Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Arte e Folklore’ Category

Nella giornata dedicata a Sant’Antonio Abate  si ricorda la civiltà contadina che ci ha generato .
Il fotografo Pier Paolo Zani di Savignano sul Rubicone , che spesso espone in occasione di Si fest , ha bellissime immagini che rievocano il nostro comune passato . Purtroppo i cataloghi non si trovano, bisogna andare a consultarli in Biblioteca a Savignano.
Sant’Antonio Abate era invocato per la salute degli animali da cui si dipendeva, Rò e Bunì erano i due buoi, conduttori del carro che sollevava i contadini dalla fatica, e bisogna avere la psicologia di capire chi andava a destra e chi a sinistra per favorire la marcia.
Un portfolio di meravigliose fotografie è dedicato agli ornamenti degli animali, che si mettevano alla festa di sant’Antonio , giorno di benedizione e di affari per la vendita del bestiame, le famose coperte stampate .
A Sant’Arcangelo di Romagna c’è ancora il mangano, che serviva per stamparle.

 

 

 

Il mangano che serviva per ornare le coperte (foto tratta da internet)

L’intervista al fotografo Pier Paolo Zani

Read Full Post »

Per una giornata alla riscoperta dei luoghi della Regione Emilia Romagna, un Museo diffuso, come dice il Presidente della Regione, aprirà la Casa Museo di Pietro Ghizzardi , vincitore del Premio Campiello 1977 con “Mi richordo anchora” paragonato ad un Rabelais padano dal prof. Alberto Bertoni . La visita è organizzata dalla stessa Casa Museo il 9 dicembre alle 17 . Dobbiamo questa ricca mappatura del territorio e dei personaggi che lo abitano alla ricerca del Festival della fotografia europea di Reggio Emilia che esalta il “poema dei lunatici ” come dice poeta e scrittore Ermanno Cavazzoni , luoghi e persone ricchi di segni e sogni ( citando il fotografo Paolo Simonazzi) .

VOCI ALTRE [Casa Museo aperta]
sabato 8 dicembre
domenica 9 dicembre
dalle 10:00 alle 13:00 ➡ visite guidate

sabato 8 dicembre
ore 16:30
IL RE DEL PO SI RACCONTA

Il Re del Po, il borettese Alberto Manotti, si racconta e ci narra la sua avventura di “architetto visionario”, artefice della sorprendente nave Jolanda, “ormeggiata” sulla sponda reggiana del Grande Fiume, in prossimità del Ponte di Viadana: un autentico monumento site-specific di land art irregolare, in fieri da oltre 10 anni, costruito con i legni portati a riva dal Po.
Un’opera babelica e sognante, sulla scia delle cattedrali visionarie di Ferdinand Cheval (Palais Idéal, Hauterives, Francia), Raymond Isidore (Maison Picassiette, Chartres, Francia), Filippo Bentivegna (Castello Incantato, Sciacca),  scaturita dalla mente e dalle mani di un uomo speciale.

Ǝᴚ⊥˥∀ VOCI [incontri]
Incontri con artisti ed autori del presente, che con sguardo laterale, “irregolare” e personalissimo raccontano il nostro tempo e rileggono i classici con parole e segni nuovi.
domenica 9 dicembre, ore 17:00
Roberto Abbiati presenta “Moby Dick o la Balena. Romanzo a disegni” (Keller, 2017)

Di più: https://mailchi.mp/1784bc7bd1c1/il-re-del-po-roberto-abbiati-moby-dick-week-end-visionario-alla-casa-museo-pietro-ghizzardi-2928393?fbclid=IwAR0jvMfQx9i8TGjs05M51sNM5RuOM8jna4L1CTecf7lL3DsffrKvjP1ggaw

Alcune immagini della Casa Museo di Pietro Ghizzardi


 

Read Full Post »

La rassegna dei  burattini di Bologna estate  giunge  quest’anno alla  ottava edizione con l’eredità artistica lasciata da Wolfango  di cui si sono scoperti bozzetti e disegni inediti   di burattini poi realizzati artigianalmente  da Riccardo Pazzaglia, che, aiutato da Alighiera Peretti Poggi figlia e curatrice dell’opera di Wolfango, ha realizzato  l’Amleto che verrà presentato al Cortile d’onore di Palazzo D’Accursio, domenica 2 e martedì 4 settembre alle 21 ,  il 30 giugno alle 21 Bologna è invitata alla prima rappresentazione di Bologna Estate dei Burattini con un saluto del cantautore Luca carboni , gli spettacoli dei burattini saranno : “Parata di stelle ” e “Le due Mercedes”  Assieme ad altri eventi  ci sarà  la partecipazione del Gruppo Ocarinistico Budriese il 30 agosto  alle 21  per le celebrazioni dell’anno rossiniano con il “barbiere di Siviglia” a 150 dalla scomparsa del grande Maestro.

