Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Arte e Cultura’ Category

Il 9 aprile al Centro San Domenico a Bologna c’è uno spettacolo su Maria di Magdala di Paola Gatta .
La storia :
“Nel corso dei secoli sulla figura di Maria Maddalena si è tramandata una grande ambiguità.
Alcune tradizioni l’accostano a Maria di Betania, sorella di Marta e Lazzaro, all’innominata peccatrice a cui «molto è stato perdonato perché molto ha amato» (Luca 7, 36-50) e all’ossessa miracolata da Gesù (Luca 8, 1-13), che lo seguì e assistette con le altre donne fino alla crocifissione ed ebbe il privilegio di vederlo risorto.
A tal proposito, con l’espressione “questione delle tre Marie”, la critica denomina il problema dell’identità delle tre donne che compaiono nei testi evangelici.”…
A Bologna a Santa Maria della Vita c’è il “Compianto del Cristo Morto” di Nicolò Dell’Arca e le tre Marie sono apertamente descritte nel loro lutto terribile e disperato (naturalmente le figure evocano l’umanità) .
Ma c’è anche un grande progetto del fotografo Nino Migliori che osservando “Il compianto di Cristo morto” , alla maniera di Brassai si accosta alle tre figure con la luce della candela speriementando la visione originale dell’Opera all’epoca delal visione dei nostri antenati quando la luce elettrica e irradiante non c’era.

 

Read Full Post »

Il comunicato stampa

Rehang
Dal 3 marzo 2019

Per la prima volta dall’apertura al pubblico della Collezione Maramotti nell’ottobre del 2007dieci sale del secondo piano dell’esposizione permanente saranno riallestite per accogliere alcuni dei progetti presentati nei primi dieci anni di apertura: Enoc Perez (2008), Gert & Uwe Tobias (2009), Jacob Kassay (2010), Krištof Kintera (2017), Jules de Balincourt(2012), Alessandro Pessoli (2011), Evgeny Antufiev (2013), Thomas Scheibitz (2011),Chantal Joffe (2014), Alessandra Ariatti (2014).
Questa serie di esposizioni personali offre una panoramica, seppur parziale, sul work in progress portato avanti dalla Collezione attraverso l’invito ad artisti italiani e internazionali – in un momento particolare nello sviluppo della loro ricerca – a realizzare un nuovo corpus di opere da presentare al pubblico e che, successivamente, sono entrate a far parte del patrimonio.
Il percorso si snoda attraverso progetti diversi, in cui il costante interesse per l’evoluzione del linguaggio pittorico si accompagna a un’attenzione per nuove forme espressive e a un’interrogazione sullo statuto dell’opera d’arte, sempre con una forte tensione verso il futuro, una pre-visione attraverso cui coglierne le tracce.

Rehang: Archives
3 marzo – 28 luglio 2019

Rehang offre l’occasione per presentare al pubblico una mostra temporanea, a piano terra, con documenti, libri, opere e oggetti custoditi negli Archivi e nella Biblioteca d’Arte della Collezione, luoghi vivi di conoscenza e approfondimento.
Nel suo svolgersi variegato e naturalmente non esaustivo, la mostra mette in dialogo questi materiali con alcuni lavori presenti negli spazi della collezione permanente, restituendo la vitalità del processo di creazione delle opere d’arte e le connessioni permeabili tra i diversi nuclei di raccolte della Collezione.
All’interno della ricca documentazione bibliografica e archivistica sono stati selezionati alcuni esempi stimolanti, senza finalità critico-filologiche, ma con l’obbiettivo di offrire una visione più ampia e articolata dell’opera. Libri d’artista, cataloghi, lettere, bozzetti, fotografie, video e altri materiali diventano le tessere di una storia legata alla creazione artistica.
Dieci gli artisti dei progetti presentati: Claudio Parmiggiani, Peter Halley, Barry X Ball, Giulio Paolini, Vito Acconci, Jason Dodge, Enzo Cucchi, Evgeny Antufiev, Gert & Uwe Tobias, Krištof Kintera.

Informazioni e Orari :Come fin dalla sua apertura, la visita alla collezione permanente è su prenotazione, accompagnata, gratuita e riservata a un massimo di 25 visitatori per volta.
Le visite iniziano nei seguenti orari: giovedì e venerdì ore 15.00; sabato e domenica ore 10.30 e ore 15.00.
Per prenotazioni: www.collezionemaramotti.org/it/prenotazione-online
oppure tel. +39 0522 382484

Per visitare la mostra temporanea d’Archivio non occorre la prenotazione.
Giovedì e venerdì 14.30-18.30
Sabato e domenica 10.30-18.30

Giorni di chiusura: 25 aprile, 1° maggio, dall’1 al 25 agosto, 1° novembre, 25 e 26 dicembre.
Ingresso gratuito.

