Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Performances’ Category

TALK CON L’ARTISTA: LAMBERTO PIGNOTTI
Modera Renato Barilli
con Silvia Grandi e Pasquale Fameli

Centro La Soffitta
in collaborazione con
DAMSLab

24GEN 2020

/LA SOFFITTA

dalle 21:00 alle 23:00 – DAMSLab/Auditorium (piazzetta P. P. Pasolini 5b, Bologna)

Nell’ambito di ART CITY Bologna

Ingresso gratuito fino a esaurimento dei posti

evento trasmesso in live streaming

È il decimo incontro della serie volta a celebrare i protagonisti delle Settimane internazionali della performance che si svolsero a Bologna dal 1977 al 1982. Pignotti è noto soprattutto come principale inventore della cosiddetta Poesia visiva, in cui il materiale verbale viene posto in stretto contatto con immagini, per lo più estratte dai mass media, da stampe e rotocalchi, per cui il fenomeno è sempre stato visto in stretta congiunzione con la Pop Art, che si era imposta a metà degli anni ’60. Infatti la Poesia visiva di Pignotti ha costituito uno degli aspetti di punta in cui si è distinto il fiorentino Gruppo 70, sorto però proprio alcuni anni prima, e in sostanziale corrispondenza col Gruppo 63. Alla produzione in gran parte cartacea, Pignotti ha sempre accompagnato un’attività di carattere performativo, inserendo il materiale verbale in situazioni dinamiche, in movimento, con caratteri quasi rituali, come quello di ingurgitare proprio le parole, quasi fossero ostie consacrate, o comunque cibi di cui nutrirsi, portando così quel genere di operazioni a confluire nella cosiddetta Eat Art, uno dei tanti episodi ed esperimenti di quella stagione vivacissima, piena di fermenti, di cui del resto Pignotti ha continuato a essere protagonista in forme sempre rinnovate e sorprendenti. Come è nella natura di questi incontri, l’artista sarà intervistato da Renato Barilli, nel ruolo di conduttore, sulla scorta di una ricca campionatura di immagini, sia ferme che in movimento, capaci di fornire una esauriente documentazione di una carriera sempre varia e imprevedibile. Silvia Grandi e Pasquale Fameli collaborano allo svolgimento dell’evento.

Read Full Post »

Ha avuto luogo, nei giorni scorsi, alle Stanze Caffè un luogo suggestivo in Via Delle Moline una performance di Dario Gambarin che , ispirato dalla musica de “I solisti di san Valentino”

eseguiva un suo dipinto .

Read Full Post »

 

“TI FACCIO NERO” nella Notte Bianca
Sabato 2 Febbraio 2019 ore 21, Teatro dell’Accademia di Belle Arti di Bologna,
Via Belle Arti 54, nell’ambito di ART CITY/ABABO/WHITE NIGHT 2019.
Ingresso libero.

Con TI FACCIO NERO Stefano Scheda prosegue la linea più sociale della sua ultima produzione e ci porta su un palcoscenico disadorno, limbo nella penombra, dove l’oggetto si fa protagonista e portatore di tensione su uno dei temi oggi più
problematici, trattato però con una soluzione volutamente lontana dalla retorica: l’Indifferenza si fa protagonista nel cortocircuito della Differenza.
Questa immersione emozionale avverrà in un rituale quasi sacro, che necessita della pazienza e della fatica del pellegrino visitatore.
Si chiede ai partecipanti di mettersi ordinatamente in fila indiana, lungo il percorso segnato, per arrivare all’agognata destinazione.
L’atto unico inizierà alle ore 21.00 e proseguirà indicativamente sino alle ore 22.30, acquisendo significato in una comune collaborazione e condivisione del partecipante/ fruitore/creatore.

Alla fine del percorso verrà consegnata una busta lasciapassare, contenente una cartolina firmata dall’autore, una sorta di passaporto dono/perdono, da aprire successivamente ad una determinata ora, quale spostamento temporale e collettivo
posticipato dell’opera.
Al termine dell’azione l’oggetto trasformato rimarrà esposto per tutta la durata della White Night.

