Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for gennaio 2017

Mercoledì 1 febbraio al Cinema Teatro Galliera in Via Matteotti, 27 a Bologna alle ore 21

La scelta di Leone , il film dedicato a Leone Ginzburg di Florence Mauro (2016) presente oltre alla regista, Carlo Ginzburg

Torino, 1923. Al Liceo D’Azeglio di Torino un gruppo di diciassettenni si forma intorno all’insegnamento dei maestri dell’antifascismo,Augusto Monti e Umberto Cosmo, tra loro spicca il giovanissimo Leone Ginzburg, ognuno dei ragazzi di questo gruppo lotterà contro il fascismo.

http://www.raistoria.rai.it/articoli/la-scelta-di-leone/35612/default.aspx

 

Read Full Post »

004_inverno-1993-pastelli-su-tavola

Inverno di Wolfango

001_primavera-1993-pastelli-su-tavola

Primavera di Wolfango

002_estate-1993-pastelli-su-tavola

Estate di Wolfango

003_autunno-1993-pastelli-su-tavola

Autunno di Wolfango

Le opere riprodotte nascono dalla richiesta di un committente che voleva fare affrescare i soffitti della sua casa da Wolfango, lui propose questa soluzione, più articolata, delle quattro stagioni dipinte, poi collocate in alto. Le opere sono state appena esposte a Palazzo D’Accursio e denominate dalla curatrice, Alighiera Peretti Poggi, figlia di Wolfango : Le quattro stagioni : concerto per frutta e verdura, un richiamo alla pittura che confluisce con la sua ritmicità nella musicalità. A pochi giorni dalla scomparsa del grande pittore Wolfango Peretti Poggi, ha avuto luogo la proiezione del film del regista Teo De Luigi “Wolfango : una lunga fedeltà” un film sulla sua biografia, le sue Opere e come le trame della città di Bologna si sono venute ad accostare nella vita dei cittadini alla pittura di Wolfango. Fautore di un’Arte allo stato puro, nemmeno iperrealista perchè avvicinandosi alle Opere se ne coglie la trama uno scavo nel profondo  della materia pittorica .

teo_01 teo_02 teo_03

Read Full Post »

La Dr.Dixie jazz Band, giunta al 65mo anno della sua Fondazione dedica un concerto a Bologna, intanto fervono i preparativi in cantina anche per registrare un album che precederà il concerto che si pensa di organizzare a maggio.

Il gruppo, che augura un buon 2017 è così composto :

Franco Franchini pianoforte

Stefano Donvito chitarra basso

Checco Coniglio tromba

Andrea Zucchi Sax baritono

Luca Soddu sax tenore

Andrea Scorzoni Sax Soprano

Umberto Genovese batteria

Read Full Post »

breaking-through-6-2015-mixed-media-200-x-225-cm-2

 

ContiniArtUK annuncia l’esclusiva esposizione delle opere d’arte di OMAR HASSAN presso il Royal Carlton Hotel, a Bologna. Venerdì 27 Gennaio, dalle ore 18:30 alle 22, l’artista accoglierà gli ospiti al cocktail del vernissage, mentre la mostra proseguirà per l’intera settimana, in concomitanza con l’annuale appuntamento di Arte Fiera.

Omar Hassan in mostra al Royal Carlton Hotel
L’opera sarà esposta, per tutta la durata di Arte Fiera, presso lo stand di ContiniArteUK (dal 27 al 30 Gennaio, Stand A83, Padiglione 25), mentre presso il Royal Carlton Hotel sarà possibile ammirare la nuova collezione di scarpe FANGA. Hassan ha recentemente conquistato la ribalta del panorama artistico grazie al suo modo inaspettato ed unico di creare l’Arte: intinge dapprima i guantoni in diverse vernici colorate, e poi boxa direttamente sulla tela.“

Potrebbe interessarti: http://www.bolognatoday.it/eventi/omar-hassan-royal-carlton.html

Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/BolognaToday/163655073691021

Read Full Post »

Ha avuto luogo, alla Camera dei Deputati  Francesco Guccini  in anteprima nazionale, il film documentario di Francesco Conversano e Nene Grignaffini ‘Son morto che ero bambino’.
Il film, prodotto da Movie Movie, sarà trasmesso da Rai Storia il 27 gennaio alle ore 21.