Ufficio stampa
Rhiannon Pickles – Pickles PR
Tel. +31 (0)6158 21202
rhiannon@picklespr.com

Collezione Maramotti
Via Fratelli Cervi 66, Reggio Emilia
Tel. +39 0522 382484
info@collezionemaramotti.org
collezionemaramotti.org

 

Read Full Post »

 

 

“Il Genio della Donna. Donne e arte in Europa dal Medioevo al Novecento”, il ciclo di conferenze dedicate alle donne artiste curato dalle professoresse Vera Fortunati e Irene Graziani, propone un nuovo e interessante calendario di appuntamenti fino a maggio 2019. Il progetto, promosso e organizzato dalla Città metropolitana in collaborazione con il Dipartimento delle Arti dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, intende divulgare gli esiti dei più recenti studi emersi in Italia e all’estero sul ruolo della donna nella storia dell’arte.

Dal Medioevo al Novecento il ruolo della donna a Bologna è stato particolarmente significativo sia nel campo delle arti figurative che in quelli della letteratura e delle scienze.

 

giovedì 28 febbraio
Valeria Rubbi
Donne al potere, costruttrici d’architettura nell’età moderna

giovedì 7 marzo
Nicoletta Barberini
Il mondo del bastone: una realtà anche femminile

 

 

 

Read Full Post »

 

La Macchina Link
Ritratti 1997
di Carlotta Ruggieri

“I ritratti presentati sono stati eseguiti nel 1997, periodo in cui il centro culturale Link Project era ormai pienamente avviato e ricco di iniziative diverse, più o meno strutturate, ma tutte estremamente interessanti. Alcune magnificamente libere e fantasiose.
I soggetti ritratti,sono le persone che animavano il Link in quel periodo di tempo, che ogni giorno hanno contribuito a renderlo un luogo di cultura e di aggregazione.
La cosa che mi ha affascinato di questa grande struttura erano le sue diverse anime che in qualche avventuroso modo riuscivano a convivere e anche, in certi casi, a collaborare. Questo lavoro nasce dalla curiosità e dalla gratitudine verso queste persone che hanno contribuito a far vivere e crescere questa grande avventura”.
Carlotta Ruggieri

Carlotta Ruggieri, nata a Bologna nel 1967, dove vive e lavora, ha conseguito il diploma triennale di fotografia presso il C.F.P. Riccardo Bauer di Milano e si è specializzata in fotografia di interni e design presso lo studio Miro Zagnoli, Milano.
carlottaruggieri.blogspot.com

Mostra Fotografica nell’ambito di ART CITY Segnala 2019 in occasione di ArteFiera.

Officina Fotografica Shado, Via San Donato 66/19, Bologna.
Come raggiungerci: Arrivando dai viali e lasciando Porta San Donato alle spalle, superato il ponte, siamo in una stradina in discesa sulla sinistra dopo il civico 66/13, in una ex officina.
BUS n 20,fermata Mercato San Donato

Read Full Post »

VIAGGIO PRIMO: AUGEO LEGGE PINOCCHIO
Augeo Art Space legge Pinocchio dal 5 al 13 gennaio 2019
Arte, cultura, musica cinema e teatro nella grande “prima” dedicata a Pinocchio
Rimini – C’era una volta Pinocchio. Il miracolo letterario tra satira e paradossi, allegoria della società moderna che ha come protagonista il burattino più celebre del pianeta, si materializza in un grande evento scritto e ideato da Sergio Antolini, fondatore di Augeo Art Space, luogo dedicato all’arte e alla cultura in Palazzo Spina antica e nobile dimora nel cuore di Rimini.
Il celebre racconto di Carlo Collodi rappresenta il primo atto di “Viaggio Primo”, kermesse culturale che mette in relazione le opere realizzate da artisti emergenti con tre romanzi della letteratura favolistica, epica e di fantascienza uniti dal tema del viaggio: quello della vita con Pinocchio, della fantasia con Capitan Nemo e infine il memorabile viaggio nell’ignoto con l’Odissea.
A ogni quadrimestre corrisponde una un romanzo e una mostra contaminati dalla musica, dalla danza e dal cinema. Favole, quadrimestre…cultura…termini che invocano la scuola…”Viaggio Primo” è dedicato a Primo Antolini, imprenditore molto stimato del territorio recentemente scomparso, maestro elementare, fondatore dell’azienda Paglierani di Poggio Torriana e padre di Sergio, “regista” del progetto.
Il CINQUE GENNAIO 2019 Sipario su Augeo che diventa (fino al 13 gennaio) nobile palcoscenico con una mostra dedicata a Pinocchio dell’artista toscano Federico Santini curata dal professor Marco Baldassari. Nei nobili spazi di Palazzo Spina, sette opere uniche su supporti di legno, metallo, vetro e tela, una scultura, un presepe metropolitano. In esposizione anche due installazioni: Una realizzata con venticinque disegni che narrano le vicende del burattino per mano degli alunni di seconda B della scuola elementare Margherita Zoebeli di Santa Giustina di Rimini.