Il lavoro è sviluppato con la collaborazione degli allievi di Stefano Scheda – Corso
“Decorazione Arte Ambiente – Strategia dell’Invenzione”, insieme a Enrico Aceti,
Francesco Benedetti, Farid Rahimi, Marcello Morresi, Franco Savignano, nell’ambito
di “Marradi Campana Infesta” (http://www.marradicampanainfesta.it/), rassegna
giunta oramai alla VI edizione e che quest’anno ha come tema (in)differenza.

INFORMAZIONI
http://www.ababo.it
mail: tifaccionero2019@gmail.com
cell:347 6424866 / 346 6900611

 

Read Full Post »

Nel libro di Federica Muzzarelli, docente di storia della Moda, Università di Bologna, sede di Rimini,la docente affronta il profilo di : Dodici fotografe a confronto ognuna un capitolo che ci fa ripercorrere la loro storia artistica e fotografica.: “Le dispute attorno all’esistenza di un’artisticità  ‹al femminile›, e al suo stato di necessità ideologica, oggi appaiono certamente datate e anacronistiche. All’orizzonte non si vedono più barriere di genere da abbattere. Viviamo anzi una situazione artistica in cui è sotto agli occhi di tutti il fenomeno contrario, e cioè che sono le donne artiste che quasi surclassano i colleghi uomini in fatto di attenzione del mercato e della critica (…). (…) Solo nel momento in cui strumenti come cinema e fotografia hanno consentito di mantenere e conservare il corpo e l’azione, l’arte ne ha finalmente sfruttato appieno le affascinanti potenzialità di recupero della realtà Nel volume si parla di Julia Margaret Cameron, Madame Yevonde, Lady Clementina Hawarden, Hannah Cullwick, Virginia Oldoini, Contessa di Castiglione Anne Brigman, Alice Austen, Claude Cahun, Gertrud Arndt, Hannah Hőch, Tina Modotti, Leni Riefenstahl. Il volume è tra i più interessanti testi che sono stati realizzati negli ultimi decenni, se non l’unico sul lavoro di donna e fotografa e sulla bellezza di ciò che da loro è stato realizzato.

Giunge a sorpresa l’affermazione di una performer ante-litteram della Contessa Di Castiglione , Virginia Oldoini, che attraverso il suo inserimento in società sedusse l’imperatore Napoleone francese  III , una specie di Mata Hari all’italiana. La Contessa di Castiglione concorre a pieno titolo nelle performer.

Virginia Oldoini Verasis nasce a Firenze il 22 marzo 1837 dalla Marchesa Isabella Lamporecchi – figlia della ballerina Luisa Chiari – e dal Marchese Filippo Oldoini di La Spezia.
Entrò giovinetta alle Orsoline per una crisi mistica ma il suo ritiro durò poco. Giunta all’adolescenza era intelligente, di carattere brillante, bellissima e di gusti raffinatissimi.
All’età di diciassette anni la bella Virginia va in sposa al Conte Francesco Verasis Asinari di Costigliole d’Asti e Castiglione Tinella, di dodici anni più anziano di lei. Il matrimonio, che lei prevede noiosissimo, segna un punto di svolta: trasferitasi a Torino nel palazzo dei Castiglione che fiancheggia la residenza di Cavour, ella compie un mirabolante ingresso alla vita di corte di Vittorio Emanuele II.
La sua bellezza risalta anche grazie all’inimitabile gusto per gli abiti originali e audaci. La sua eleganza, sempre ricercata fin nei dettagli, costosissima, e il suo charme conquistano tutti, inizialmente senza distinzione di sesso. Non c’è ricevimento né evento mondano al quale non venga invitata per il suo fascino e il suo spirito. Iniziano i dissapori coniugali: Virginia è troppo bella e soprattutto troppo indipendente, e concede i suoi favori a molte persone importanti, tra cui entrambi i fratelli Doria, il banchiere Rotschild, l’imperatore dei francesi, Cavour, Costantino Nigra, ambasciatore in Francia e lo stesso Vittorio Emanuele II…
Presto la situazione diventa insostenibile e, anche per salvarsi dall’ingente mole di debiti contratti dalla moglie, il marito chiede la separazione.
Dalla breve unione nacque un figlio, Giorgio, che morirà a 24 anni per malattia. Storicamente siamo in pieno Risorgimento italiano, precisamente tra la prima e la seconda guerra per l’indipendenza. Il Piemonte sconfitto dagli Austriaci nel 1849, si sta preparando per la rivincita. Il compito viene affidato a Cavour, primo ministro di Vittorio Emanuele II: lo statista crede che per riuscire nella difficile impresa al Piemonte sia necessario procurarsi un alleato potente come la Francia di Napoleone III. Cavour invia a Parigi un suo fedelissimo, Costantino Nigra, per spianare la strada alle trattative ma, riconoscendo le doti della cugina, considerate la sua intraprendenza e ambizione e l’indiscutibile fascino, le propone una “missione” a Parigi con il compito di favorire l’alleanza fra Napoleone III e il Piemonte. «Cerca di riuscire, cara cugina, con il mezzo che più vi sembrerà adatto, ma riuscite!».

