Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Grafica e pubblicità’ Category

In occasione del Capodanno i Musei di Rimini sono rimasti sempre aperti e si sono potute ammirare delle raccolte . In particolare la mostra di Gruau

Renato Zavagli Ricciardelli delle Caminate, figlio del conte Alessandro Zavagli Ricciardelli delle Caminate e della nobile parigina Marie de Gruau de la Chesnaie, visse a Rimini fino all’età di 7 anni, quando i suoi genitori si separarono. Il divorzio ufficiale dei genitori fu seguito con grande scalpore dalla stampa, soprattutto perché Marie de Gruau si affidò ad uno degli avvocati più conosciuti a quel tempo che anziché aiutarla si prese gioco di lei e riuscì a sottrarle la maggior parte dei suoi beni[1]. Affidato alla madre, la sua vita fu scandita in base alle stagioni da trascorrere ognuna in un luogo diverso: estate a Rimini, autunno a Milano, inverno tra Montecarlo e Parigi. Renato nutriva un forte attaccamento per la madre, che lo assecondava nelle sue passioni artistiche, a differenza del padre che preferiva per lui una carriera diplomatica. Tra il 1920 e il 1921 il giovane Renato, spronato dalla madre, fu allievo del pittore riminese Gino Ravaioli, primo e unico suo insegnante di disegno pittorico, con il quale imparò le basi del disegno e coltivò il suo talento.

A partire dal 1923, Renato si trasferì a Milano dove cominciò quasi subito a fare del suo talento artistico il suo lavoro, volendo aiutare economicamente la madre. Grazie alle conoscenze di Marie de Gruau, iniziò a lavorare come illustratore di moda per la rivista Lidel. Nei circa dieci anni trascorsi a Milano, l’artista divenne sempre più famoso, ampliando le sue conoscenze e collaborazioni con il mondo della moda. Renato si occupava di disegnare i figurini dei modelli delle varie case di moda, da pubblicare poi sulle riviste del settore. Oltre all’abbigliamento si occupava anche di arredamento e novelle. È tra il 1924 e il 1926 che Renato incominciò ad apporre la firma René Gruau alle sue opere, prendendo quindi il cognome della madre. https://it.wikipedia.org/wiki/Ren%C3%A9_Gruau

La collaborazione con riviste parigine di moda durante il periodo fascista e durante le guerra nulla toglie alla sua attività in senso moderno con segni che rimandano a Toulouse Lautrec, al modo giapponese di concepire lo spazio con sintetici segni.

locandina-del-la-dolce-vita

la locandina de La dolce vita rimase una episodica collaborazione di Gruau al cinema

art_gruau_black_hat gruau-girl gruau_02 gruau_03 gruau_07 gruau_08 gruau-09-rid gruau33 image_gruau_02 rene-gruau-40i9 rene-gruau-opera rene-gruau-portraits-of-men-book-cover rene-gruau-untitled-image-via-theartoffashionbychristinawordpresscom

 

Annunci

Read Full Post »