Siamo andati ad Auschwitz e abbiamo visto il famoso cancello, ‘Arbeit macht frei’, che è curiosamente piccolo, visto nei documentari sembra grandissimo, sembra enorme, ma è piccolo, è stretto ed è questa scritta “Il lavoro rende liberi”, un cachinno irrisorio e violento e disgustoso per questa gente che arrivava e pensava di andare a lavorare. […]
E’ allucinante, veramente un viaggio a Birkenau e ad Auschwitz non si dimentica, non si può dimenticare. E penso con stupore ma anche con grande dolore ai negazionisti, a quelli che non credono a questa cosa, penso con stupore ma anche con dolore a chi ancora sostiene queste assurde teorie, penso con stupore, con meraviglia e con dolore a chi fa ancora razzismo, xenofobia.
D’altra parte l’uomo è un animale curioso, è fatto così… […]”
(Francesco Guccini – 23 gennaio 2017 – Roma – Aula gruppi parlamentari della Camera)

 “Son morto che ero bambino” – I treni della memoria ad Auschwitz
Presso l’Aula dei Gruppi parlamentari della Camera si è svolto l’evento “Son morto che ero bambino” – I treni della memoria ad Auschwitz. L’appuntamento si inserisce all’interno delle celebrazioni del Giorno della Memoria che ricorre il 27 gennaio.
All’incontro, organizzato dai deputati Sandra Zampa e Walter Verini, ha portato il saluto la Presidente della Camera Laura Boldrini. Sono intervenuti Ruth Dureghello, Presidente della Comunità ebraica di Roma, Monsignor Matteo Maria Zuppi, vescovo di Bologna, Raffaella Zuccari, insegnante Istituto Comprensivo “S. D’Acquisto” di Gaggio Montano (Bo), Francesco Guccini, Walter Veltroni, Sami Modiano testimone della Shoah sopravvissuto al campo di sterminio di Auschwitz.
Al termine dell’iniziativa la proiezione, in anteprima nazionale, il film documentario di Francesco Conversano e Nene Grignaffini ‘Son morto che ero bambino’ – Francesco Guccini va ad Auschwitz, narrazione del viaggio ad Auschwitz della seconda B della scuola secondaria di primo grado Istituto comprensivo “S. D’Acquisto” di Gaggio Montano.
Il film, prodotto da Movie Movie, sarà trasmesso da Rai Storia il 27 gennaio alle ore 21.

http://webtv.camera.it/evento/10470  l’intervento alla Camera dei Deputati

 

guccini

Cover del film “Son morto che ero bambino ” di Nene Grignaffini e Francesco Conversano

Read Full Post »

dal prof.Roberto Pinto

Un incontro per chi non conosce Carla Lonzi, critica d’arte e femminista, e per chi vuole approfondire il suo percorso artistico

Presentazione del volume Un margine che sfugge. Carla Lonzi e l’arte in Italia 1955-1970

MAMbo – Sala Conferenze
sabato 28 gennaio 2017
h 11.00

Sabato 28 gennaio 2017 alle h 11.00 Roberto Pinto e Maria Antonietta Trasforini presentano al MAMbo il libro di Laura Iamurri Un margine che sfugge. Carla Lonzi e l’arte in Italia 1955-1970 (Quodlibet). Introduce Uliana Zanetti, alla presenza dell’autrice. Carla Lonzi, storica dell’arte e femminista, è stata una delle figure centrali della cultura italiana del dopoguerra. Il libro presenta per la prima volta una ricostruzione integrale della sua attività nella storia e nella critica d’arte, dalla formazione con Roberto Longhi alla pubblicazione del fondamentale volume Autoritratto (1969) e ai successivi rari interventi, fino alla fondazione di Rivolta Femminile nel 1970. Basato su documenti inediti e su un vasto corpus di testi a stampa, il libro mostra l’itinerario che ha portato Lonzi a scrivere sui principali snodi dell’arte contemporanea e ad accompagnare la rivoluzione dei linguaggi artistici degli anni Sessanta con una reinvenzione totale della critica d’arte attraverso un uso non convenzionale del registratore: le sue conversazioni con gli artisti (tra gli altri Accardi, Fabro, Paolini, Fontana, Castellani, Consagra, Kounellis, Pascali, Rotella, Scarpitta, Turcato) hanno inaugurato un modo inedito di fare critica, e insieme hanno contribuito all’elaborazione iniziale del femminismo.

Ingresso alla presentazione: libero.
L’incontro fa parte della la quinta edizione di ART CITY Bologna.

vai-pure carla_lonzi1 libri_lonzi_hegel

 

Read Full Post »

INVITO

in Movimento di Andrea Benetti  a cura di Ilaria Schipani
dal 26 /29.01.2017
Inaugurazione ore 18:00 del 27.01.2017
Sabato dalle 10:00 alle 00:30 ex Ospedale dei Bastardini
Via Massimo D’Azeglio, 41- 40123 – Bologna

in-movimento

Read Full Post »

Older Posts »