatica presentazione abbiamo degustato un delizioso speck e altri salumi assieme a un ottimo formaggio e un gustoso pane scuro.

Funghi, radicchio selvatico e sottaceti il tutto abbinato a una pregevole birra chiara e scura del Birrificio Loncium di Kotschach Mauthen hanno preceduto un gradevolissimo Vin Brule’ che ha ben suggellato l’incontro con la dolce Carinzia.

Umberto Faedi

 

Kaernten – Winter

Winter am Woertersee

Bad Kleinkirchheim Römerbad, Therme und Piste
Foto Copyright by Johannes Puch http://www.johannespuch.at

 

Annunci

Read Full Post »

 

 

 

scade il 30 dicembre 2017 / end on 30th December 2017
➜ 2.500 € di sostegno economico ➜ 500 € pocket money ➜ copertura dei costi di viaggio ➜ residenza artistica di 5 settimane ➜ accompagnamento curatoriale ➜ innesto nei processi creativi, culturali/paesaggistici/artistici, in corso ➜ QUADERNI DI IMAGONIRMIA, edizione cartacea bilingue ➜ Inoltre il Premio e l’esito della residenza artistica sono presentati pubblicamente attraverso un progetto complementare denominato IMAGONIRMIA IN TOUR

logo dell’Associazione IMAGONIRMIA di Elena Mantoni

è on line e scade il 30 dicembre 2017, la chiamata pubblica gratuita per la 3° edizione del Premio IMAGONIRMIA aperta a tutti gli artisti indipendentemente dalla propria nazionalità, senza restrizione di disciplina artistica e di età — is online and ends on 30th December 2017, the free application for the 3° edition of IMAGONIRMIA Award, opened to artists whatever their nationality, without restriction of artistic disciplines and no age limit.

Bando e allegati — Call and attachments : italiano english

In breve — In short : con il titolo spostamento variabile il premio IMAGONIRMIA assume l’idea di paesaggio pubblico e di giardino come bene in comune e a partire da qui intende intercettare l’interesse di quegli artisti il cui lavoro si relaziona con i luoghi minori, intesi come terreno di affettività civile in dialogo tanto con il radicamento quanto con lo spostamento. spostamento variabile chiama a idee-progetto capaci di prendere in esame percorsi e ambienti di confine tra mondo urbano e rurale nel territorio di Chiaravalle, la sua abbazia cistercense e la periferia sud di Milano, dove anche è possibile innestare le poetiche, le politiche e le pratiche del giardino nel suo portato reale e simbolico, generativo e rigenerativo — with the title spostamento variabile IMAGONIRMIA Award keeps in consideration idea of public landscape and garden as common good, and from here it intends to intercept the interest of artists whose work relates to the minor places, understood as the ground of civil affection in dialogue both with rootedness as with displacement. variable displacement calls proposals able to examine routes and border areas between urban and rural in the territory of Chiaravalle, its cistercian abbey and the southern suburbs of Milan, where it’s possible to engage the poetics, the policies and the practices of the garden in its real and symbolic, generative and regenerative results.

L’idea-progetto vincitrice si aggiudica — The selected proposal wins : residenza artistica di 5 settimane a Milano; accompagnamento curatoriale; sostegno economico di 2.500 euro per la realizzazione dell’idea; contributo viaggio + pocket money di 500 euro; l’innesto del progetto realizzato con il presente Bando, su processi creativi in atto; pubblicazione cartacea bilingue(Quaderni di Imagonirmia / viaindustriae publishing). Inoltre il Premio e l’esito della residenza artistica sono presentati pubblicamente attraverso un progetto complementare denominato IMAGONIRMIA IN TOUR — art residency of 5 weeks in Milano; curatorial accompaniment; economic contribution of 2.500 euros for the production; 500 euros as contribution for living + travel expenses; the engagement of the project realized with this Call, on the creative processes in progress; in Chiaravalle; printed publication, bilingual (Quaderni di Imagonirmia / viaindustriae publishing). In addition, the award, the result of the artistic residence and Quaderni, are publicly presented through a complementary project called IMAGONIRMIA IN TOUR.

info : ib.artproject@gmail.com

fotografia © Marco Caselli Nirmal

Read Full Post »

Nel settembre 2017 la Casa Museo “Pietro Ghizzardi” ha compiuto i suoi primi 25 anni di attività: per rendere accessibile ad un numero sempre maggiore di persone la collezione di opere dell’artista irregolare Pietro Ghizzardi (1906-1986) sabato 14 ottobre sarà aperta e visitabile gratuitamente  in occasione della 13° edizione della Giornata del Contemporaneo promossa da A.M.A.C.I. (Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani).