Una del giovane Lorenzo Durante, “Geppetto Millenian” con le “balene” realizzate con i “doni del mare”. Parte integrante del progetto, un esclusivo cofanetto, un’opera d’arte che custodisce sette litografie delle opere di Santini in edizione numerata da uno a novantanove e un libro illustrato dai bambini, scritto a mano a opera d’arte da Concetta Ferrario, su testi di Sergio Antolini.

DOMENICA SEI GENNAIO appuntamento durante la mattinata al cinema Fulgor per la visione alle 10.30 del grande classico di Walt Disney, festeggiando Pinocchio e l’Epifania. L’ingresso è su prenotazione, costa 5 euro ed è completamente devoluto per “La casa di Simone” progetto coordinato da Stefano Vitali della Papa Giovanni XXXIII per Condivisione fra i Popoli. “Viaggio Primo” segna la partenza di “Amici di Augeo”. Una grande “squadra” per la raccolta fondi a favore della costruzione di una casa famiglia a Nairobi, luogo nevralgico per l’integrazione e la crescita dei bambini di strada. Prenotazione biglietti aperta dal 27 al 29 dicembre presso il cinema Fulgor dalle 18 alle 21 o chiamando il 0541. 709545.

LUNEDÌ SETTE GENNAIO Augeo Art Space, apre a cinquanta alunni delle classi seconde della scuola primaria Margherita Zoebeli guidati dall’artista Santini che terminerà un’opera volutamente incompiuta coinvolgendo nella pittura i piccoli visitatori. Sarà proiettato e raccontato da Stefano Vitali, il video “La casa di Simone”.
DOMENICA 13 GENNAIO Grande finissage. Augeo muta in un grande teatro virtuale. La musica è il secondo senso, dopo la vista, a equilibrare il percorso; è l’orchestra dell’associazione culturale Gan Eden con il maestro Karsten Braghittoni a intonare le note che rievocano l’amato burattino in un concerto straordinario coreografato magistralmente da Claudio Gasparotto con la partecipazione del Collettivo Movimento Centrale Danza &Teatro. Ingresso esclusivamente a invito.
Il lieto fine di questa meravigliosa favola è un arrivederci alla primavera con il secondo atto dedicato all’Odissea. In autunno poi, sarà la volta della grande avventura con “Ventimila leghe sotto i mari”.

Amici di Augeo è un grande progetto con fini umanitari. Gli amici di Augeo sono i conoscenti, i visitatori o semplicemente i passanti, i cittadini che assieme ad Augeo vogliono fare squadra con chi da Rimini è partito con il desiderio di realizzare i sogni dei bambini che avevano smesso di sognare. Proprio come aveva sognato Don Oreste Benzi, prete riminese, che ha fondato una Comunità che oggi è in quarantadue paesi nel mondo. Per questo, Amici di Augeo si pone l’obiettivo di raccogliere i fondi per la costruzione di una casa famiglia dell’Associazione Papa Giovanni XXXIII a Nairobi, una casa che deve diventare un luogo nevralgico e di grande importanza per l’integrazione e la crescita dei bambini di strada.

LA CASA DI SIMONE. La casa di Simone accoglie oggi ventidue bambini e ragazzi di strada nella periferia di Nairobi, ai margini della baraccopoli di Soweto, garantendo a loro il sostegno alimentare, scolastico e sanitario. Sostiene inoltre altri venti ragazzi iscritti alle scuole secondarie e a corsi professionali attraverso il pagamento delle tasse scolastiche e del materiale didattico. La casa, costruita interamente in legno, non ha più i requisiti necessari per garantire la sicurezza di chi la vive e quindi è necessario costruirne una nuova in tempi brevi. Una casa che diventerà rifugio sicuro e speranza di futuro per i tanti, troppi bambini costretti a vivere tra le insidie della strada.

