Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘cittadinanza attiva’ Category

IL SOCCORSO SIAMO NOI

Tutto il bene che può fare una telefonata al 118

Un pomeriggio dedicato alle pratiche e alle memorie del Primo Soccorso

Sabato 17 novembre 2018

15.30/18.30

Centro Borgo

Via M. E. Lepido 184 – Bologna

EVENTO GRATUITO

Un evento promossa da

COOP ALLENZA 3.0

ideato da

ASSOCIAZIONE “CENTRO MUSICALE POCART”

in collaborazione con

ORDINE DELLE PROFESSIONI INFERMIERISTICHE DI BOLOGNA

CROCE ROSSA

PIANTIAMOLAMEMORIA

ASSOCIAZIONE FAMILIARI VITTIME 2 AGOSTO 1980

Dalle 15.30 alle 17.00 nell’area dell’ingresso principale, al piano terra, personale della Croce Rossa vi coinvolgerà in un percorso interattivo a carattere ludico/didattico ed educativo che, attraverso simulazioni e ricostruzioni, permette di rappresentare le varie realtà in cui l’infermiere opera. Il percorso sarà articolato in stazioni specifiche dove seguiranno dimostrazioni di rianimazione cardio-polmonare, medicazioni varie, corretta igiene delle mani, disostruzione delle vie respiratorie nei bambini/lattanti e adulti, dialisi, eccetera, organizzate da Infermieri di varie specialità, che daranno la possibilità ai bambini, e non solo a loro, di eseguire attività di gioco e/o sperimentare attività legate all’assistenza ed al primo soccorso.

Alle 17.30 al primo piano seguirà la proiezione pubblica di “PRIMO SOCCORSO”, documentario di Marco Coppola (durata: 63′). Saranno presenti il regista e alcuni dei testimoni protagonisti dei soccorsi del 2 agosto 1980. Tra le testimonianze raccolte nel documentario: Agide Melloni, autista del bus 37; la superstite Marina Gamberini e i suoi “angeli” (il medico Stefano Badiali e l’infermiera Cesarina); Marco Vigna, soccorritore e ideatore del 118.

Trailer del documentario:

Read Full Post »

 

In Galleria Gomma Bicromata a parlare di “Mafie sotto casa . Il gioco d’azzardo ” con  il gallerista Paolo Rippoliti e l’ANPI

il 26 ottobre alle 20,45 in Via Berzantina 12 a Castel Di Casio (dietro la Stazione di Porretta Terme)

Read Full Post »

Il nuovo spot di Alessandro Bergonzoni per la “Giornata nazionale dei risvegli per la ricerca sul coma – Vale la pena” (7 ottobre 2018) promossa dall’associazione di volontariato “Gli amici di Luca onlus”, patrocinato da Pubblicità Progresso, che giunge quest’anno al traguardo della ventesima edizione e celebra la quarta Giornata europea dei risvegli.
La manifestazione di informazione sul coma, lo stato vegetativo e le gravi cerebrolesioni acquisite torna ancora una volta per fare rete con varie città italiane ed altri paesi europei e per sensibilizzare sui bisogni delle persone uscite dal coma. Tra le numerose iniziative in programma,: la mostra che documenta venti anni di campagne sociali realizzate da Alessandro Bergonzoni storico e longevo testimonial, l’annullo filatelico dal lui realizzato “L’albero dei venti” (“Crescono ,gli anni )

Hanno ,per anno, radici e rami che continuano a nascere, anche solo per un soffio sull’ albero dei venti”,il debutto del nuovo spettacolo “Amleto i dardi dell’avversa fortuna” del gruppo teatrale “

Dopo…di Nuovo, Gli amici di Luca” formata da ragazzi usciti dal coma e dimessi dalla Casa dei Risvegli Luca De Nigris” la pubblicazione della ricerca “Un teatro necessario”,indagine sociale sull’impatto dei laboratori teatrali nelle situazioni di post coma” (in collaborazione con l’Università di Bologna), il seminario “Possibilità e limiti del ritorno alla guida dopo cerebro lesione acquisita”, la festa in piazza con il lancio dei palloncini con i messaggi per un risveglio. “Festeggiamo quest’anno i venti anni di una manifestazione che nacque nel 1998 proprio dopo la morte di Luca -, dice Fulvio De Nigris, direttore del Centro Studi per la Ricerca sul Coma e fondatore dell’associazione Gli amici di Luca con Maria Vaccari, presidente della onlus e mamma di Luca . “