Le visite guidate permetteranno ai visitatori di scoprire l’universo creativo di Ghizzardi, attraverso la fruizione delle opere esposte (centinaia tra dipinti, disegni e incisioni, opere plastiche, manoscritti), ma anche mediante il contatto diretto con i suoi oggetti di uso quotidiano come gli attrezzi del mestiere accuratamente conservati, le vecchie scarpe rotte, la bicicletta usata negli anni ’50 per “pubblicizzare” i propri quadri appendendoli al manubrio, l’antica camera da letto dei primi del ‘900 della madre.

Un itinerario artistico ed intimo attraverso le testimonianze ancora vive e “parlanti” di un’esistenza semplice, radicata in un tempo che ormai pare lontanissimo, interamente rivolta all’arte e alla pittura.

Orari di partenza visite guidate di sabato 14 ottobre:

Mattino
ore 11.00

Pomeriggio
ore 16.00
ore 17.30

La durata della visita è di circa 1 ora e 15 minuti.

La prenotazione non è obbligatoria ma consigliata al 3405072384 o via mail all’indirizzoinfo@pietroghizzardi.com.

Casa Museo “Pietro Ghizzardi”
via De Rossi, 27/B
Boretto (RE)

 

Per celebrare il 50° anniversario della prima edizione del Premio dei Naïfs di Luzzara, lanciato da Cesare Zavattini il 31 dicembre 1967, la Collezione dei Naïfs di Luzzara sarà in mostra a Palazzo Bentivoglio, a Gualtieri (RE), dal 7 ottobre al 12 novembre.
Tra le opere in mostra ci sarà anche lo splendido “David” di Pietro Ghizzardi, che appartiene alla collezione luzzarese.
Pietro Ghizzardi sarà presente, per la terza edizione consecutiva, all’Outsider Art Fair 2017Parigi, grazie alla sinergia tra Rizomi Art Brut e la Casa Museo “Pietro Ghizzardi”.
La più grande fiera europea dedicata all’arte irregolare sarà ospitata come sempre all’Hotel Du Duc dal 19 al 22 ottobre.

Read Full Post »

COMUNICATO STAMPA

 

Dario Gambarin


PERFORMANCE DI LANDART

19.9.2017

 

“ONU”

 

 

Un gigantesco emblema dell’Onu, l’Organizzazione mondiale delle Nazioni Unite, con all’ interno il simbolo della pace. Si intitola “ONU” l’ultima opera di Land art realizzata dall’artista Dario Gambarin, noto nel mondo per i suoi grandi ritratti eseguiti sulla terra.  “Ho inserito al posto del simbolo delle Nazioni-spiega- il celeberrimo disegno che simboleggia la pace. L’obiettivo è  richiamare l’attenzione  su quello che è  – e deve essere – il ruolo di questa organizzazione: risolvere diplomaticamente le problematiche che stanno tenendo il mondo con il fiato sospeso, risistemando gli equilibri internazionali, in primis la questione della Nord Corea e del regime di Pyongyang,  per evitare che scoppino conflitti ai quali difficilmente si potrebbe porre rimedio.

Gambarin, da sempre attento alle problematiche politico-sociali, focalizza quindi stavolta la sua attenzione sul  confronto e dialogo con lo scopo di favorire la soluzione pacifica delle controversie internazionali, mantenere la pace e promuovere il rispetto per i diritti umani.

“Anche se il presidente degli Stati Uniti Donald Trump nel suo primo discorso al Palazzo di vetro si è scagliato contro la presunta cattiva gestione dell’Onu – conclude l’artista  – è solo a questa grande organizzazione che dobbiamo tutti guardare per una vera garanzia di pace”.