http://www.enciclopediadelledonne.it/biografie/virginia-oldoini-verasis/

castiglione castiglione

Virginia Oldoini, Countess Verasis of Castiglione (1837-1899). Ca. 1865.

Virginia Oldoini, Countess Verasis of Castiglione (1837-1899). Ca. 1865.

un-intenso-primo-piano-di-doris-duranti-in-la-contessa-castiglione

la contessa Castiglione rappresentata al cinema Doris Duranti

mix-contessa-castiglione-1978

Read Full Post »

Performance Musico Pittorica
“La morte della Costituzione Italiana”=

“The death of the Italian Constitution”

Dario Gambarin – Pittore Performer e Direttore Musicale

Ensemble “I Solisti di San Valentino”
Direttori Artistici: Giuseppe Donnici e Antonio Laganà

Organico:

Violini
Antonio Laganà
Davide Greco
Matteo Colombo
Gabriele Vincenzi

Viola
Giuseppe Donnici

Violoncelli
Igor Macrì

Massimo Masotti

Flauto
Luca Canattieri

Programma
A.Corelli – Concerto Grosso Op 6 n 1
A.Vivaldi – Concerto per Archi “Alla Rustica” RV 150
W.A.Mozart – Divertimento per archi K 136
W.A.Mozart – Dal Requiem K 626 Introitus e Kyrie

DARIO GAMBARIN ARTISTA PERFORMANCE ALLE STANZE

Dario Gambarin : Performance alle Stanze

DARIO GAMBARIN ARTISTA PERFORMANCE ALLE STANZE

Dario Gambarin : Performance alle Stanze

DARIO GAMBARIN ARTISTA PERFORMANCE ALLE STANZE

Dario Gambarin : Performance alle Stanze

DARIO GAMBARIN ARTISTA PERFORMANCE ALLE STANZE

Dario Gambarin : Performance alle Stanze

DARIO GAMBARIN ARTISTA PERFORMANCE ALLE STANZE

Dario Gambarin : Performance alle Stanze

DARIO GAMBARIN ARTISTA PERFORMANCE ALLE STANZE

Dario Gambarin : Performance alle Stanze

DARIO GAMBARIN ARTISTA PERFORMANCE ALLE STANZE

Dario Gambarin : Performance alle Stanze

DARIO GAMBARIN ARTISTA PERFORMANCE ALLE STANZE

Dario Gambarin : Performance alle Stanze

DARIO GAMBARIN ARTISTA PERFORMANCE ALLE STANZE

Dario Gambarin : Performance alle Stanze

DARIO GAMBARIN ARTISTA PERFORMANCE ALLE STANZE

Dario Gambarin : Performance alle Stanze

 

 

Read Full Post »

Older Posts »