Feeds:
Articoli
Commenti

 

La Regione Emilia Romagna ,per la Giornata della Memoria 2019 ,ha pubblicato un libro di Lucio Pardo :”Barbarie sotto le due torri” , che raccoglie testimonianze e aggiornamenti su Bologna durante la persecuzione ebraica. Il libro precedente era di Nazario Sauro Onofri “Ebrei e fascismo a Bologna” , una bibliografia indispensabile per chi si volesse aggiornare sul periodo . Le principali autorità cittadine hanno aderito alla presentazione che avverrà in Sinagoga a Bologna il 28 gennaio.

 

 

Mercoledì 23 gennaio 2019, ore 15.00

Attività dell’Aula didattica

Come molti di voi avranno già visto nel libretto dedicato all’offerta didattica 2018-19 (scaricabile qui), dal 26 gennaio al 10 marzo il MEB ospiterà la mostra della Fondazione Museo della Shoah di Roma 1938, LA STORIA a cura di Marcello Pezzetti e Sara Berger.

Si tratta di una mostra divulgativa, pensata in un’ottica didattica per raccontare cosa succede a un Paese quando l’antisemitismo, e più in generale il razzismo, diventa norma e i diritti civili delle persone vengono calpestati.

La mostra inaugurerà sabato 26 gennaio alle 18.30, al termine di shabbath, ma mercoledì 23 gennaio alle ore 15, Francesca Panozzo illustrerà, in anteprima, la mostra durante una visita guidata gratuita riservata ai docenti.

Se siete interessati, scrivete a mailto: storiaememorialab@gmail.com.

E’ inoltre già possibile prenotare le visite guidate per le vostre classi scrivendo a mailto:didattica@museoebraicobo.it.

 

Lunedì 28 e mercoledì 30 gennaio 2019 alle ore 9.00 verranno invece proiettati al cinema Lumiere di via Azzo Gardino, 65 due film pensati dalla Cineteca di Bologna in occasione della Giornata della Memoria 2019.

Si tratta di Un sacchetto di biglie di Christian Duguay (Francia 2017, 110′) consigliato per le scuole secondarie di primo grado e di 1945 di Ferenc Török (Ungheria 2017, 91′) consigliato per le scuole secondarie di secondo grado.

I film verranno contestualizzati e discussi con gli studenti.

Le scuole possono prenotare scrivendo a mailto:schermielavagne@comune.bologna.it oppure telefonando ai numeri 051 2195329 | 2194830.

Costo del biglietto 4.00 € a studente.

 

_________________________________________________________________________________

ULTIMI GIORNI per visitare la mostra Grand Tour. Viaggio nell’Italia Ebraica che rimarrà aperta fino a domenica 13 gennaio 2019

Riprendono le ormai tradizionali matinée domenicali al cinema Lumière di Bologna (colazione del forno Brisa inclusa) in Via Azzo Gardino, 65 a Bologna  con la seconda edizione della rassegna dedicata alle migliori opere prime e seconde italiane dell’anno appena trascorso. Una selezione di film poco visti in sala o del tutto invisibili che, nella loro varietà di generi, storie e stili, ci dà il segno della vitalità dei nuovi autori del nostro cinema. La rassegna ci accompagnerà fino alla prossima edizione del festival Visioni Italiane, al via il 27 febbraio.

Ingresso con colazione: € 6,50 INTERO; € 5,50 RIDOTTO

DOMENICA 13 GENNAIO
Sulla mia pelle (Italia/2018) di Alessio Cremonini (100’)ù

DOMENICA 20 GENNAIO
EUFORIA (Italia/2018) di Valeria Golino (115’)

DOMENICA 27 GENNAIO
LA TERRA DELL’ABBASTANZA (Italia/2018) di Damiano e Fabio D’Innocenzo (95’)

DOMENICA 3 FEBBRAIO
UN GIORNO ALL’IMPROVVISO (Italia/2018) di Ciro D’Emilio (88’)

DOMENICA 10 FEBBRAIO
CI VUOLE UN FISICO (Italia/2018) di Alessandro Tamburini (80’)

DOMENICA 17 FEBBRAIO
OVUNQUE PROTEGGIMI (Italia/2018) di Bonifacio Angius (94’)

DOMENICA 24 FEBBRAIO
IL RAGAZZO PIÙ FELICE DEL MONDO (Italia/2018) di Gipi (90’)

DOMENICA 3 MARZO
Evento speciale durante Visioni Italiane
LAZZARO FELICE (Italia/2018) di Alice Rohrwacher (130’)

 

 

Domenica 13 gennaio 2019 – ore 16,30 – Teatro Auditorium di Molinella (Bologna)

I Muffins in
IN FONDO AL MAR
Spettacolo per tutta la famiglia con le canzoni del film Disney
Family Musical

Ariel è una sirena dallo spirito libero che sogna di entrare a far parte del mondo degli umani.
Dopo essersi innamorata a prima vista del principe Eric, stringe coraggiosamente un patto con Ursula, una subdola strega del mare, che le dona un paio di gambe in cambio della sua voce.
Così Ariel si imbarca nell’avventura che cambierà per sempre la sua vita, con i simpaticissimi Flounder e Sebastian al suo fianco.
E voi siete pronti a fare un tuffo in fondo al mar?
Quest’anno per la stagione pomeridiana riservata ai bambini e ragazzi, il Teatro Auditorium di Molinella ha deciso di avvalersi della collaborazione del gruppo de  I MUFFINS.
Sarà infatti questo giovane, dinamico e talentuoso quartetto di performer a presentare una rassegna di spettacoli appositamente pensati per divertire non solo i bambini, ma tutta la famiglia. Verranno proposti tre spiritosi musical che rivisiteranno tre classici della fiaba: La Sirenetta, Aladino e Raperonzolo in una chiave pop e trasformistica, dove sorprendentemente i quattro attori sapranno ricreare, tra musica, canzoni e coreografie, tutti i personaggi coinvolti, strizzando l’occhio alla tradizione Disney.