Una conferenza stampa molto interessante e ricca di stimoli , che  con all’assessore alla Cultura del Comune di Bologna Matteo Lepore che vede coinvolto   il cantautore Luca Carboni come  padrino ufficiale della manifestazione.

Nella conferenza stampa il direttore artistico Riccardo Pazzaglia  ha spiegato l’articolazione della manifestazione che prevede una rassegna di spettacoli, incontri, performance, conferenze e laboratori per i più piccini, una conferenza sulle burattinaie di Milena Fantuzzi e la possibilità di  seguire gli spettacoli e le iniziative anche in inglese  per gli ospiti e i turisti , traducendo il momento estivo delle vacanze e delle visite in un momento coinvolgente  entusiasmante e formativo  anche per i bimbi ospiti a Bologna con lo spettacolo antico e sempre nuovo dei burattini.

L’attore Vittorio Franceschi, che impersona l’Amleto realizzato in forma burattinesca ha raccontato che si vergognava di dire agli amici, quand’era adolescente, che aveva passato i pomeriggi della domenica a vedere i burattini . uno spettacolo che lo ha profondamente formato fino ad arrivare -oggi-  alla sua professione di attore.

Oltre a Riccardo Pazzaglia ha partecipato alla conferenza stampa l’assessore alla Cultura del Comune di Bologna Matteo Lepore, il prof. Vittorio Franceschi che riesce a fare vibrare in  un burattino i complessi  sentimenti che agitano l’Amleto , c’erano Milena Fantuzzi e Alighiera Peretti Poggi , figlia e curatrice dell’opera di Wolfango.

La conferenza stampa a Palazzo D’Accursio sotto “Il cassetto di Wolfango”

 

 

Read Full Post »

Qualche anno fa, per mistic media, Wolfango fece una conferenza sulle sue figurine del presepio , avvicinandosi alle feste natalizie è bello riascoltarlo, la tradizione del presepio bolognese.

Accanto a Wolfango P. Giovanni Bertuzzi OP direttore del Centro San Domenico

 

Read Full Post »

La Carinzia è uno Stato federato della Repubblica d’Austria ed è quello situato più a sud dei nove stati della Osterreich Bundesland. La sua popolazione è di circa 560.000 abitanti e Klagenfurt ne è la capitale.

Si trova sul Worthersee e dista 60 kilometri dal confine con l’Italia. Altra città importante da un punto di vista dell’economia del Land è Villach. La parte delle Alpi Carniche confina con le province di Belluno in Veneto e di Udine in Friuli Venezia Giulia. Confina inoltre a sud con la Slovenia e a nord con il Salisburghese mentre ad ovest si fonde con il Tirolo Orientale. La Carinzia è molto conosciuta per la dolcezza del suo territorio ed i tanti laghi che la caratterizzano e il fiume principale che la percorre è la Drava. È caratterizzata da un clima essenzialmente continentale e le risorse principali della Carinzia sono il turismo, l’agricoltura, il settore forestale, l’elettronica e l’ingegneria.

Il turismo della Carinzia si è presentato a Bologna e ai Bolognesi al Caffè della Corte in Corte Isolani. E in questa occasione nella splendida galleria di Palazzo Isolani è stato allestito nei giorni successivi un grazioso Mercatino di Natale con i prodotti tipici carinziani. Il turismo è una parte molto importante dell’economia e in questo ambito l’associazione alberghiera Austria per l’italia Hotels, nata nel 1986 per incentivare l’afflusso degli Italiani verso la Carinzia vista la vicinanza territoriale, ha presentato tramite la Signora Barbara Klaus le offerte per la stagione invernale e quelle per tutto l’anno. Molti itinerari si possono ben percorrere con la motocicletta e tantissimi hotels sono pronti per accogliere i visitatori che si spostano con questo mezzo.