Fin da subito Alessandro Bergonzoni si unì a noi per sostenerci,sul’onda di una grande solidarietà che coinvolse e coinvolge ancora la Nazionale Italiana Cantanti e tante personalità del mondo dello spettacolo e della società civile. Credo che Alessandro Bergonzoni sia il caso più longevo di un testimonial unito ad una causa sociale ed il suo impegno è testimoniato da una Mostra che verrà allestita nella sede del Comune di Bologna e raccoglie le campagne sociali realizzate in questi anni. Venti anni non sono pochi sia per impegno che costanza. Ancora una volta con questa nuova edizione della Giornata dei risvegli ribadiamo lo stile di vita delle persone con esiti di coma e stato vegetativo, persone che hanno percorsi di cura complessi non ancora standardizzati e per questo ancora a rischio di forte emarginazione. I punti di forza di questa nuova edizione della Giornata dei risvegli stanno nella ‘centralità dell’essere’ e nella prospettiva dell’avere: maggiori servizi, maggiori ricerche, maggiori attenzioni. Con la prospettiva di creare un’alleanza internazionale intorno alle persone in stato vegetativo o con esiti di coma a partire dal modello tutto italiano della Casa dei Risvegli Luca De Nigris dell’Azienda Usl di Bologna, nata nell’ottobre del 2004 dalla collaborazione con l’associazione Gli amici di Luca. Un centro di riabilitazione e ricerca, un progetto sostenuto e condiviso dal Comune di Bologna, rivolto a persone con esiti di coma e stato vegetativo e basato su una filosofia di cura che valorizza il ruolo della famiglia. “.

 

Read Full Post »

20ma giornata nazionale sul coma : una settimana di eventi
La conferenza stampa a Palazzo D’Accursio ha presentato i partner e le iniziative organizzate dell’associazione della casa dei Risvegli “Luca De Nigris” .
Una mostra delle campagne sociali di questi anni grazie a Alessandro Bergonzoni il testimonial attualmente in corso a Palazzo D’Accursio, Manica Lunga , ad ingresso libero

Martedì 2 ottobre al teatro arena di Fico alle 18 un seminario sugli “Stili di vita : fra recupero e salute dopo un danno cerebrale” che vede la presenza dell’USL con autorità fra cui Roberto Piperno Giorgio Cantelli Forti (ANA) e numero di altri protagonisti conduce il direttore della Casa dei Risvegli Luca De Nigris, Fulvio

Sempre il 2 ottobre alle 20,30 una cena “Bell’Italia” con la presidente dell’associazione della casa dei Risvegli “Luca De Nigris” la mamma di Luca, Maria Vaccari assieme al governatore del distretto Rotary Domenico Lo Bianco
Il 5 ottobre alla libreria Zanichelli verrà presentato un libro : “Un teatro necessario” alle 18 con Luca Zappi, l’autore , gli amici di Luca e Pina Lalli
Il 6 ottobre alle 21 all’Arena del Sole
Lo spettacolo “Amleto i dardi dell’avversa fortuna” ad ingresso libero

Il 7 ottobre dalle 9 alle 18 una camminata per la città con eventi e (te pareva) appuntamenti culinari

Il 10 ottobre un convegno su”possibilità e limiti del ritorno alla guida dopo cerebrolesione acquisita” Tel.0516494570 o patriziab@amicidiluca.it per partecipare

Alla conferenza stampa “essere o non essere” ha partecipato l’assessore Giuliano Barigazzi, Comune di Bologna, il testimonial Alessandro Bergonzoni di cui abbiamo visto lo spot che andrà in onda a breve , Maria Vaccari, Fulvio De Nigris, Rita Ghedini (presidente Lega Coop) Duccio Caccioni di Fico, Roberto Piperno Alessandra Cortesi coop per Luca Guido Ferrarini per il teatro Dehon.

Alcuni momenti della conferenza stampa con gli organizzatori : foto di Roberta Ricci

Read Full Post »

il 25 luglio nel Cortile d’onore di Palazzo D’Accursio ritrovarsi, come comunità attorno ad un tavolo e ad un piatto di pastasciutta è un gesto che riproduce quello di papà Cervi . Infatti, quando, quel 25 luglio 1943 papà Cervi apprese della destituzione del duce invito’ gli abitanti di Campegine ad un piatto di pastasciutta , un gesto fortemente simbolico che oggi si rinnova con Roberto Morgantini nel Cortile d’onore di Palazzo D’Accursio nel 75mo anniversario della caduta del fascismo.

L’assessore Alberto Aitini si augura che dovrà ripetersi con questo spirito fra gli appuntamenti istituzionali.

Nella foto in basso a destra Adelmo Cervi con la maglia rossa in occasione della visita del fratello di Che Guevara, Juan Martin .

Read Full Post »

Nello spiazzo antistantante al Memoriale della Shoah , raggiungibilissimo per chiunque lo voglia ammirare (accanto all’uscita di Via Carracci) magari aspettando una coincidenza ,  ha avuto luogo, nei giorni scorsi  la proiezione del film di Francesco Conversano e Nene Grignaffini “La linea gialla” , che è quel limite di transito disegnato sulla banchina ferroviaria e che parla della Strage del 2 agosto e di come sia sempre viva nella memoria della città il ricordo.
Ha introdotto Daniele De Paz ,  Presidente alla Comunità ebraica di Bologna che ha spiegato che il Memoriale della Shoah è stato il frutto di un concorso di oltre 280 progetti presentati grazie alla fattiva collaborazione della Regione Emilia Romagna.
Ha aggiunto il Presidente  De Paz che il Memoriale va aggiornato e vissuto permanentemente con iniziative per renderlo vivo e fruibile e con questo film si persegue questo obbiettivo.