Per questo gli spettacoli sono consigliati a tutta la famiglia, genitori o i nonni, accompagnando i propri piccoli, torneranno anche loro bambini.
Tutti gli appassionati di musical e cartoni animati, di qualsiasi età, resteranno conquistati da I MUFFINS.
Sarà una bellissima occasione per passare una domenica pomeriggio a teatro, con tutta la famiglia canticchiando insieme le canzoni più famose e lasciandosi trasportare dalla grande magia del teatro.

Per informazioni, prenotazioni biglietti e abbonamenti potete contattarci al numero 380 7722998 o inviarci una e-mail all’indirizzo info@giostrafilm.it

Biglietto unico: € 6

Abbonamento a 3 spettacoli: € 15
L’abbonamento non prevede l’assegnazione di posto numerato.

 

“Le visioni di Jane Ward Lead. Risonanze pittoriche da William Blake e Louis Jannot” è il titolo dell’incontro che giovedì 17 gennaio apre il nuovo ciclo di conferenze dedicate alle donne artiste “Il Genio della Donna. Donne e arte in Europa dal Medioevo al Novecento”, curato dalle professoresse Vera Fortunati e Irene Graziani.

Il progetto, promosso e organizzato dalla Città metropolitana in collaborazione con il Dipartimento delle Arti dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, intende divulgare gli esiti dei più recenti studi emersi in Italia e all’estero sul ruolo della donna nella storia dell’arte.

Dal Medioevo al Novecento il ruolo della donna a Bologna è stato particolarmente significativo sia nel campo delle arti figurative che in quelli della letteratura e delle scienze. Se lo Studium ha precocemente favorito la presenza femminile nella docenza universitaria, anche l’ambiente artistico si è dimostrato aperto all’attività delle donne artiste. Partendo dalla ricostruzione di questa storia – che ha dato vita nel tempo alla pubblicazione di studi monografici e a importanti mostre dedicate a protagoniste come Properzia de’ Rossi, Lavinia Fontana, Elisabetta Sirani, Ginevra Cantofoli, divenute ormai note al grande pubblico – è sorto a Bologna il “Centro di documentazione per la storia delle donne artiste in Europa” sotto la direzione scientifica di Vera Fortunati, che ha sede in via della Rondine 3 a Bologna, presso l’Archivio storico della Città metropolitana.

Il programma delle conferenze

Ore 17.30 a palazzo Malvezzi, via Zamboni 13, sede della Città metropolitana

giovedì 17 gennaio
Laura Falqui
Le visioni di Jane Ward Lead. Risonanze pittoriche da William Blake e Louis Jannot

giovedì 14 febbraio
Maria Gabriella Mazzocchi
«Giovanna Garzoni Ascolana Miniatrice»

giovedì 28 febbraio
Valeria Rubbi
Donne al potere, costruttrici d’architettura nell’età moderna

giovedì 7 marzo
Nicoletta Barberini
Il mondo del bastone: una realtà anche femminile

giovedì 28 marzo
Consuelo Lollobrigida
«All’aco e al fuso preferì il pennello»: donne artiste a Roma nell’età dei Barberini

martedì 9 aprile
Bernardina Sani
Rosalba Carriera, la cultura galante e la società della conversazione in Europa nel Settecento

giovedì 18 aprile
Jadranka Bentini
Le amazzoni russe

giovedì 9 maggio
Stefania Biancani
Quando la regina lascia la corona e va in giardino: Élisabeth Vigée Lebrun e il ritratto

giovedì 15 maggio
Maura Pozzati
Le fioriture dei versi linguisticati: un incontro con Sissi

A cura di Ufficio stampa

Alla Libreria Ubik Irnerio  in collaborazione con Teatro Poesia, presentanzione di :
Leggere tra le rughe di una scrittrice: Colette : Conversazione con Chiara Carlino.

Chiara Carlino (Roma, 26 giugno 1985) è dottoranda in letteratura francese presso l’Université Libre de Bruxelles, dove sta ultimando una tesi sui rapporti tra invecchiamento e scrittura nell’opera Colette, scrittrice di cui è specialista. Parallelamente alla sua attività di ricerca, si dedica all’insegnamento dell’italiano e del francese a studenti ed adulti stranieri in Belgio. È autrice delle voci “Italie”, “D’Annunzio”, “Primoli” e “Anna de Noailles” del Dictionnaire Colette (Éditions Classiques Garnier, ottobre 2018) e della nota biobliografica “Colette o l’arte della rinascita” a La Stella del Vespro (Del Vecchio Editore, 2015).

Chiara Carlino e Silvana Strocchi parlano del libro di Colette “La stella del vespro” tradotto in italiano nel 2015. Silvana Strocchi sta girando un film su “la gatta” un racconto di Colette.
Proiezione di Colette un cortometraggio di Yannick Bellon (1951).

Una intervista di Roberta Ricci a Silvana Strocchi in preparazione del film “La gatta ” di Colette

Il 6 gennaio a Forlì ai Musei di San Domenico si concluderà la mostra di Ferdinando Scianna.
La mostra ha molteplici letture, quella che visitiamo, la visione che racconta in cuffia il Maestro Scianna per chi ne fa richiesta alla reception, in cui suggerisce l’ interpretazione del suo mondo, quello che stiamo visitando, i piani spaziali diversi in cui è collocata l’esposizione che ci conduce in un mondo, fotografico ed espressivo, di Ferdinando Scianna.
Una ottima occasione per iniziare il 2019 delle esposizioni.