VIAGGIO PRIMO: PINOCCHIO con il Patrocinio del Comune di Rimini

Maria Luisa Lu Bertolini per Augeo ufficiostampa@lexicom.it 348.7119621 –

Augeo corso d’Augusto 217 Rimini –

www.augeo.it

Nei mesi scorsi, in occasione delle proiezioni della Cineteca “Sotto le stelle del Cinema” ha avuto luogo l’anticipazione di Matteo Garrone che dirigerà un film su Pinocchio. Le riprese dovrebbero essere iniziate in novembre, Roberto Benigni sarà mastro Geppetto.

Roberto Benigni torna al cinema per interpretare Geppetto in PINOCCHIO, il nuovo film scritto e diretto da Matteo Garrone.

Il film, una coproduzione internazionale Italia/Francia, è prodotto da Archimede con Rai Cinema e Le Pacte, in associazione con Recorded Picture Company. Le vendite internazionali sono curate da HanWay Films. Il film sarà distribuito in Italia da 01 Distribution e in Francia da Le Pacte.

«Girare finalmente Pinocchio e dirigere Roberto Benigni sono due sogni che si avverano in un solo film – dichiara Matteo Garrone –. Con il burattino di Collodi ci “inseguiamo” da quando – bambino – disegnavo i miei primi “storyboard”. Poi, negli anni, ho sempre sentito in quella storia qualcosa di familiare. Come se il mondo di Pinocchio fosse penetrato nel mio immaginario, tanto che in molti hanno ritrovato nei miei film tracce delle sue Avventure. Anche con Benigni è stato un “inseguimento” iniziato molto tempo fa: l’ho conosciuto da bambino, grazie a mio padre (il critico teatrale Nico Garrone, tra i primi a scrivere di Benigni ai suoi esordi, ndr). Avere finalmente l’opportunità di lavorare insieme è per me un’occasione straordinaria: Pinocchio sarà un film per tutta la famiglia, grandi e piccoli, e nessuno come Roberto – che ha divertito e commosso milioni di spettatori in tutto il mondo – riesce a emozionare il pubblico di ogni età. Lo ringrazio per la fiducia che mi ha dimostrato accettando di condividere con me questa nuova, spericolata avventura».

Read Full Post »

 Maurizio Osti , eclettico artista bolognese e vincitore del premio Marconi ospite alla Biblioteca Nazionale Braidense con

Libro Oggetto

Most High – Lord pensieri sull’Arte 1995

presente alla Biblioteca Nazionale Braidense

3° Festival Internazionale del libro d’artista e di design,
con la partecipazione di Emilio Isgrò, Ugo e Lucio La Pietra, William Xserra e più di 250 libri provenienti da tutto il mondo

——–

BIBLIOTECA NAZIONALE BRAIDENSE – INAUGURAZIONE 7 novembre ORE 17.00
Via Brera 28, Milano
M2 LANZA | M3 TURATI | M3 MONTENAPOLEONE
lunedì – venerdì: 8.30 – 18.15
sabato: 9.00 – 13.45
domenica chiuso

Il festival prosegue fino al 7 dicembre 2018

INGRESSO LIBERO

MEDIATECA SANTA TERESA – INAUGURAZIONE 15 novembre ORE 17.00
Via della Moscova 28, Milano
M2 MOSCOVA | M2 TURATI | M2-M5 GARIBALDI
lunedì, mercoledì, venerdì: 9,30 – 13,30
martedì, giovedì: 9,30 – 18,10
sabato e domenica chiuso

Il festival prosegue fino al 7 dicembre 2018

INGRESSO LIBERO

Read Full Post »

FEDERICO ZERI IN TV

Mercoledì 21 novembre, ore 18.00
«Io sono il re dei quadri»
introduce Andrea Bacchi

DAMSLab /Auditorium
piazzetta Pier Paolo Pasolini 5/b
Bologna

Ingresso libero

CONVERSAZIONI SU FEDERICO ZERI

Giovedì 22 novembre, ore 17.30
L’affaire Marescalco
Mauro Lucco

Fondazione Federico Zeri
piazzetta Giorgio Morandi 2
Bologna

Ingresso libero

Comunicazione
Marta Forlai
Fondazione Federico Zeri
piazzetta Giorgio Morandi 2
40125 Bologna
tel. +39 051 2097 486
fondazionezeri.info@unibo.it
http://www.fondazionezeri.unibo.it

Read Full Post »

Older Posts »