Il film è stato preceduto da un intervento dell’on. Paolo Bolognesi grazie alla cui tenacia si continua a lottare chiedendo giustizia e verità per la strage del 2 agosto 1980.

L’on. Paolo Bolognesi ha invitato tutti alla manifestazione del 2 agosto alla Stazione di Bologna.

Davide Conte , assessore al Bilancio ha dimostrato la vicinanza dell’amministrazione comunale , Emilio Marrese che ha scritto il soggetto e la sceneggiatura del film ha condotto la presentazione .
Il film contiene anche dei filmini anni ’80 e associa il passato e il presente all’epoca della strage che ha causato la morte di 85 persone tramite una ballerina che accompagna la narrazione.
Chissà se la piccola Angela Fresu di 3 anni di cui non è mai stato trovato il corpicino avrebbe voluto essere una ballerina ?
(Come molte bimbe vorrebbero essere?) ed è in questa ipotesi che si intreccia la tra ma del film.
L’on. Paolo Bolognesi si è dichiarato soddisfatto per l’azione congiunta della nuova collaborazione fra Corte d’Assise di Bologna e diplomati e studenti del master in analisi chimiche e tossicologiche dell’Università di Bologna auspicando di ottenere nuovi risultati con i moderni strumenti di diagnostica .

Permane l’invito il 2 agosto dobbiamo esserci alle 10,25 alla Stazione di Bologna.

Read Full Post »

 

 

Si intitola La buona banca. La lezione di Raffaele Mattioli il libro della giornalista e saggista Fulvia Sisti, pubblicato in ottobre da Historica Edizioni e già a novembre al 22° posto nella graduatoria IBS dei best seller di economia e finanza.
Un saggio singolare con incursioni nella storia e nel pensiero filosofico-finanziario del ‘900, che cerca di spiegare le attuali criticità dell’economia analizzando vicende salienti del passato.
“È possibile la buona banca, la banca dei cittadini? Sì, è possibile, dipende dagli uomini”. Queste parole di Maurizio Mattioli, richiamate nel libro, accompagnano l’autrice e i lettori alla riscoperta del pensiero del padre Raffaele Mattioli, l’uomo che salvò dal fallimento la Comit (una delle più importanti banche d’Italia e d’Europa), definito dai francesi “il più grande banchiere dopo Lorenzo il Magnifico”.

Dopo i guasti della finanza derivata e della banca concepita come impresa speculativa, il pensiero di Raffaele Mattioli risulta di estrema attualità. Forse, come lui sostiene, “la banca deve tornare nelle sue funzioni originarie di raccolta del risparmio e di accesso al credito per singoli individui e famiglie”. Non a caso, il saggio affronta pure il tema, oggi tanto dibattuto e oggetto di proposte parlamentari, della separazione fra banca commerciale e banca finanziaria.
La buona banca è una sorta di viaggio attraverso la complessa alchimia della finanza moderna raccontato con un linguaggio semplice, rivolto non solo agli addetti ai lavori ma a tutti, soprattutto ai giovani. Dalla narrazione emergono anche la vita privata di Raffaele Mattioli (con testimonianze inedite), il suo impegno etico e culturale (di cui ne è esempio la promozione e il finanziamento delle più importanti librerie e biblioteche italiane e francesi), la sua lotta all’antisemitismo.
Centotrenta pagine per stimolare “coloro che fanno banca” a riflettere sulla “sana finanza”. In appendice al libro, la storia dell’Archivio Storico di Intesa Sanpaolo, dalla fondazione ai nostri giorni. Un patrimonio documentario imponentissimo da cui emergono pratiche antiche e moderne di affari industriali e commerciali dall’Italia verso il mondo.

Fulvia Sisti è presidente dell’Associazione “Olindo Malagodi”, impegnata a promuovere iniziative sull’economia e l’informazione. Giornalista Rai dal 1980 al 2015, è stata responsabile della rubrica “Impresa e Lavoro” del Tg Regionale Emilia-Romagna in continuo rapporto con Tg1 Economia e Tg2. Per la Rai ha curato anche il settimanale televisivo di cronaca, politica e spettacolo “Il Rubricone”. Il suo documentario I circoli di qualità è conservato all’Archivio Storio del Mondo del Lavoro di Roma. Nel 1989 ha fatto parte della Commissione regionale di controllo del servizio radiotelevisivo. È stata premiata a Ravenna con il “Guidarello d’Oro” per il giornalismo d’autore nel 2005 e ha pubblicato, fra gli altri, il libro Il Valore dell’impresa: uomini e donne che fanno scuola nel mondo (Minerva, 2012).

Read Full Post »

Older Posts »