L’Agenzia Turistica Karnten Lust am Leben di Klagenfurt ha fornito materiale per incrementare la conoscenza della regione. Nel territorio della Carinzia ci sono molte aziende agricole che sono condotte tuttora in maniera familiare e offrono una vasta gamma di prodotti alimentari di eccellenza. Slow Food ha monitorato da alcuni anni il territorio e tramite Slow Food Alpe Adria ha istituito nelle Valli Galt e Lesach le basi per viaggi alla scoperta dei gusti alimentari attraverso il Convivio per riunire il valore delle cose buone e la loro tutela. Al termine della simpatica presentazione abbiamo degustato un delizioso speck e altri salumi assieme a un ottimo formaggio e un gustoso pane scuro.

Funghi, radicchio selvatico e sottaceti il tutto abbinato a una pregevole birra chiara e scura del Birrificio Loncium di Kotschach Mauthen hanno preceduto un gradevolissimo Vin Brule’ che ha ben suggellato l’incontro con la dolce Carinzia.

Umberto Faedi

 

Kaernten – Winter

Winter am Woertersee

Bad Kleinkirchheim Römerbad, Therme und Piste
Foto Copyright by Johannes Puch http://www.johannespuch.at

 

Read Full Post »

Nel settembre 2017 la Casa Museo “Pietro Ghizzardi” ha compiuto i suoi primi 25 anni di attività: per rendere accessibile ad un numero sempre maggiore di persone la collezione di opere dell’artista irregolare Pietro Ghizzardi (1906-1986) sabato 14 ottobre sarà aperta e visitabile gratuitamente  in occasione della 13° edizione della Giornata del Contemporaneo promossa da A.M.A.C.I. (Associazione Musei d’Arte Contemporanea Italiani).

Le visite guidate permetteranno ai visitatori di scoprire l’universo creativo di Ghizzardi, attraverso la fruizione delle opere esposte (centinaia tra dipinti, disegni e incisioni, opere plastiche, manoscritti), ma anche mediante il contatto diretto con i suoi oggetti di uso quotidiano come gli attrezzi del mestiere accuratamente conservati, le vecchie scarpe rotte, la bicicletta usata negli anni ’50 per “pubblicizzare” i propri quadri appendendoli al manubrio, l’antica camera da letto dei primi del ‘900 della madre.

Un itinerario artistico ed intimo attraverso le testimonianze ancora vive e “parlanti” di un’esistenza semplice, radicata in un tempo che ormai pare lontanissimo, interamente rivolta all’arte e alla pittura.

Orari di partenza visite guidate di sabato 14 ottobre:

Mattino
ore 11.00

Pomeriggio
ore 16.00
ore 17.30

La durata della visita è di circa 1 ora e 15 minuti.

La prenotazione non è obbligatoria ma consigliata al 3405072384 o via mail all’indirizzoinfo@pietroghizzardi.com.

Casa Museo “Pietro Ghizzardi”
via De Rossi, 27/B
Boretto (RE)

 

Per celebrare il 50° anniversario della prima edizione del Premio dei Naïfs di Luzzara, lanciato da Cesare Zavattini il 31 dicembre 1967, la Collezione dei Naïfs di Luzzara sarà in mostra a Palazzo Bentivoglio, a Gualtieri (RE), dal 7 ottobre al 12 novembre.
Tra le opere in mostra ci sarà anche lo splendido “David” di Pietro Ghizzardi, che appartiene alla collezione luzzarese.
Pietro Ghizzardi sarà presente, per la terza edizione consecutiva, all’Outsider Art Fair 2017Parigi, grazie alla sinergia tra Rizomi Art Brut e la Casa Museo “Pietro Ghizzardi”.
La più grande fiera europea dedicata all’arte irregolare sarà ospitata come sempre all’Hotel Du Duc dal 19 al 22 ottobre.

Read Full Post »

Passando per la via Emilia  strada storica che narra una lunga tradizione  ci si domanda cosa e’ rimasto della civiltà contadina e delle tradizioni popolari visto che si susseguono il verde i campi e le colture fra le varie città che si toccano passando.
Così a #Savignanodsfest la  mostra di un fotografo, Pier Paolo Zani, che ha dato una risposta, tutta fotografica  alla storia ,agli antichi costumi, il ciclo delle lavandaie sul fiume Uso e il loro modo di lavare, stendere e piegare la biancheria dopo averla lavata e il rapporto uomini-animali nell’agricoltura, un rapporto talmente intenso che la stamperia su tela di Gambettola per le grandi occasioni ha delle decorazioni su tela apposta per i buoi, con Sant’Antonio a salvaguardia della loro salute . Le immagini sono in un catalogo visibili alla biblioteca di Savignano sul Rubicone. Le lavandaie nel fiume Uso.

foto di Pier Paolo Zani

 

 

 

Read Full Post »

Older Posts »