L’opera, che anticipa il 72esimo anniversario della fondazione dell’Onu, il prossimo 24 ottobre, è stata eseguita, a mano libera, con trattore ed aratro, su un terreno di 27.000 metri quadrati situato a Castagnaro, in provincia di Verona.

Per ulteriori informazioni

Foto e Video

Dario Gambarin

0039-333-8909901

dariogambarin@libero.it

Read Full Post »

Il Suygenta Photography Award è un concorso fotografico internazionale che si propone di attirare l’attenzione e di attirare il dibattito sulle più importanti sfide globali . L’edizione 2017 è dedicata a “Grow Conserve” la contrapposizione fra crescita e conservazione delle risorse…
I lavori della mostra hanno accompagnato i lavori del G7 Ambiente a Bologna, le immagini sono esposte a Casa Saraceni in V. Farini 14 a Bologna fino al 14 settembre. Ingresso libero. Aria condizionata , e così, come dice lo scrittore Danilo Masotti , ci si può andare spostandosi un momento dal refrigerato banco delle mozzarelle del supermercato

La mostra è a Casa Saraceni / Genus Bononiae in Via Farini, 15 è ad ingresso libero e dura fino al 14 settembre.

 

I fotografi in finale e successivamente premiati

Premio a Claudia Jguarribe

 

Syngenta Photography Award: Open Competition
Caption: Gaewern Slate Mine, abandoned in 1970
Category: General Category
Photographer: Robin Friend
Taken on: 19/8/2013
Email: robin.friend@network.rca.ac.uk
Address: 34 Kyverdale road, Flat 1, London, N16 7AH, United Kingdom
Telephone: +44 7737485169
Image caption: The picture is a warning and hopefully a deterrent. We must act to change societies ‘throw away’ attitude and recycle the minerals we have removed from the earth rather than discarding and dumping them in landfills never to be used again. Ironically all of the objects in this picture have been made from natural resources that have come from a mine. By recycling these objects we can minimize the negative environmental impacts of mining, save energy and ensure our mineral resources are sustained and secure for future generations to come.
The challenge of creating a photograph in complete darkness in a mine is a testing experience. Ropes, harnesses and inflatable dinghies are needed and very long exposures with the help of a hand held torch are used to make the final image
Location: Near Corris, Snowdonia.
Year taken: 2015

la foto è di Jan Mc Naught Davis (un selfie accanto ad una cava dove viene ripulito l’oro con bagni di mercurio)

 

“Filippine” fotografo Gulhelm Landry , un campo coltivato alle prime luci dell’alba altrimenti un  parassita  distruggerebbe le colture Gulhem Landry Filippine (da notare come può somigliare questa immagine ad un pittore come Telemaco Signorini) questa immagine parla di una aratura che sollevando zolle di terra in prima mattina attiva una particolare difesa naturale dei parassiti che infestano la coltivazione

 

 

Read Full Post »

Fino al 14 settembre a Bologna, a Casa Saraceni, Via Farini, 15 sarà visibile “Grow Conserve ” che espone i premi di Sygenta Photograpy Award, una mostra che ha accompagnato i lavori del G7 . Le foto vincitrici di Yan Wang Preston

 

 

 

Read Full Post »

“There are more young people than ever before, over 40 percent of the world’s population in Under 25.
Their future depends on the choices we make”
Il dato Sygenta (https://www.syngenta.it/)
Dice Ban Ki Moon (ex segretario delle Nazioni Unite)
“Il cambiamento climatico è intrinsecamente legato alla salute pubblica, alla sicurezza alimentare , all’acqua, alle migrazioni,alla pace e alla sicurezza…
Noi abbiamo la responsabilità di proteggere la fragile rete della vita su questa terra per questa generazione e per quelle che seguiranno”
La mostra che era stata concepita per i lavori del G/ è ancora visibile a Bologna, casa Saraceni, Via Farini, 15 ingresso libero. Fino al 14 settembre.

La foto che ha vinto uno dei premi Sygenta è di Mark Neville : http://www.markneville.com/

 

 

 

 

Read Full Post »

Older Posts »